Connect with us

Rassegna Lazio

Il mistero del ginocchio di Lulic. La Lazio «convoca» il bosniaco

Published

on

 


 

Si va dalla semplice lesione alla rottura totale del legamento collaterale. Le voci si sovrappongono, aumentando il thrilling: che fine ha fatto Senad Lulic? È un giallo che prende inizio dal 3-0 rifilato alla Sampdoria, 5 gennaio, una serata perfetta per la Lazio tranne che per l’infortunio del bosniaco: «Lesione di secondo grado al legamento collaterale», recita il bollettino medico, che stima in 40 giorni i tempi di rientro. Prognosi che lo staff medico conferma il 30 gennaio. Si parla di un protocollo che va avanti senza problemi e si annuncia il rientro in gruppo «per la prossima settimana». Ma Senad a Formello non si vede. Club e giocatore procedono su rette parallele. Lo si intuisce quando Lulic parla al portale bosniaco Klix.ba: «Il mio recupero sta andando per il meglio, ma ho bisogno di più tempo – dice -. Lavoro sodo per tornare a disposizione il prima possibile, ma non so quando sarà e non voglio mettermi fretta». È nelle sue facoltà. L’accordo collettivo permette ai giocatori di scegliere come e dove farsi curare. Lulic sceglie la Germania, la clinica del professor Müller-Wohlfahrt, che ha già in gestione la salute di Klose. La Lazio smentisce qualsiasi complicazione, ma, di fatto, dopo aver perso le tracce, perde pure la pazienza e convoca il giocatore a Roma, fissando il giorno limite: giovedì o venerdì della prossima settimana. Lulic, così, è atteso in Paideia per le visite di controllo, check-point fondamentale per rifare da capo la prognosi, visto che i tempi di guarigione sono stati abbondantemente sforati. Il ginocchio del bosniaco sarà visitato il 19 o il 20 febbraio, cioè 45 giorni dopo l’infortunio. Poi passerà altro tempo per il rientro nelle disponibilità di Stefano Pioli. Dal 5 gennaio fino a data ancora da destinarsi, insomma: oggi la Lazio proverà a fare chiarezza.

Corriere della Sera ed. Roma 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Rassegna Lazio

Il Messaggero | Sarri, con Vecino e Milinkovic ora ci sono tutti

Published

on

 


Tornano i due giocatori eliminati in Qatar e il tecnico ha l’intera rosa a disposizione.

Come riportato da Il Messaggero, Sarri imposta da subito il lavoro con la squadra. Come dimostrano i numeri, l’attacco è sempre lo stesso con 35 reti segnate, mente la difesa è in crescita con 22 gol subiti tra Serie A ed Europa League (10 in meno rispetto allo scorso anno). Al conto va aggiunta la crescita delle seconde linee, in campo 726 minuti in più triplicando l’influenza nei gol segnati: in 14 casi (anzi che i 5 del 2021/22) c’è lo zampino dei subentrati. Tutto questo abbassando l’età media da 28,5 anni a 27,7 anni. Il risultato è stata l’eliminazione dall’Europa League, ma anche l’ambito quarto posto in campionato, rispetto al nono dello scorso anno.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW