Connect with us

Per Lei Combattiamo

Gonzalez amaro: “Volevamo vincere”

Published

on

 


Finora in questa stagione El Tata aveva calcato il campo solo per 30′ scarsi sempre al Bentegodi contro il Verona nel pareggio per 1-1. Oggi finalmente è tornato titolare e ai microfoni di Lazio Style Channel ha analizzato così la gara contro il Chievo: “Oggi è stata difficile, sapevamo che loro facessero questo tipo di partita. Tanti cross, ma la nostra testa non c’era mai. Sono stati bravi a chiudersi, a mettersi dietro e più del pareggio non è arrivato. Albano Bizzarri? E’ un grande amico e un grande portiere. Lu ha fatto sempre bene. Oggi per due volte è stato strepitoso. E’ anche merito suo se il Chievo ha pareggiato questa sera. Io cerco sempre di dare il meglio, in qualsiasi posizione. Fino ad ora non ho giocato moltissimo, ma oggi sono soddisfatto. Dispiace perché volevo vincere”. Cosa serve per ripartire? “Serve la grinta, la voglia, l’atteggiamento giusto. Quando non si trovano gli spazi diventa difficile. Abbiamo realizzato tanti cross ma poche volte sono finiti sulla nostra testa. Il terreno di gioco? Non buono, ma non è una scusa. Anche per loro era nella stessa condizione”. Gonzalez è poi intervenuto anche ai microfoni di Sky, commentando: ”  “Siamo dispiaciuti per questo pareggio. Abbiamo trovato una squadra chiusa che ci ha concesso poco, quando abbiamo avuto le occasioni ci ha pensato Bizzarri”. La Lazio nelle ultime tre partite è riuscita ad ottenere un solo punto, andando in rete una sola volta con Djordjevic contro l’Empoli, ma l’uruguaiano non crede che i biancocelesti siano in crisi: “Oggi l’atteggiamento è stato giusto, volevamo i tre punti e abbiamo dato il massimo. Ci è mancata un po’ di lucidità nei cross, non abbiamo fatto la differenza e va dato merito anche a loro”.

In conclusione Gonzalez lancia un messaggio a Pioli: ““Per un giocatore di sostanza non è facile stare tanto fuori. Io ho bisogno di continuità e non la sto trovando. Avevo giocato solo trenta minuti un mese fa, ma ho dato il massimo. Volevamo i tre punti, ma dobbiamo lavorare di più”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW