Connect with us

Per Lei Combattiamo

La Maglia è più forte di tutto: Parolo e Klose abbattono il Milan

jacoposimonelli@yahoo.it'

Published

on

 


E’ stato giusto così. Più forte delle clamorose decisioni di Mazzoleni, della sfortuna, degli infortuni. La Lazio ha annichilito il Milan. Un errore di Basta permette a Menez di segnare, ma con quella Maglia addosso non c’è storia che tenga. Una doppietta di Parolo (bestia nera dei rossoneri) e una rete di Klose stendono Alex e compagni. In mezzo le follie dell’arbitro Mazzoleni (clamoroso rigore negato a Mauri nel primo tempo), gli infortuni di De Vrij e Djordjevic (si teme un lungo stop per il serbo) e il solito comportamento di Mexes, che si prende il rosso nel finale per una vergognosa reazione su Mauri.

FORMAZIONI – Pioli recupera De Vrij e Biglia ma sorprende tutti, promuovendo titolari Klose, al posto di Djordjevic, e Cataldi. Inzaghi lascia fuori Cerci per El Shaaraww e Van Ginkel, che sostituisce l’infortunato De Jong.

FOLLIA BASTA – La gara si apre con una doccia fredda: Basta perde palla a centrocampo, Menez s’invola verso la porta di Marchetti e lo fredda. La Lazio, però, non si arrende e comincia a bombardare di tiri Diego Lopez. L’ex Real Madrid è miracoloso su Candreva e il primo tempo scorre via. Un’altra sconfitta beffarda si avvicina.

PAROLO E KLOSE RIBALTANO TUTTO – Niente di più sbagliato: nella ripresa entrano in scena Parolo e Klose. Miro crossa, Marco s’inserisce centralmente e pareggia i conti con una rete al volo. Passano 3′ e la Lazio rovescia il punteggio, Folle retropassaggio di Montolivo, il numero 11 laziale è appostato, non aspetta altro. Così si presenta davanti Diego Lopez e lo batte. L’Olimpico esplode. Il Milan si scopre, Inzaghi inserisce anche Cerci e Pazzini, ma è inutile. Si fa male De Vrij, debutta Mauricio. 81′ l’epilogo. Candreva parte sulla destra, mette in mezzo per Djordjevic che s’incarta. La caviglia fa un movimento innaturale, si teme il peggio. Ma a rendere meno amaro l’episodio ci pensa Parolo, che chiude i conti.

IL SOLITO MEXES – Dopo c’è tempo per la sceneggiata di Mexes, che se la prende con Mauri, reo di averlo sgambettato. Settima espulsione in carriera per l’ex Roma. Nel finale il capitano biancoceleste sfiora il poker, ma la festa è completa.

Fa festa la Lazio insieme ai suoi tifosi: il terzo posto è possibile.



 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

CdS | Milinkovic, oggi in campo con la caviglia gonfia. Kezman cerca offerte in Europa

Published

on

 


Camerun da battere oggi e Svizzera da rimontare per ribaltare il destino di un gruppo in cui la Serbia si presentava da antagonista principale dei verdeoro.

Embed from Getty Images

Come riportato dal Corriere dello Sport, Milinkovic oggi scenderà in campo con la caviglia gonfia per cercare la consacrazione dopo la  prova anonima col Brasile. L’infortunio del centrocampista biancoceleste è di origine traumatica e forse risale alla partita con la Juve. Kezman, il suo agente, è in giro per l’Europa a raccogliere offerte. Sbarcherà a Doha solo in caso di qualificazione agli ottavi. Sergej, nei pensieri della Juve, ieri è stato accostato al Real Madrid dal quotidiano Marca.

Embed from Getty Images

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW