Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lazio più forte di tutto!

Published

on

 


Vittoria in rimonta sul Milan: doppietta di Parolo e gol di Klose La squadra di Pioli supera Mazzoleni, errori e infortuni ed è terza

Più forti di tutto e con la maglia bandiera sul petto. Di Mazzoleni, arbitro inguardabile e pericoloso, della sfortuna che azzoppa prima De Vrij e poi Djordjevic: finisce 3-1 per la Lazio contro un Milan allo sbando e con un Mexes in crisi di nervi espulso solo nel recupero per un pugno a Mauri. Apre Menez in un primo tempo con due rigori solari negati ai biancocelesti e la giustizia arriva solo nelle ripresa: doppietta di Parolo, in mezzo il sigillo di Klose per una vittoria che vale il terzo posto per una notte.

Emozioni forti
Alle 20.44 del 24 gennaio 2015 torna la maglia bandiera. Non sono Fiorini e Poli come nel 1987 a indossarla ma Klose e Mauri. I trentacinquemila dell’Olimpico si stropicciano gli occhi, qualcuno piange in tribuna, tutti quelli con i capelli bianchi provano a spiegare ai loro figli, ai loro nipoti che cosa abbia rappresentato nella storia della Lazio la mitica divisa degli eroi del -9. Olympia vola e sceglie la curva Sud per adagiarsi al suolo dopo il solito show (stavolta meno preciso) che strappa gli applausi anche ai mille tifosi del Milan.

Avvio choc
Due minuti e potrebbe esserci la svolta a favore della Lazio: cross dalla destra, Radu anticipa Bonaventura che lo atterra. E’ rigore per tutti, per tutte le moviole, non per Mazzoleni che fa finta di nulla e, poco dopo ammonisce, il difensore rumeno e Alex per proteste (il laziale sarà anche squalificato per Cesena). Pubblico imbufalito, Pioli s’infuria, Lotito prova a fare finta di niente (ma il club non era potente nel palazzo del calcio? Bah). Se poi a questo clamoroso abbaglio arbitrale si unisce la sfiga cosmica che attanaglia Biglia & Co. Basta perde palla su Menez che impallina Marchetti dopo una corsa di trenta metri.

Proteste e vergogna
Detto che poi nel primo tempo il Milan fa un catenaccio e la Lazio spreca con Klose e Candreva due occasioni solari per il pareggio, c’è anche un altro rigore solare per una trattenuta galeotta di Mexes su Mauri. E qui cominciano i limiti dei biancocelesti che sono incapaci di chiedere con veemenza spiegazioni all’arbitro. Emblematica l’uscita dal campo dopo il fischio finale della prima frazione: nessuno circonda il direttore di gara, Pioli scappa negli spogliatoi e così Mazzoleni esce tranquillo accompagnato amichevolmente da Montolivo e Mexes. Tant’è, non c’è possibilità anche perché Lotito ha scelto la linea soft visto il ruolo in Figc. Se al presidente va bene così?

I lampi laziali
Si riparte e in quattro minuti la banda Pioli raccoglie i frutti del suo dominio. Klose sale in cattedra, prima confeziona l’assist per Parolo che fa secco Diego Lopez con un sinistro al volo da cineteca, poi sfrutta l’errore in disimpegno della coppia Montolivo-Mexes e regala il raddoppio alla Lazio. Inzaghi corre ai ripari: dentro Cerci e Pazzini, si passa al 4-2-3-1 per rimettere in piedi la partita. A quel punto De Vrij chiede il cambio, tocca a l brasiliano Mauricio all’esordio senza nemmeno un allenamento con la squadra ma non ci sono alternative.

Sfortuna cosmica
Alla Lazio può anche succedere che mentre Parolo realizzi il meritato 3-1 ma nell’azione che manda in delirio l’Olimpico Djordjevic, appena entrato al posto di Klose, si infortuni gravemente (il pallone gli resta sotto): si teme un lungo stop. E così la festa per tre punti d’oro viene sporcata dalle lacrime del centravanti serbo. Ma che notte da veri laziali.

 

(Il Tempo) 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Lazio Women

SERIE B FEMMINILE | Tavagnacco-Lazio Women, le formazioni ufficiali

Published

on

 


Nella seconda giornata di Serie B femminile, la Lazio Women affronta fuori casa il Tavagnacco. Dopo il pareggio amaro contro il Brescia, le biancocelesti tenteranno di recuperare i punti persi. Di seguito, le formazioni ufficiali:

TAVAGNACCO: Marchetti; Novelli, Donda, Fischer, Demaio, Maroni, Novelli, Magni, Taborda, Licco, De Matteis
All. Alessandro Recenti

LAZIO WOMEN (4-3-1-2): Guidi; Pittaccio, Falloni, Kakampouki, Toniolo; Castiello, Eriksen, Proietti; Colombo; Chatzinikolaou, Visentin
All. Massimiliano Catini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW