Connect with us

Rassegna Lazio

Felipe Anderson show vuole una maglia. Mauricio-de Vrij, prove di difesa

Published

on

 


Chiedimi se sono Felipe, risponde il campo: Anderson show a Formello, il brasiliano sta tornando in forma. Il rodaggio col Genoa, ieri un tempo nell’amichevole a sorpresa contro il Vilanova (7-0): doppietta e una giocata dietro l’altra. In grande spolvero anche l’amico Keita (seconda punta nella ripresa nel 4-3-1-2): ora il Balde giovane chiede spazio, ieri riusciva a mostrare il suo talento solo grazie all’assenza dei big. In realtà, domenica a Udine, mancherà Mauri (squalificato), ma non sarà facile scalzare Candreva, nonostante Antonio sia ancora lontano dai suoi tempi migliori. I baby comunque vogliono mettere in difficoltà Pioli: doppietta rapace anche per Perea in amichevole, sotto lo sguardo del maestro Klose affacciato in tribuna al Fersini. E che meraviglia la punizione nel sette di Cataldi dai 20 metri. Come ai tempi dell’Under 21 contro la Romania o, meglio ancora, della Primavera nella finale scudetto con l’Atalanta. Altri obiettivi, adesso Danilo mira l’Europa biancoceleste. La Champions oggi sembra di nuovo un miraggio. Anzi, rivedi Udine, un presagio. Un tabù dietro l’altro, torna Berisha fra i pali. Etrit in volo dovrà respingere la sua cattiva sorte: con lui in porta 5 (su sei presenze) delle 8 sconfitte della Lazio. Davanti al portierino in difesa esordio dal primo minuto per la coppia de Vrij-Mauricio. Cana squalificato, Ciani si allena ancora a Bordeaux col consenso della Lazio: il francese sta recuperando da uno stiramento al retto femorale, ma fa effetto vedergli sfoggiare addirittura fiero la tuta dei girondini. Giallo sui tempi di recupero di Lulic: continua la spola fra la Germania e Roma per la lesione al legamento del ginocchio. Lo staff medico dovrà fare chiarezza.

Il Messaggero 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Rassegna Lazio

CorSera | Lazio, Immobile solo 6 gol ma da gennaio sarà l’arma in più

Published

on

 


Un’arma in più, forse perfino quella principale. Per rientrare, a fine campionato, fra le prime quattro, nella seconda parte della stagione Sarri potrà tornare a sfruttare Immobile. Il capitano della Lazio, dopo 15 giornate di campionato, è fermo a 6gol (in 5 hanno fatto meglio di lui). Mai, da quando è a Roma, aveva segnato così poco. Complici gli infortuni l’attaccante biancoceleste ha giocato solo 11 partite, ma in 2 di queste (Udinese e Monza) ha totalizzato appena 33 minuti. Rispetto ai suoi standard è stato poco presente e, di conseguenza, ha segnato meno. Come media realizzativa però non è affatto la sua peggiore stagione. In questa edizione della serie A Immobile ha segnato un gol ogni 136 minuti giocati. Nelle prime 15 del campionato 2016-17 aveva segnato 9 reti (quindi il 50% in più rispetto al 2022-23), ma, considerando il tempo trascorso in campo, aveva fatto peggio (una rete ogni 145 minuti). In tal senso, sempre considerando le prime 15 partite di serie A, l’annata migliore di Immobile è stata quella 2019- 20, quando era a quota 17 con una media di un centro ogni 70 minuti. Nel campionato in corso non ha potuto dare il contributo che solitamente garantisce, ma da gennaio tornerà finalmente riposato. Non vorrebbe chiudere il campionato con meno di 20 centri (da quando è a Roma gli è capitato solo nel 2018-19, quando si fermò a 15): servirebbero 14 reti nelle restanti 23 giornate. Non impossibile. «Nella classifica marcatori all time della serie A ci sono nomi importanti che hanno fatto la storia del calcio – ha detto a Sport Italia -. Sono scaramantico sui numeri, non li leggo tanto. Mi affido a quello che succede in campo e alla squadra che mi aiuta a scalare queste classifiche. Alla fine vedrò dove sarò arrivato». Il pensiero dunque c’è. E con Sarri che ha rivisto le proprie idee tattiche per permettere alla Lazio di cercare più la profondità esaltando così le caratteristiche di Immobile, Ciro può effettivamente continuare a scalare la classifica marcatori di tutti i tempi. «Non ho mai visto una perso- na avere più passione per il calcio di quella che ha il mister – ha spiegato Immobile -. Ha dedicato, dedica e dedicherà la sua vita al calcio». Un po’ come lui, che la dedica alla ricerca del gol. Per questo da gennaio Immobile può essere un’arma in più per Sarri. CorriereDellaSera/Elmar Bergonzini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW