Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA LazioPress – Beschin (RTL): “Lazio, avversario peggiore per il Verona”

Published

on

 


Verona – A poco più di due ore dall’inizio del match del Bentegodi, che vedrà la Lazio di mister Pioli affrontare l’Hellas Verona, la redazione di Laziopress.it ha contattato in esclusiva Katia Beschin, giornalista sportiva e nota voce di RTL 102,5.

La Lazio arriva da quattro vittorie consecutive. Il Verona invece è reduce da una pesante sconfitta contro il Napoli. Che aria tira intorno al Bentegodi e che partita ci si aspetta?

“L’aria ovviamente è piuttosto tesa. Qui si cominciano a fare i confronti con la scorsa stagione, che sappiamo tutti esser stata molto positiva. I tifosi si sono abituati bene e adesso vogliono di più. Quest’anno invece molto è cambiato, c’è probabilmente meno qualità a livello dei singoli e in ogni caso, ripetersi per il secondo anno sarebbe stato davvero difficile. C’è già una pressione psicologica molto forte e ovviamente due sconfitte consecutive, quella contro il Milan in casa e poi i sei gol pesantissimi di Napoli, non hanno fatto altro che aumentarla. Tra l’altro è palese che quest’anno Toni gira meno rispetto alla scorsa stagione. Ha avuto un calo che era quasi fisiologico. Tutto il gioco del Verona è impostato sulla ricerca di Toni in area di rigore, ma essendo lui meno ispirato davanti alla porta, i gol fanno fatica ad arrivare. Di conseguenza manca all’appello anche qualche punto, anche se dobbiamo sottolineare che il campionato del Verona è assolutamente positivo, ma magari meno strepitoso rispetto allo scorso anno. Nel caso in cui questa sera i gialloblu dovessero perdere, anche se difronte si trovano una Lazio in ottima forma,il profilo psicologico diventerebbe problematico perché tre sconfitte consecutive sarebbero fatali a livello mentale.

Quanto pensi che possano aver influito sull’andamento di questa stagione le cessioni di Romulo e di Iturbe, fondamentali lo scorso anno?

“Sicuramente influiscono moltissimo, anche se devo dire che ci sono stati anche buoni acquisti. Nico Lopez, ad esempio, è un ottimo attaccante, infatti anche nelle gare in cui il Verona ha perso lui è riuscito comunque ad andare in gol. E’ chiaramente diverso a livello di qualità e di caratteristiche tecniche rispetto ad Iturbe. Ovvio che avere Nico Lopez o Iturbe accanto a Toni comporta tantissimi cambiamenti proprio nell’impostazione di gioco e nell’interpretazione del modulo. A mio avviso però il Verona sta pagando maggiormente l’assenza di Romulo. Avendo un attaccante come Toni, che realizza molto e che dialoga bene con tutti i compagni, sia in campo che fuori, ti consente di avere maggior intesa nel tridente. A centrocampo invece un giocatore di qualità come Romulo manca. Ci sono elementi molto potenti e molto fisici, come Hallfredsson e Tachtsidis, che tra l’altro sta crescendo moltissimo, ma la qualità del brasiliano non è stata rimpiazzata. Probabilmente questa è l’assenza che incide di più”.

Il Bentegodi è però una fortezza per la squadra di Mandorlini. Negli scontri diretti con la Lazio, ad esempio, su 20 volte il Verona ha vinto 10 gare, 8 sono stati i pareggi e soltanto 2 le vittorie dei biancocelesti. Può essere questa la carta da sfruttare?

“In casa il Verona, al di la delle statistiche, ha sicuramente una spinta in più che è data dal suo pubblico. Ti confesso che quando faccio i collegamenti radiofonici dallo stadio è sempre difficilissimo farmi sentire perché il tifo è davvero molto caldo. E’ una curva molto molto presente, ma anche gli altri settori si fanno sentire. I tifosi sono davvero il dodicesimo uomo in campo. Per cui da questo punto di vista il Bentegodi potrebbe essere una fortezza, però onestamente la gara di questa sera, con la Lazio in questo stato di forma, sia fisico che mentale, si prospetta molto complicata. Come ha detto anche il tecnico Mandorlini, incontrate i biancocelesti questa sera sarà davvero difficile. Forse è la peggior squadra che il Verona potesse trovarsi davanti in questo momento”.

Per la partita di questa sera su cosa deve puntare il Verona e quali sono le qualità della Lazio da temere maggiormente?

“Il Verona, oltre al gioco di squadra, dovrà puntare molto sulle giocate dei singoli. Se Tachtsidis è in una buona serata può davvero dare una grossa mano a centrocampo ed essere il leader. Su Hallfredsson invece punterei meno perché sappiamo tutti che viene da un momento molto particolare, dopo la scomparsa del padre. E’ vero che ha giocato a Napoli ed ha anche segnato, ma è altrettanto vero che non è ancora sereno. Inoltre Mandorlini deve puntare sulla velocità di Lopez. Vi informo che notizie degli ultimi istanti mi confermano che dovrebbe essere Jankovic a scendere in campo dal primo minuto nel tridente con Toni e Lopez, al posto di Gomez. Anche lui è un giocatore in forma che può far male.

Per quanto riguarda la Lazio invece sappiamo che ha una coralità tale in questo momento che può mettere in difficoltà chiunque. Ovvio che il giocatore più temibile e pericoloso è Djordjevic. Il Verona che ha una difesa un pò ballerina dovrà stare molto attento. Questa sera non si possono commettere errori”.



 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW