Connect with us

Per Lei Combattiamo

Nedved si racconta: “Lazio fondamentale per me. Ecco perché sono andato via”

jacoposimonelli@yahoo.it'

Published

on

 


Uno dei giocatori più forti della storia della Lazio. Cinque anni a Roma, nella “squadra più forte del 2000”, Ferguson docet. 207 presenze e 51 reti e uno scudetto, due coppe Italia, due supercoppe italiane, una Coppa delle coppe e una Supercoppa Europea vinta con la squadra di Eriksson. Andatosene alla Juventus, con un addio mai digerito del tutto, il Pallone d’Oro del 2003 ha chiuso la carriera a Torino, diventando un membro del CDA bianconero.

Intervenuto ai microfoni di Denic.cz, il ceco racconta i suoi aneddoti biancocelesti.

Il trasferimento alla Lazio è stato un cambiamento importante per la mia carriera. Mi accorsi che dovevo migliorare ancora di più per giocare in un club importante come quello biancoceleste. Ho avuto la fortuna di incontrare un allenatore come Zeman, che mi ha insegnato come impormi all’estero. Da quel momento in poi ho saputo come esprimermi al meglio e come preparare le partite. Ci sono riuscito avendo varie chances e con la voglia di migliorarmi costantemente. La mia fortuna– prosegue Nedved- è che nella Lazio non sono stato costretto a forzare le mie caratteristiche per questioni di formazione ed hanno avuto una cura quasi maniacale sul miglioramento di ogni giocatore, me compreso. Quando ero alla Lazio sapevo che c’erano tanti giocatori più forti di me, ma volevo andare a Roma ad ogni costo. Non volevo deludere Zeman che mi aveva voluto fortemente e mi ha dato fiducia. Infine l’ex centrocampista spiega la motivazioni del suo addio alla Lazio: “Non volevo essere un giocatore mediocre, volevo essere fra i migliori al mondo. Questo poi mi spinse ad andare alla Juventus. Lasciare la Lazio non è stato facile, i capitolini erano in una situazione economica difficile e il mio trasferimento dalla Lazio alla Juventus fu un ottimo affare. Nella Lazio avevo la mia posizione, ma ho preferito andare alla Juve, volevo salire di un gradino a livello di club, quindi andai a Torino. Era l’ultimo passo della mia carriera andare alla ‘Vecchia Signora’. Oggi posso dire che sono soddisfatto delle mie scelte”. 



 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Sturm Graz-Lazio, le probabili formazioni dei biancocelesti

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Questa sera alle 18.45 la Lazio sarà ospite allo Sturmstadion Liebenau, per la terza giornata del girone F di Europa League. Ecco le probabili formazioni dei biancocelesti:

LAZIO (4-3-3) – Provedel; Hysaj, Gila, Romagnoli, Marusic; Milinkovic, Cataldi, Vecino; Felipe Anderson, Immobile, Pedro.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW