Connect with us

Per Lei Combattiamo

Marotta, frasi al veleno: “Pericoloso ed inquietante il potere di Lotito…”

Published

on

 


Non usa giri di parole e non lesina toni durissimi, Beppe Marotta, per soffiare con ancora più forza sulla polvere sollevata nel mondo del calcio italiano dai giudizi espressi da Claudio Lotito, presidente della Lazio e consigliere federale, durante una conversazione telefonica registrata da un dirigente dell’Ischia. In cui Lotito fa di tutto per apparire come il “deus ex machina” del sistema calcio in Italia: Beretta non decide nulla, grazie a Lotito con i diritti tv la Lega di A ha incassato 1,2 miliardi e soprattutto quel “Carpi e Frosinone in A sarebbe la rovina”, che tanto ha indignato chi considerare il “sogno” componente imprescindibile del gioco più bello del mondo.

“LOTITO TROPPO POTERE: PERICOLOSO” – “E’ uno scenario inquietante – attacca il direttore generale della Juventus, poco prima del posticipo serale di Cesena -, dove il rispetto non esiste più. Si parla poco di calcio, mi sembra di essere tornato al Medioevo, più precisamente al feudalesimo, dove c’erano feudatari, vassalli e valvassori. Noi non condividiamo questo sistema, per nulla”. “Il nostro presidente – ricorda Marotta ai microfoni di Sky Sport – in tempi non sospetti è stato uno degli estensori del progetto di riforma da consegnare al presidente federale. Noi riteniamo inadeguati i vertici societari. Penso a Tavecchio, ma penso che, come detto a settembre, accentrare troppo i poteri nelle mani di una sola persona, Lotito nello specifico, sia pericoloso. E’ uno scenario inquietante”.

“SERVE INTERVENTO ESTERNO” – Beppe Marotta si dissocia dalle modalità con cui il Lotito-pensiero è finito sulle prime pagine, attraverso una conversazione telefonica in cui il presidente della Lazio non sapeva di essere registrato. “Il modo con cui sono emerse certe dichiarazioni va biasimato” ribadisce il dirigente bianconero, che poi entra nel merito di quella “chiacchierata”. “Ci sono concetti espliciti sui quali non siamo d’accordo – sottolinea Marotta -: dire che Beretta non conta nulla, che Abodi è un cretino. Sono esternazioni molto gravi per un consigliere federale. La riforma va fatta, ma noi non condividiamo il modus operandi, non siamo contenti e fautori delle persone che la stanno portando avanti”. Cosa accadrà adesso? “La Juve è un voto in assemblea, dobbiamo accettare la democrazia – ammette Marotta -. Noi siamo pronti a battagliare, però contro i mulini a vento è difficile farlo. Dall’interno un cambiamento lo reputo impossibile, serve forse un intervento esterno. All’estero sorridono di noi per questo scenario inquietante, per la mancanza di etica”.
“LOTITO MILLANTA” – L’ultima stoccata di Marotta è diretta personalmente a Claudio Lotito: “Millanta molto, non è così potente, ma le società minori possono sentirsi più in tensione”.

larepubblica.it 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

MONDIALI 2022 | Corea del Sud-Portogallo, le formazioni ufficiali

Published

on

 


A pochi minuti dal fischio d’inizio tra Corea del Sud e Portogallo, le due formazioni hanno comunicato le proprie formazioni ufficiali:

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW