Connect with us

Per Lei Combattiamo

[ESCLUSIVA] Corradi: “Lazio, puoi battere la Juve!”

jacoposimonelli@yahoo.it'

Published

on

 


Lazio's forward Bernardo Corradi (C) cel

Sei dicembre 2003, Lazio-Juventus. Minuto 23′, rimessa laterale di Stam per Fiore, che di prima crossa in mezzo. L’area è affollata, ci sono tante maglie bianconere, rosa per quell’occasione, e una sola laziale, ma quella giusta. Si tratta infatti dello specialista numero uno nel gioco aereo, Bernardo Corradi, che anticipa tutti e con un magnifico colpo di testa ad incrociare non lascia scampo a Buffon (VIDEO). Dopo, Fiore chiuse i conti e quella gara passò agli archivi come l’ultimo successo laziale in campionato contro la Vecchia Signora.

“Me lo ricordo ancora bene dice l’ex bomber senese in esclusiva ai nostri microfoni il cross di Fiore fu perfetto. Quello comunque era un altro calcio, visto anche che Lazio e Juventus, ma direi tutta la Serie A, erano molto diverse. Fu comunque una grande soddisfazione segnare e battere i bianconeri”.

Impossibile dunque, non parlare della sfida di sabato.

“La Juve è ovviamente la squadra da battere. Ha sostituito Conte con un altro grande allenatore come Allegri, rinforzando anche la squadra con gli innesti di Morata, Pereyra ed Evra. Senza contare poi il centrocampo pieno di qualità, con i vari Pogba, Vidal, Marchisio e Pirlo”.

La Lazio parte quindi battuta?

“Assolutamente no. I biancocelesti, soprattutto in casa, sono forti e possono mettere in difficoltà chiunque. Sarà fondamentale il solito Candreva, visto che tutte le azioni pericolose della Lazio passeranno dai suoi piedi”.

Quali sono i giocatori da temere maggiormente per la squadra di Pioli?

“Sicuramente tutto il reparto avanzato. Tevez segna sempre e quando non lo fa riesce comunque a mandare in gol i suoi compagni. Morata sta dimostrando tutte le sue qualità buttandola dentro con grande regolarità e ora che anche Llorente è tornato sui suoi livelli abituali penso proprio che l’attacco di Allegri sia la minaccia numero uno”.

Contro la solida difesa juventina meglio Klose o Djordjevic?

“Pioli sta puntando su Djordjevic e finora i risultati gli stanno dando ragione. Partirà titolare il serbo e a gara in corso entrerà Klose per mettere in difficoltà Buffon e compagni. Due punte dall’inizio? Lo escludo”.

Attualmente ti vediamo, con grandi risultati, come commentatore sportivo di Mediaset Premium. In futuro tornerai su una panchina?

“Non so, vedremo. Per ora mi trovo benissimo in questo ruolo e non posso che ringraziare Mediaset per avermi dato l’opportunità di raccontare calcio. Più avanti forse sentirò la mancanza del rettangolo verde e valuterò il da farsi”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, occhio ai rinnovi: tre in scadenza nel 2023, spaventa il 2024 con Milinkovic

Published

on

 


Dopo aver perso Luiz Felipe e Strakosha a zero a giugno (tradotto, un patrimonio di almeno 30 milioni di euro) la Lazio vuole evitare di svalutare altri pezzi pregiati della propria vetrina. Per questo a Formello, già da tempo per la verità, si è iniziato a parlare dei rinnovi contrattuali. Della rosa attuale, solo in 3 sono in scadenza tra pochi mesi: Radu, che ha annunciato di volersi ritirare, Pedro e Romero, deluso dal poco minutaggio concessogli da Sarri in quest’inizio di stagione. La vera partita, quella con la posta in palio più alta, si gioca però l’anno prossimo.

La scadenza del 2024
Manca un anno e mezzo alla deadline, eppure c’è già un po’ di agitazione nel mondo Lazio. Per capire il motivo basta fare un nome, quello di Milinkovic. Soltanto l’idea di poterlo perdere a un anno dalla scadenza a un prezzo più basso del suo valore, con l’agente Kezman che avrebbe più potere contrattuale nella trattativa, o addirittura a parametro zero rende cupo l’animo della piazza. Lotito ne è consapevole e sta già cercando di capire quale strategia adottare per approcciare il discorso sul rinnovo: vorrebbe farlo prima del Mondiale, mentre dall’entourage di Milinkovic tutto al momento tace. Più tardi arriva l’incontro, meglio è.

Il presidente non vuole farsi trovare impreparato neanche sugli altri giocatori in scadenza nel 2024: Lazzari, Marusic, Cataldi, Felipe Anderson. Tutti giocatori nella piena fase di maturazione della carriera e fedelissimi di Sarri, che ovviamente spera di vedere più contratti firmati possibile.

Lo riporta Tuttomercatoweb.com.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW