Connect with us

Per Lei Combattiamo

LE PAGELLE – Anderson mattatore! Bentornato Biglia. Bene Parolo

Published

on

 


Di seguito le pagelle del match Lazio-Sampdoria:

MARCHETTI 6. Il portierone di Bassano del Grappa svolge un lavoro di ordinaria amministrazione fra i pali. La Sampdoria non punge in attacco, tranne con un tiro di Eder nel secondo tempo, sul quale il numero 1 biancoceleste si fa trovare pronto e neutralizza.

BASTA 6. La freccia bionda laziale copre bene la fascia e spesso si lancia in scorribande offensive, ma i suoi cross non mettono in particolare apprensione la retroguardia blucerchiata. Impreciso.

DE VRIJ 6,5. E’ ormai una certezza. Grinta, personalità e affidabilità al servizio della Lazio. L’ex Feyenoord cresce di partita in partita ed è sempre più il pilastro sul quale si regge la difesa laziale. Tiene botta ad Okaka ed è soprattutto merito suo se la Sampdoria non riesce a sfondare dalle parti di Marchetti.

CANA 6. Determinato e carismatico, il centrale albanese guida la difesa senza particolari sbavature. Nel finale di primo tempo, però, si fa ammonire entrando inutilmente da dietro su un giocatore blucerchiato in una zona di campo innocua. Esce all’intervallo al posto di Cavanda per una distorsione lombare: a rischio per il derby. (dal 46′ CAVANDA 6. Fa il suo il belga)

RADU 6,5. Il solito guerriero. Lotta e ringhia su tutti i palloni. Quando esce Mauri diventa il capitano, il romeno è sicuramente un leader in campo e fuori.

BIGLIA 6,5. Torna l’argentino e di conseguenza le geometrie a centrocampo. L’ex Anderlecht non butta un pallone e con lui in campo la Lazio è un belvedere. Non è stato ammonito e per il derby ci sarà. Fondamentale.

LULIC 6. Solita corsa e polmoni al servizio della squadra. Ottimo sia in fase di interdizione che in quella di ripartenza. Esce un po’ acciaccato al 50′ per il nigeriano Onazi. (dal 50′ ONAZI 6. Prezioso come sempre il nigeriano)

PAROLO 7. Preciso nei passaggi. Sblocca lui il match e torna al goal grazie ad un inserimento nell’area di rigore premiato da Felipe Anderson.

F. ANDERSON 8,5. E’ lui il mattatore del match. Magie, assist e goal che deliziano il palato della platea dell’Olimpico. Il brasiliano è definitivamente esploso all’ombra del Colosseo. Candreva dovrà sudare adesso per riprendersi una maglia da titolare.

MAURI 6,5. Il capitano è sempre prezioso in mezzo al campo. Fa da collante fra centrocampo e attacco, porta geometrie in avanti e tiene in costante apprensione la difesa doriana con i suoi inserimenti. Con lui la Lazio non conosce sconfitta. Talismano. (dal 78′ CANDREVA 6 Entra motivato e si sbatte in cerca del goal)

DJORDJEVIC 6,5. Il serbo è in ombra tutto il match, fatica ad entrare nel vivo delle manovre offensive biancocelesti e nel primo tempo spreca in malo modo un’occasione nitida capitatagli a tu per tu con Viviano. Riesce a ritrovare il goal (l’ultimo contro l’Empoli due mesi fa) grazie ad un’azione solitaria di Anderson che gli ha servito un pallone che andava solo spinto in rete, ma il miglior Djordjevic speriamo di rivederlo Domenica prossima nel derby.

PIOLI 7. E’ tornata la Lazio di inizio stagione: gioco spumeggiante, piacevole. E con un Felipe Anderson così tutto è possibile. Ora a lui il dilemma: chi fare uscire tra il brasiliano, Candreva e Mauri?



 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Massimo Maestrelli e la Curva intitolata a papà Tommaso: “Chiamale se vuoi… Emozioni” | FOTO

Published

on

 


Oltre al successo della Lazio contro lo Spezia per 4-0, la giornata di ieri è entrata di diritto nella storia biancoceleste. Prima del match contro i liguri, è stata intitolata ufficialmente la Curva Sud a Tommaso Maestrelli, allenatore della Lazio vincitrice del primo Scudetto. Al taglio del nastro, oltre al Presidente della Lazio Claudio Lotito, era presente anche il figlio di Tommaso, Massimo Maestrelli, che ha ricevuto un targa commemorativa.

Questa mattina, lo stesso Massimo, ha ricordato la giornata di ieri attraverso Instagram. L’immagine pubblicata è accompagnata dal messaggio in ricordo di papà Tommaso: “E chiamale se vuoi… Emozioni, Babbo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Max (@max_mauri)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW