Connect with us

Per Lei Combattiamo

Gabriele Paparelli, figlio di Vincenzo: “Lo stadio è un posto dove bisogna solamente tifare, non uccidere”

Published

on

 


Grande esclusiva della redazione de “I Laziali Sono Qua“, trasmissione radiofonica in onda tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 sugli 88.100 FM che, nella ricorrenza del 35° anno dalla morte di Vincenzo Paparelli, ha contattato suo figlio Gabriele.

 

Gabriele oggi è la ricorrenza del 35° anno dalla morte di tuo padre. Cosa è significato per te essere Gabriele Paparelli?

E’ significato dover piangere ogni giorno il proprio papà.
Ci sono stati aspetti molto brutti. Io e la mia famiglia abbiamo dovuto cambiare spesso casa per via di minacce e frasi ingiuriose. La cosa più bella è stata la dimostrazione d’affetto che il popolo laziale ci ha donato tutti giorni nel corso degli anni.

 

Quando successe la tragedia tu avevi 8 anni. Che ricordo hai di tuo papà?

Ricordo parecchie cose di lui, ci voleva molto bene. Era un uomo che lavorava molto, ma non faceva mai mancare l’affetto verso la sua famiglia. Le sue tre priorità erano:
famiglia, lavoro e Lazio.

 

Qual è stato il momento più bello da laziale e quello in cui ti sei più emozionato pensando a papà?

Il momento più bello da laziale è legato allo Scudetto vinto con Cragnotti. Quello in cui mi sono emozionato di più pensando a papà è stato un Lazio-Messina di dieci anni fa. Feci un discorso in mezzo al campo e i tifosi fecero un applauso scrosciante. In quel momento sentii che mio padre era lì con me…

 

Senti Gabriele, tu hai una bambina di 2 anni e mezzo, Giulia. L’hai mai portata allo stadio?

L’ho portata il 12 maggio scorso alla serata “Di Padre in Figlio”. Onestamente ancora non me la sento di portarla in una partita di campionato. Ogni volta vengo assalito da un misto di gioia e di paura.

 

Che messaggio vorresti lanciare ai tifosi di tutta Italia?

Lo sfottò è giusto e non deve mai mancare. Quello che dovrebbe uscire dal calcio è la violenza. Dietro il nome di mio padre c’era una famiglia che ha sofferto. Spero che, con la mia testimonianza, la gente capisca che lo stadio è un posto dove bisogna solamente tifare, non uccidere.

 

CLICCA QUI PER RIASCOLTARLO
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero| Arriva il tour de force per la Lazio

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Un mese e mezzo da vivere tutto di un fiato. Senza sosta, sino al mondiale in Qatar. Domenica la Lazio ospiterà lo Spezia, il 16 ottobre affronterà l’Udinese e il 30 la Salernitana. Il 10 ottobre Sarri e i suoi, saranno al Franchi per disputare il match con la Fiorentina e poi l’attuale capolista Atalanta il 23 al Gewiss Stadium. Come se non bastasse ci saranno gli impegni europei di mezzo come il viaggio a Graz contro lo Sturm del 6 ottobre, poi il ritorno il giovedì seguente nella Capitale dove il 27 arriverà pure il Midtjylland. Compresso anche novembre, che si aprirà con l’ultima giornata del gruppo F di Europa League a Rotterdam col Feyenoord. Dopodiché si passerà a una full immersion di Serie A con il derby, il Monza in casa e la trasferta allo Stadium con la Juventus.

 

Nella passata stagione Sarri si è lamentato spesso del poco riposo, ora ci saranno 12 partite in un mese e mezzo, una ogni 3,5 giorni. Casale  salterà minimo 3 o 4 settimane, Sarri spera nel recupero di Lazzari, oggi atteso per ulteriori esami e ancora in corsa per una chance contro lo Spezia smaltendo definitivamente la lesione al flessore destro. Anche Immobile oggi si sottoporrà a ulteriori esami, alla fine rientrato nella Capitale per la contrattura al bicipite femorale. Nel frattempo nel weekend senza prima squadra arrivano l’en plein del settore giovanile con tutte vittorie dall’U18 fino all’U14, compresi due derby. Primo successo pure per la Women con prima gioia per Louise Eriksen.

Il Messaggero

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW