Connect with us

Per Lei Combattiamo

Mauri indica la strada: “Dobbiamo giocare con cattiveria per raggiungere il terzo posto”

Published

on

 


Il capitano biancoceleste Stefano Mauri, intervistato su Lazio Style Channel, ha assicurato di star bene fisicamente e ha parlato del momento della sua squadra.

Ho visto una partitella molto accanita con belli interventi…

“Sì, c’è bisogno di ritrovare questo spirito che ci è mancato un po’ nelle ultime due partite insieme alla voglia di lottare su tutti i palloni. Negli ultimi allenamenti c’è anche tanta sana concorrenza che fa sempre bene. Tutti vogliono mettere in difficoltà il mister.”

Personalmente come stai? 

“Fisicamente sto bene. Venerdì e Sabato ho iniziato un lavoro particolare per recuperare dall’infortunio. Da ieri mi alleno con la squadra, quindi sto bene.”

Andiamo alla partita con la Juventus. Cosa è mancato secondo te?

“Non abbiamo iniziato male la partita. I primi 25′ ce la siamo giocata alla pari, con occasioni da una parta e dall’altra, poi appena abbiamo preso il goal è finita la partita, visto che ci è mancata la reazione per andare a recuperare. Eravamo passivi e in balia degli avversari, ma questo non deve accadere se vogliamo diventare una grande squadra che lotta per le prime posizioni in classifica e tornare in Europa.”

Anche il mister Pioli ha detto che è mancata la reazione. Avendo questa filosofia molto propositiva e offensiva è chiaro che ci si espone al contropiede, ma allo stesso tempo bisogna impensierire l’avversario. Ci sono state poche occasioni in avanti, no?

“Sì, abbiamo creato poco, ma anche la Juve non aveva fatto molto nei primi minuti, poi però ha trovato il goal. Come ho già detto è mancata la reazione e aldilà della filosofia di gioco usata, questo non può accadere in una grande squadra.”

Molti hanno criticato di aver preso goal da una squadra come la juve in contropiede, ma è anche vero che questo sistema di gioco ha portato a risultati. Cosa ne pensi tu su questo tipo di atteggiamento della squadra? 

“Secondo me in questo inizio di campionato abbiamo fatto molto bene con questa nuova filosofia di gioco. Con la juve è più difficile farla perchè sono molto forti fisicamente e tecnicamente. Il sistema di gioco è quello giusto, ma nelle ultime due partite è mancata la mentalità e il giusto approccio.”

La Juventus com’è cambiata da Conte ad Allegri?

“Gioca in maniera diversa. Prima 3-5-2, ora col 4-4-2 con il rombo a centrocampo, però quello che non è cambiata è la mentalità. Hanno sempre voglia di vincere.”

Tu sei specialista negli assist. Ultimamente sono arrivati pochi palloni sia a Klose che a Djordjevic, come mai?

“Non lo so, forse c’è stato poco movimento. E’ anche difficile quando la palla ce l’hanno sempre gli altri perchè poi quando la recuperi si è stanchi.”

A proposito di punti di riferimento. Pioli contro il Chievo potrà contare di nuovo sull’imprevedibilità di Stefano Mauri, poi con te nemmeno si sa bene il modulo visto che cambi continuamente posizione.

“Non so nemmeno io il mio ruolo in campo. Cerco di trovare la giusta posizione a seconda delle situazioni in campo in cui riesco a mettere in difficoltà gli avversari.”

C’è una buona tradizione col Chievo a Verona. Che partita ti aspetti?

“E’ una partita difficile. Loro sono una buona squadra, ma in questo momento importa poco perchè dobbiamo tornare a fare punti.”

Klose ha detto di non parlare di terzo posto perchè il nostro obiettivo è tornare in Europa.

“La squadre è forte e può puntare anche al terzo posto, a patto che giochi con la stessa cattiveria agonistica.”

Com’è il morale del gruppo?

“E’ buono. C’è un po’ di scoramento dopo la Juve, ma non abbiamo dato quello che potevamo dare. C’è voglia di tornare in campo e dimostrare il nostro valore.”

Le dirette concorrenti hanno balbettato. Vi da fiducia questo?

“La classifica è molto corta. Ci sono 6-7 squadre in 6 punti. Noi dobbiamo guardare a noi stessi e migliorare.”

C’è la consapevolezza che il terzo posto non ha un padrone in questo momento? 

“Ci sono 7-8 squadre che lottano per il terzo posto. proprio per questo motivo bisogna avere più continuità di risultati.”

La Lazio ha subito 7 dei 16 goal subiti ad inizio secondo tempo. Come mai?

“Sì, lo sappiamo e dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista perchè è come ci mettessimo un pò a riattaccare la spina ad inizio secondo tempo.”

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Formello

FORMELLO – Scarico per i titolari e breve fase tattica

Published

on

 


Dopo la sconfitta di ieri arrivata ieri all’Allianz Stadium, nella gara che ha sancito l’eliminazione della Lazio dalla Coppa Italia per mano della Juevntus, i biancocelesti sono subito tornati in campo, in preparazione del match che vedrà impegnati gli uomini di Sarri lunedì sul campo dell’Hellas Verona. A Formello nel pomeriggio i titolari di ieri hanno svolto lavoro di scarico, mentre le riserve hanno lavorato dal punto atletico, prendendo poi parte ad una breve fase tattica.

Successivamente è stata la volta della consueta partitella a campo ridotto, prima con le stesse squadre della parte tattica, poi anche mischiate.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW