Connect with us

CalcioMercato

Parole d’addio di Ciani: “Non giocherò ancora nella Lazio, né in nessun altro club di Serie A”

Published

on

 


Difficile continuare a vedere Michael CIANI ancora nella rosa biancoceleste. Di lui si parla di un possibile rientro in patria e a confermarlo è lui stesso nella lunga intervista concessa al sito ufficiale del Bordeaux, girondins.com. Ecco le sue parole:

Benvenuto a Bordeaux, come stai?
“Moralmente sto molto bene, nonostante lo strappo alla coscia”.

Come mai sei qui?
“La Lazio mi ha dato due giorni di ferie per venire a consultare il personale medico del Bordeaux. Voglio anche salutare i miei ex compagni di squadra, lo staff e tutte le persone che ho conosciuto qui. Per molto tempo non ho potuto fargli visita ed è sempre un piacere per me tornare”. 

In termini calcistici, come ti senti? Parlaci del tuo futuro.
“Il mio contratto con la Lazio scadrà il prossimo giugno, dopo tre anni al club. Prima del mio infortunio, ho avuto la possibilità di essere titolare e spero di tornare a giocare abbastanza rapidamente. Non penso che giocherò ancora nella Lazio, né in nessun altro club di Serie A. Mi serve una nuova sfida. Molti club sono interessati a me fuori dall’Italia, sto ascoltando proposte”.

Cosa ci dici della tua vita a Roma?
“La città è bella, viviamo in un museo a cielo aperto dove il clima è molto piacevole . E’ bello andare in giro in pantaloncini nel mese di novembre. L’Italia è un Paese dove si mangia troppo, è difficile mantenere la linea (ride ndr.). La mia famiglia si è adattata ai ritmi italiani ormai”.

Come va la tua carriera cinematografica?
“Sta andando molto bene, tra maggio e giugno del 2014 ho girato alcune scene a New Orleans. L’attrice principale del film è una francese che vive a Los Angeles. Uno studio di Parigi, invece, si sta occupando del montaggio. Le riprese sono andate bene, ho seguito questo progetto da lontano, perché sono stato impegnato con l’apertura del mio lounge bar a Parigi. L”uscita del film è prevista perl a metà del 2015, sono impaziente”. 

Per quanto riguarda i progetti musicali?
“Dopo un anno di pausa, ho in mente nuove idee per il 2015. Per ora non posso dirvi di più. So solo che i miei colleghi lavorano al montaggio di alcuni video musicali”.

 In pratica, hai pianificato il tuo futuro?
“Ho 30 anni, penso che sia importante avviare progetti stimolanti nel mio tempo libero. Con quattro o cinque anni, spero di viverli a tempo pieno. Vorrei ringraziare il mondo del calcio che mi permette di vivere la mia passione e di realizzare i miei sogni”.

 Quali sono i ricordi più belli che ti legano a Bordeaux?
“Conosco tutti qui, è come se fossi rimasto sei anni nel club. Ho giocato con grandi giocatori, di forte personalità, e lavorato con tre allenatori diversi in tre stagioni. Il più bel ricordo riguarda l’avventura in Champions League durante la stagione 2009/2010 . A mio parere, avevamo una squadra per andare più avanti: se pensiamo a giocatori come Marouane Chamakh, Yoann Gourcuff, Alou Diarra e altri. Ho tenuto i contatti con molti di loro. Ho sempre avuto ottimi rapporti con tutti, qui l’atmosfera è molto familiare e quando ritorno mi dà l’impressione di essere a casa”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

CdSera | Il Mago è sul mercato, ma al Siviglia continua a non piacere

Published

on

 


Luis Alberto è sul mercato. Lo spagnolo non è soddisfatto dello spazio datogli da Sarri in questa stagione e il suo sogno sarebbe quello di tornare a Siviglia, ma il club andaluso non vuole investire su di lui. La Lazio è pronta a cederlo, tanto che in estate c’è stato anche un contatto con Monchi, che però ha risposto picche davanti ad alcuni dati riguardanti il Mago, come le palle perse, la velocità e i palloni recuperati.

La Lazio, però, ha bisogno di vendere se vuole muoversi sul mercato in entrata ed è difficile farlo solo con i soldi che si potrebbero ricavare dalle cessioni di Fares e Kamenovic. L’offerta convincente per Luis Alberto, però, non c’è. Lotito non vuole scendere sotto i 15 milioni, che però per un giocatore di 30 anni che passa molto tempo in panchina non sono pochi. Allo stesso tempo, aspettare è rischioso perché potrebbe continuare a deprezzarsi.

Corriere della Sera 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW