Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

PAGELLE – Super Felipe, bene De Vrij. Mauri in ombra. Cana, che errore. Delusione Klose

jacoposimonelli@yahoo.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Marchetti 6: Sempre sicuro, perfetto nelle uscite. Nel secondo tempo evita che l partita si riapra con una super parata su Kuzmanovic. Mezzo voto in meno per il gol di Kovacic: il croato è perfetto ma il portiere di Bassano Dal Grappa sembra in leggero ritardo.

Basta 5,5: Poca e imprecisa la spinta offensiva del terzino serbo, anche se va detto che in fase difensiva è lasciato solo.

De Vrij: 6,5: Quasi perfetto. Le prende tutte lui e si concede anche il lusso di dribblare Palacio e questo la dice tutta sulla sua personalità. Incolpevole sui gol.

Cana 5.5: Sarebbe da scrivere “vedi sopra”, peccato però che si perda Palacio in occasione del pareggio interista.

Radu 6: Positiva la prova del romeno, non a caso l’Inter attacca di più il fianco destro laziale.

Parolo 6: Tanta corsa e grinta. Gli viene segnalato un fuorigioco inesistente ma è ancora il lontano parente del giocatore ammirato a Parma.

Ledesma 6,5: Un muro. Soprattutto nel primo tempo è sempre al posto giusto al momento giusto. Questa Lazio ha ancora bisogno del suo vice capitano. (Dall’81’ Gonzalez: sv).

Lulic 6: Come Parolo. Tanta corsa e tanto sacrificio per il bosniaco, ma pochi inserimenti. Inoltre pecca di qualità e precisione. (Dal 64′ Onazi 5: Pioli sicuramente si sarebbe aspettato di più dal nigeriano).

Felipe Anderson 7,5: Ecco il talento che ha convinto Tare a spendere 9 milioni lo scorso anno. Va a fiammate ma quando si accende è devastante. Buca Handanovic per due volte, sta imparando a diventare letale. Mette anche una palla al bacio che purtroppo Djordjevic non sfrutta. Ora la domanda sorge spontanea: cosa farà Pioli quando rientrerà Candreva?

Klose 5,5: Era la sua occasione, ma non la sfrutta. Tanto sacrificio per il tedesco, che però non la vede quasi mai. Gioca praticamente a centrocampo, dura segnare così. (Dal 56′ Djordjevic 5,5: Entra nel momento più difficile della gara. Poche occasioni, ma nel finale quel pallone davanti Handanovic andava gestito meglio).

Mauri 5: Con l’Atalanta era stato perfetto, stasera no. Non entra mai nel vivo del gioco, si fa notare solo per quel tiro a giro fuori di poco dopo il 2-2 di Palacio.

Pioli 6: Perfetto nel primo tempo, disastroso nel secondo. I primi 45′ fanno sognare i tifosi biancocelesti, mentre nella ripresa i suoi non scendono mai in campo. Non convincono nemmeno i cambi: perché non mettere Keita?


 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Toma Basic presente alla finale di Coppa di Croazia per seguire il suo ex club

edo9923@hotmail.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Toma Basic era oggi presente al Poljud di Spalato, dove è andata in scena la finale di Coppa di Croazia tra il Rijeka e l’Hajduk Spalato terminata 1-3, a testimoniarlo una storia pubblicata su Instagram dal calciatore biancoceleste stesso. L’Hajduk Spalato che ha oggi conquistato la finale, è una ex squadra del centrocampista croato, nella quale egli ha militato dal 2015 al 2018, prima di trasferirsi in Francia al Bordeaux.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW