Connect with us

Per Lei Combattiamo

Carlo Zazza: “Prima del 26 maggio, Radu era inavvicinabile e Ledesma la sentiva tantissimo”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


 

E’ intervenuto a “I Laziali Sono Qua”, trasmissione radiofonica in onda dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 sugli 88.100 FM, l’ex fisioterapista della Lazio dal 2007 al 2013, Carlo Zazza:

Carlo quali sono stati i momenti più belli che hai vissuto alla Lazio da tifoso quale sei?

Ce ne sono due: uno è la finale di Pechino in Supercoppa Italiana contro l’Inter di Mourinho, l’altro è il Derby vinto in finale di Coppa Italia contro la Roma.

Ci sveli come vivevano la vigilia del 26 maggio 2013 i giocatori della Lazio?

Con grande fibrillazione. Non era mai successo di giocare una finale contro la Roma. Erano tutti molto tesi. Su tutti posso citare Stefan Radu e Cristian Ledesma. Radu era completamente inavvicinabile, non faceva altro che parlare della partita. Ledesma non lo faceva vedere, ma vi assicuro che la sentiva tantissimo.

Quando si sono resi conto di quello che avevano regalato al proprio popolo?

Magari non subito, perchè c’è l’adrenalina del momento, ma quasi. La sera dopo siamo andati tutti a cena insieme e abbiamo festeggiato con la piena consapevolezza dell’impresa fatta.

Con quale calciatore hai instaurato il miglior rapporto?

Con tanti. Cito Tommaso Rocchi che è appena uscito dal mio centro fisioterapico per risolvere un problema fisico che ha riportato giocando in Ungheria, ma anche Miro Klose, un campione vero dentro e fuori dal campo.

Tu hai vissuto il periodo di Delio Rossi. Non trovi che come meticolosità del lavoro sia simile a Stefano Pioli?

Sì, credo che sia corretto. Sono entrambi uomini di campo e sanno tirare fuori il meglio dai giocatori che hanno a disposizione. La Lazio di Delio aveva meno valori tecnici rispetto a quella di Pioli, ma la mentalità è pressoché la stessa.

Chi ti piace di più dei singoli?

I giovani, quindi Cataldi, Keita e Felipe Anderson. Cataldi e Felipe Anderson si stanno imponendo in modo molto deciso. Keita ha bisogno di maturare ancora un po’, ma scommetto che diventerà un grande giocatore. 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, buona la prima: rimonta sul Bologna – FOTO

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


La società biancoceleste pubblica una foto del post partita di LazioBologna, prima gara della stagione 2022/23. Allo stadio Olimpico la squadra di Maurizio Sarri trova il gol del pareggio con l’autogol di De Silvestri e rimonta con la rete del 4 volte capocannoniere in A, Ciro Immobile.

Arriva il commento di Sergej Milinkovic Savic. Il Sergente è stato decisivo anche in questa partita, servendo l’assist al bacio per il gol vittoria di Ciro Immobile.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sergej Milinkovic Savic (@sergej___21)

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW