Connect with us

Per Lei Combattiamo

FOCUS – De Vrij-Mauricio, la Lazio ha trovato la sua coppia di guardiani

jacoposimonelli@yahoo.it'

Published

on

 


Infortuni, infortuni e ancora infortuni. Il reparto arretrato quest’anno è stato falcidiato. Soprattutto quello dei difensori centrali. De Vrij, Gentiletti, Ciani e Cana. Nessuno è stato esente da problemi fisici. Il più sfortunato è stato sicuramente l’argentino, che si è rotto il crociato nella disgraziata trasferta di Genova a inizio stagione. Un infortunio pesante, visto che l’ex San Lorenzo sembrava completarsi alla perfezione con De Vrij. Quest’ultimo, invece, è da considerarsi ormai un autentico leader difensivo. Anche lui ha avuto i suoi problemi fisici, è vero, (la fascite plantare ancora lo tormenta, ndr) ma fortunatamente non è mai dovuto restare fuori a lungo. Accanto a lui si sono alternati 4 centrali (Radu escluso), ma nonostante questo il suo rendimento è stato sempre impeccabile. Dopo Gentiletti ha fatto infatti coppia con Ciani, ma anche il francese è finito ko. Così è arrivato il turno di Cana, anche lui non sempre al meglio. Ed è stato proprio con l’albanese che l’ex Feyenoord ha giocato più partite. Ma non sempre le cose sono andate bene. Cana è sì un ottimo centrale ma rimane pur sempre un mediano. Così, a gennaio, ecco la svolta. Dallo Sporting Lisbona arriva Mauricio. Tutti pensano già al duo De Vrij-Mauricio, ma nonostante il brasiliano abbia debuttato nella gara contro il Milan (subentrando proprio a De Vrij, ndr), tra infortuni e squalifiche i due hanno giocato per la prima volta in coppia solo ieri. Ed è stato un successo. L’olandese ha mostrato la solita sicurezza, annullando Thereau, mentre Mauricio si è preso cura della bestia nera Di Natale, ieri innocuo proprio grazie al centrale classe’88.

Ora la speranza è che la sfortuna lasci stare la Lazio, così da permetterle di scoprire quanto potrà proteggerla questo strano binomio olandese-brasiliano. Senza scordarsi, ovviamente, di Gentiletti, in campo ad aprile. L’Europa passa prima da loro.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW