Connect with us

Per Lei Combattiamo

[VIDEO] Mancini in conferenza: “Non sono soddisfatto, ma possiamo giocarci il terzo posto”

Published

on

 


APPIANO GENTILE – Ultima sfida dell’anno per l’Inter di Roberto Mancini, che chiuderà il 2014 affrontando la Lazio al “Meazza”. I nerazzurri arrivano al match contro la squadra di Pioli dopo aver espugnato il “Bentegodi” nel turno precedente: “Ho visto bene i ragazzi, ma anche settimana scorsa era successo – spiega il mister in conferenza stampa – . È importante che continuino a migliorare, poi è chiaro che tutto sia più bello dopo una vittoria. Ci voleva”. A chi gli chiede un bilancio dopo le prime settimane di lavoro, Mancini risponde così: “Abbiamo perso due partite, quindi non posso essere soddisfatto dei punti raccolti. Ma sono soddisfatto del clima che si è creato con la squadra. I ragazzi stanno apprendendo e migliorando velocemente. Se continueranno così, potremo riprendere in futuro i punti persi nelle partite precedent. In questo momento non è importante guardare la classifica, gli obiettivi si verificano alla fine della stagione. In ogni caso, credo che avremo la possibilità di giocarci il terzo posto. La cosa che mi fa ben sperare è che la squadra cresce di settimana in settimana e che i punti che abbiamo perso li abbiamo regalati con errori che potremo correggere. Sono felice di come la squadra si è comportata a Verona, abbiamo fatto la partita, aggredendo alti l’avversario. Poi è ovvio che dobbiamo migliorare su tante cose. Ci sarà un gruppo di squadre che lotterà per il terzo posto, la chiave sarà trovare la giusta continuità”. Poi qualche domanda sui singoli: “Come sta Hernanes? Meglio, ha lavorato tutta la settimana con il gruppo. Non ha ancora i novanta minuti nelle gambe, ma verrà in panchina e potrà dare il suo contributo nel corso della gara. Kovacic? È un giocatore chiave in quel ruolo. Ha fatto bene a Verona ma sono convinto possa fare ancora di più. È giovane e può dare tanto. Osvaldo? Mi spiace che non possa essere a disposizione domani, ma purtroppo ha avuto problemi familiari. La caviglia di Palacio? Se avessimo avuto la possibilità di far giocare altri attaccanti, avrebbe riposato. Ma purtroppo non abbiamo scelta e a me va bene utilizzare Rodrigo anche se non è al meglio. Sono contento di quello che ha fatto a Verona. Il futuro di Guarin? È dell’Inter ed è un giocatore importante. Lui può migliorare tantissimo e non ci saranno assolutamente problemi. Camara? È un ragazzo giovane con delle qualità, ma non credo possa essere lui a cambiare la squadra ora. Stefano Vecchi sta facendo un ottimo lavoro su di lui, poi ci potrà essere l’opportunità di vederlo in prima squadra”. Una battuta anche sull’avversario di domani: “La Lazio è un’ottima squadra, sarà una partita molto difficile. Noi però dovremo cercare di fare il nostro gioco, confermando quello che abbiamo fatto vedere a Verona. Una vittoria domani sera potrebbe darci grande consapevolezza”. Quindi, l’analisi di alcuni aspetti tattici, a cominciare dalla difesa: “Se riusciamo a non toccarla troppo è meglio. È importante non modificare gli interpreti e dare continuità, ma quando Vidic starà meglio ci sarà sicuramente l’occasione di farlo giocare più spesso perchè è un calciatore importante. Possibile convivenza Hernanes-Kovacic? Sì, sono due giocatori che possono fare bene entrambe le fasi. Mi piace avere qualità in campo”.  In chiusura, una battuta sul mercato in vista della finestra di gennaio: “Identikit dei rinforzi? Ci manca sicuramente un esterno d’attacco, veloce e tecnico. E, soprattutto, capace di segnare tanti tanti gol (sorride, ndr). Non è facile trovare giocatori a gennaio, ma in quella posizione serve qualcuno in grado di fare la differenza”.

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=RncY-nQEed4&noredirect=1″ width=”560″ height=”315″]

inter.it 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Santori sullo stadio della Lazio: “Nessun interesse di Lotito per il Flaminio, si sta parlando di un altro luogo”

Published

on

 


Fabrizio Santori, capogruppo della Lega in Campidoglio, è intervenuto a Gli Inascoltabili in diretta su New Sound Level parlando del progetto stadio per la Lazio. Queste le sue parole:

“Bisogna ripensare ad alcune situazioni di prolungamento, va fatta un’analisi profonda. Vediamo quello che è stato fatto finora, ma inizialmente doveva arrivare fino allo Stadio Olimpico proprio per tutti i grandi eventi riguardanti l’impianto. Si sta parlando sia dello stadio della As Roma che della volontà da parte della SS Lazio sul fatto che Lotito possa presentare un qualche progetto importante, ma non sul Flaminio. Io, da consigliere comunale e cittadino di Roma oltre che da laziale, sarei la persona più felice del mondo. Ma bisogna presentare dei progetti. Non si è mostrato un reale interesse. Quando si vuole attenzione, ci sono degli studi riguardanti la fattibilità dell’impianto. L’altra zona è quella della Tiberina, ma anche lì nulla di fatto. Se l’Olimpico diventa ora un luogo meno esistente sotto il profilo delle dinamiche settimanali, sicuramente serve una portata. Ma la distribuzione toccherà anche Pietralata e il luogo in cui la Lazio farà il suo stadio. Se il progetto della Lazio non verrà presentato, tuttavia, non aspetteremo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW