Connect with us

Per Lei Combattiamo

Pioli ridisegna la Lazio: dentro Biglia, fuori Mauri e ballottaggio Anderson-Keita

Published

on

 


Pioli-squadra[1]

Dentro Biglia, fuori Mauri e nuova corsa a due tra Keita e Felipe Anderson: così Stefano Pioli ricompone la sua vera Lazio nella settimana che porta a Firenze. Un mese dopo la super beffa di Marassi si riparte dal gioco che nel primo tempo contro il Genoa aveva fatto stropicciare gli occhi ai laziali. E dunque 4-3-3 a ritmo forsennato e tutta la qualità a disposizione in avanti: l’idea è proprio quella di farne un marchio di fabbrica con il quale lasciare un’impronta sul campionato. Certo, coniugare la novità e il fascino di quello stile con i punti della Lazio votata alla pratica che ha vinto a Palermo e contro il Sassuolo sarebbe il massimo, e forse proprio per questo Pioli ha deciso di intraprendere la strada più difficile, cioè tornare alla Lazio bella e dinamica delle prime tre giornate pur cercando di tenere costante il cinismo buono ad incassare due vittorie e sei punti.
Prezioso il ritorno a pieno servizio di Lucas Biglia, forse non il biancoceleste più bravo in rosa ma di sicuro, col suo ritmo e la capacità di collegamento, l’uomo squadra di questa stagione. Ieri l’argentino si è fatto visitare al piede in Paideia, ha ricevuto l’ok dallo staff medico intorno all’ora di pranzo e poi, nel pomeriggio, ha svolto l’allenamento di Formello per intero, seduta tattica compresa. È recuperato, insomma. E con lui la Lazio ritrova l’assetto di centrocampo e attacco, con Lulic e Parolo intermedi e tridente composto da Candreva, Djordjevic (oggi di ritorno a Roma dopo il duello con Cana in nazionale) e uno tra Felipe Anderson e Keita, quest’ultimo al centro di un piccolo caso dopo quattro esclusioni di fila. In difesa, invece, c’è ancora da lavorare. Oggi rientra de Vrij dall’Olanda e Pioli deve decidere chi a Firenze gli giocherà accanto: Ciani è la prima opzione, se non altro perché è stato suo partner almeno per qualche scampolo di partita, altrimenti potrà essere il giorno del collaudo di Radu come centrale di difesa. Non solo una soluzione tampone.

 

Tratto da: “Il Corriere della Sera”, Andrea Arzilli 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

L’Italia batte l’Ungheria e si qualifica alle Finals di Nations League

Published

on

 


A Budapest gli Azzurri vincono contro la squadra allenata da Rossi e si aggiudica la qualificazione alle Finals di Nations League. L’Italia sblocca la partita nel primo tempo con Raspadori che sfrutta un errore della difesa ungherese. Nella ripresa Dimarco realizza la rete del 2-0 contro l’Ungheria.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW