Connect with us

Per Lei Combattiamo

Pioli in conferenza stampa: “Un passo alla volta possiamo toglierci belle soddisfazioni”

Published

on

 


pioli conferenzaFormello – Cavanda squalificato, Radu in dubbio, Basta ancora out. Chi giocherà nella gara di domani contro il Cagliari? Konko, Pereirinha, Gonzalez o Braafheid. Mister Pioli sta facendo le sue valutazioni. Alla vigilia della gara che domani sera vedrà i biancocelesti affrontare la squadra di Zeman, il tecnico emiliano si è detto soddisfatto della mentalità della sua squadra e pronto per il match dell’Olimpico. Queste le sue parole:

VERONA – “Il giorno seguente alla partita ho visto delle immagini dei miei calciatori sui giornali. Denotavano consapevolezza del fatto che si potesse vincere. Siamo solo all’inizio del nostro percorso e credo che abbiamo fatto un importante lavoro sulla mentalità e sul carattere. Il fatto che alla fine della gara i ragazzi non fossero pienamente soddisfatti del risultato dimostra che stiamo crescendo e che abbiamo consapevolezza dei nostri messi. Non dobbiamo guardare alla classifica perché è troppo presto. Dico sempre che i grandi obiettivi si raggiungono tramite piccoli obiettivi, e i nostri piccoli obiettivi sono fatti da partita dopo partita. Con i miei ragazzi non parlo di terzo posto, ma solamente della gara che ci aspetta. A Verona abbiamo gestito bene il primo tempo, meno nel secondo. Dobbiamo imparare a controllare la partita, ma continuando a provocare fino a chiudere la gara. Non dobbiamo mai pensare, una volta andati in vantaggio, che la partita sia già vinta. Questa è la lezione più importante che dobbiamo prendere dalla gara di Verona”.

LE ESPULSIONI – “Questo è uno dei punti su cui stiamo lavorando e che dobbiamo migliorare. So che con i ‘se’ e con i ‘ma’ non si fa nulla, ma io sono convinto che in 11 non avremmo perso contro il Genoa e probabilmente non avremmo pareggiato a Verona. Su questo dobbiamo crescere rapidamente”.

IL MATCH – “Dobbiamo mantenere la mentalità di provare a giocarci ogni singola partita per provare a raggiungere il risultato pieno. Il Cagliari è una squadra difficile. Quando e se Zeman deciderà di smettere di allenare avrà comunque lasciato un’importante impronta sul calcio italiano. Una squadra propositiva, offensiva e con attaccanti pericolosi. Ma noi siamo consapevoli dei nostri mezzi e delle nostre possibilità. Se entriamo in campo con la giusta mentalità però possiamo fare bene. Il Cagliari è una squadra difficile. Al di là della sconfitta subita sul campo del Verona, tra l’altro immeritata per quello che aveva creato, nelle altre trasferte ha fatto quattro gol all’Empoli e quattro all’Inter. Le difficoltà ci saranno sicuramente, ma anche noi abbiamo le nostre carte da giocare”.

GLI INFORTUNATI – “Questa conferenza arriva prima dell’allenamento pomeridiano e della rifinitura di domani. Viste le condizioni di Radu ieri credo che sia difficile recuperarlo, ma mancano più di 24 ore. Valuterò domani. Mi dispiace sempre non poter fare delle scelte. Vorrei avere qualche dubbio in più, ma tutti i giocatori che stanno bene. E’ la terza partita in otto giorni ed è difficile mantenere la giusta intensità. Konko, Gonzalez e Pereirinha si stanno preparando bene. Ho un gruppo che sta lavorando bene. Loro si stanno preparando per farsi scegliere e io comunicherò loro le mie scelte domani mattina”.

LA CHAMPIONS – “Siamo solamente all’inizio del nostro percorso. La classifica è sotto agli occhi di tutti. Siamo tante squadre in pochi punti e le posizioni non sono delineate. noi veniamo da un buon momento. Ci sono situazioni che ci stanno dando dei vantaggi e tante cose sulle quali dobbiamo ancora crescere. Degli avversari incontrati fino ad oggi non ho visto nessuno più forte di noi, anche se abbiamo perso. Sulle altre non posso dare i giudizi, ma il campionato è molto equilibrato. La partita decisiva sarà quella che ci darà l’obiettivo raggiunto. Noi dobbiamo guardare una partita alla volta, e possibilmente tre punti alla volta. La sosta di dicembre, per quanto mi riguarda, è sempre stata un punto di riferimento. In ogni caso la classifica sarà giusto guardarla, a mio avviso, da marzo in poi. Da lì ci renderemo conto davvero di dove possiamo arrivare. Per ora dobbiamo solo dare il meglio di noi stessi”.

IL CAMPIONATO ITALIANO – “Non ho visto Napoli-Roma, ma ho visto Empoli-Juve. Credo che a differenza di altri campionati, le squadre a destra della classifica sono più organizzate . Si è alzato il livello di tutte squadre e c’è grande intensità. Anche i club che lottano per non retrocedere possono mettere in difficoltà le prime della classe. Il nostro campionato è più equilibrato di altri, questa è la difficoltà principale”.



 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE A | Rimonta dell’Udinese al Bentegodi

Published

on

 


L’ottava giornata di Serie A si chiude con la partita tra l’Hellas Verona e l’Udinese. Al Bentegodi la squadra di Cioffi si porta in vantaggio al minuto 23 con con una bella conclusione al volo di Doig. Nella ripresa arriva il gol del pareggio con Beto, ma nei minuti finali trova la rete Bijol che chiude il match. La partita finisce 1-2.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW