Connect with us

Esclusiva

[ESCLUSIVA] PICCININI: “LAZIO, con la JUVE te la puoi giocare. Su BALOTELLI…”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 sandro-piccinini

Il campionato è ai box per gli impegni delle nazionali, ma non si fermano le esclusive firmate Laziopress.it. La nostra redazione ha contattato in esclusiva Sandro Piccinini, autorevole firma e voce di Sportmediaset, per approfondire il momento Lazio ma non solo. Di seguito le sue parole rilasciate ai nostri microfoni:

 

Pensa che la lotta per lo Scudetto sarà un affare a due, o si aspetta l’inserimento di qualche altra compagine?

 

Il Napoli può risalire, perché vedo che Juve e Roma stanno pagando un po’ il prezzo della Champions. La Juve non sembra più il carro armato della passata stagione, e la Roma sta avendo qualche battuta a vuoto figlia degli impegni di coppa ai quali non è abituata. I partenopei erano partiti malissimo ma ora sembrano essersi ripresi, e se si creerà l’entusiasmo giusto potranno fare grandi cose.

 

Una battuta sul ritorno di Roberto Mancini all’Inter con il derby di Milano alle porte. Chi è il favorito?

 

A livello di prestazioni e qualità, il Milan finora è stato superiore. Ha più soluzioni e sembra più squadra, però il derby è una partita a parte, contando anche che il ritorno di Mancini darà nuovo entusiasmo alla piazza, depressa nell’ultimo periodo di Mazzarri allenatore. Quest’ultimo ha risentito troppo della pressione in un ambiente così difficile. Sicuramente ora potrà tornare l’entusiasmo in casa Inter, ma restano i problemi di fondo di una rosa con molte lacune. Non mi aspetto un gran derby come qualità generale.

 

Come giudica l’operato di Antonio Conte come CT, e come ha visto l’approccio avuto con Mario Balotelli?

 

Secondo me Conte sta facendo quello che si può fare. Detto questo, la partita con la Croazia è stata imbarazzante, sia dal punto di vista dell’atteggiamento e sia dal punto di vista della qualità. Il calcio italiano di questi tempi offre questo, ed è un’attenuante che vale anche per lui, ricordando anche che è riuscito a fare 10 punti in 4 partite. Su Balotelli posso dire che tutti si aspettano da lui cose da fuoriclasse, ma fuoriclasse non lo è. E’ un calciatore che è dotato di un tiro eccezionale, ma nel calcio il tiro non basta, servono anche tante altre qualità. Per esempio Inzaghi il tiro non lo aveva, ma non devo ricordarvi quanti gol ha fatto. Mario mi sta simpaticissimo ed è un ragazzo per bene anche a livello di animo, ma ripeto, non è un fuoriclasse. Abbiamo forse sbagliato noi a livello di stampa a descriverlo così.

 

Aprendo l’argomento Lazio, si sta avvicinando la sfida alla Juve. I biancocelesti possono impensierire la capolista, o il risultato sarà scontato?

 

Scontato no, perché la Lazio sulla partita secca può rendere la vita difficile a tutti. Sarà da vedere quale Lazio scenderà in campo, visto che il rendimento dei biancolesti è andato molto ad alti e bassi. Avremo inoltre una partita strana, con i calciatori appena rientrati dalla nazionali. 

 

In casa Lazio si parla del terzo posto come obiettivo. E’ realistico?

 

Per il terzo posto vedo favorito il Napoli, obiettivamente più forte. Per far si che la Lazio arrivi terza, ci dovrà per forza essere un fallimento di una delle squadre di vertice. Se per esempio i partenopei tornassero a balbettare come a inizio campionato, la Lazio sarà una delle squadre in corsa per inserirsi nella lotta alla Champions. Qui però torniamo al solito discorso: l’ostacolo del mercato di gennaio. Quando in passato serviva l’ultimo salto di qualità, quest’ultimo non è mai arrivato. Stavolta sembra si stia ricreando una situazione analoga a quella degli anni passati…

 

Rimanendo in tema, cosa manca oltre a un difensore centrale per il definitivo salto di qualità?

 

A mio parere servirebbe anche qualche rinforzo in attacco. Djordjevic ora sta giocando bene, Klose ha una sua età e anche Keita continua a balbettare un po’. Non servirebbe di certo un investimento da 20 milioni, ma almeno un rinforzo di “prevenzione” sarebbe necessario.
 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Reina, il ritorno a Roma poi la partenza per la Spagna: ecco quando

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Reina e la Lazio sono ai saluti: dopo le notizie di ieri, ora arriva la conferma. Il portiere spagnolo lascerà la capitale, rescinderà il contratto con i biancocelesti, valido ancora per un anno, e tornerà in Spagna. Secondo quanto appreso in esclusiva dalla redazione di LazioPress.it, l’estremo difensore classe ‘82 è atteso lunedì a Roma per la firma. Ultime faccende burocratiche quindi, la risoluzione di contratto e poi martedì farà ritorno a casa e con molta probabilità firmerà per il Villarreal mercoledì.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW