Connect with us

Per Lei Combattiamo

LE PAGELLE di Fiorentina-Lazio: continua il buon momento di Cavanda e Djordjevic

Published

on

 


Marchetti 6: Non viene mai impegnato concretamente dagli avversari, più intenti a palleggiare che a calciare verso la sua porta. Regala qualche brivido in occasione di un paio di uscite alte.

Cavanda 7: Il belga-angolano continua a stupire tutti. La fiducia concessagli da Pioli, che lo preferisce a Konko per rimpiazzare Basta, sembra averlo completamente trasfigurato. Attento e concentrato, è cresciuto moltissimo dal punto di vista difensivo

De Vrij 7: Ottima prova dell’olandese, puntuale e sicuro nell’arco dei 90′ e che sta rapidamente prendendo le redini della retroguardia laziale.

Ciani 6: Nonostante qualche errore di troppo in fase di impostazione disputa un buon primo tempo, ingaggiando un duello rusticano con Babacar. Nella ripresa va in affanno e poi si fa male. Dal 68′ Novaretti 6: Entra bene in partita in un momento delicato della gara.

Radu 6,5: Al rientro dopo un lungo stop, torna in campo come se non avesse mai smesso. Rabbioso, determinato, limita le incursioni viola sulle fasce, utilizzando all’occorrenza anche i ‘metodi forti’.

Biglia 6: Proprio come Radu è protagonista di un rientro positivo. La sua presenza conferisce dinamismo e sostanza alla squadra. Forse un po’ troppo falloso.

Parolo 6: Partita di sacrificio dell’ex Parma, impegnato a distruggere il gioco dei palleggiatori toscani, Anche per questo si vede meno in zona gol.

Lulic 6,5: Prestazione generosa del bosniaco, sempre pronto a rincorrere gli avversari e a impensierire gli avversari. Nel finale segna un gol semplice ma assolutamente meritato.

Candreva 6: Autore dell’assist per Djordjevic che sblocca la partita, con il passare dei minuti cala un po’. Nella ripresa spreca malamente un contropiede in un momento topico della partita. Forse un po’ stanco.

Djordjevic 6,5: Quinta rete per il bomber serbo che come al solito, non si vede moltissimo, ma si presenta puntuale all’appuntamento con il gol. Regge praticamente da solo l’attacco biancoceleste Dall’89’ Klose: sv

Mauri 6: I suoi movimenti tra le linee costringono Montella a rivedere i suoi piani tattici. Si muove molto senza palla e per questo spende tanto. Dal 58′ Onazi 6,5: Pioli lo inserisce per dare sostanza al centrocampo e lui assolve perfettamente al compito.

Pioli 6,5: Riesce a far giocare i suoi quasi alla perfezione nel primo tempo: difesa alta, aggressività e gioco palla a terra. Nella difesa non riesce ad evitare lo schiacciamento nella propria metà campo, ma la squadra tiene, soffre e vince. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW