Connect with us

Per Lei Combattiamo

Le pagelle di Lazio-Napoli

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

LAZIO

Berisha 5,5: insicuro in un paio di uscite, Higuain lo grazia nel primo tempo. Nella ripresa, si fa scartare dal Pipita in occasione del pareggio di Gabbiadini.

Basta 6,5: sempre propositivo in fase offensiva, mette in grande difficoltà Mertens e, tenendolo basso, riesce a contenere il genio del belga.

De Vrij 6: leader della difesa, riesce a contenere, pur con qualche fatica, il potenziale offensivo dei partenopei.

Mauricio 6: ingaggia sin dai primi minuti una battaglia sul piano fisico con Higuain. Tutto sommato, non sfigura al cospetto di uno dei migliori attaccanti del calcio italiano.

Radu 6: buona copertura in fase difensiva, si propone con più continuità nella ripresa. Prezioso il suo aiuto a Mauricio, raddoppiando su Higuain.

Cataldi 6,5: il ragazzino continua il suo processo di crescita, senza intimorirsi davanti ad avversari più affermati. La stoffa c’è, se non si brucia, ha un grande futuro davanti a sé.

Biglia 6: solita prova d’ordine in mezzo al campo, rispetto ad altre uscite manca un po’ di brillantezza al momento di innescare gli attaccanti.

Parolo 5,5: imbrigliato dai centrocampisti partenopei, mancano i suoi inserimenti. Nel primo tempo, si fa murare da pochi passi.

Candreva 5,5: da lui ci si aspetta molto di più. Non riesce ad incidere, e i suoi dirimpettai glielo permetterebbero. Non è nel suo momento migliore, come visto a Reggio Emilia con il Sassuolo (dal 72′ Keita 5,5: in venti minuti, avrebbe tempo e modo di incidere. Più volte si intestardisce nel dribbling, uscendone sempre sconfitto).

Klose 6,5: immortale, fallisce un paio di chance ad inizio gara, ma al terzo tentativo non sbaglia, freddando Andujar (dall’82’ Perea s.v.).

Felipe Anderson 6,5: il brasiliano alterna lampi di talento ad ampie pause nel corso del match. Dal suo piede parte l’assist per il goal di Klose.

Pioli 6,5: imposta alla grande la partita, mettendo in difficoltà gli avversari sin dai primi minuti. Il risultato è una beffa, ma la prestazione dei suoi lascia ben sperare.

NAPOLI

Andujar 5,5: più volte incerto in uscita, non può nulla in occasione del goal. I compagni lo salvano da un passivo peggiore.

Mesto 6: la serata storta di Candreva è anche merito suo. Contiene bene l’esterno avversario, senza spingersi in avanti.

Albiol 5,5: nella prima frazione di gioco, Klose si infila più volte alle sue spalle, punendo la sua lentezza. Duella con il tedesco nella ripresa.

Britos 5: stesso discorso del compagno, è responsabile in occasione della rete di Klose. Salva la sua porta in chiusura di primo tempo (dal 77′ Koulibaly s.v.).

Ghoulam 5,5: Felipe Anderson lo mette in grande difficoltà con i suoi lampi, anche in fase di spinta non riesce a proporsi con la giusta costanza.

Inler 5,5: non riesce a rilanciare l’azione con continuità. Nervoso in mezzo al campo, viene ammonito per un fallo su Felipe Anderson.

David Lopez 6: solita prova di sostanza in mezzo al campo. Fa ciò che gli viene chiesto, senza eccedere in virtuosismi che non gli competono.

Gabbiadini 6,5: ancora una volta, è lui a togliere le castagne dal fuoco. Arrivato come alternativa, è ormai indispensabile. Suo il goal del pari (dal 73′ Callejon 5,5: non sta attraversando un buon momento, anche oggi manca lo spunto dei giorni migliori).

De Guzman 5: non riesce a giostrare tra le linee come gli chiede Benitez, spesso è un corpo estraneo nell’azione dei partenopei. Si mette in mostra, in negativo, per una lite con Pioli (dall’81’ Hamsik s.v.).

Mertens 5: il belga è completamente irriconoscibile. Ancora una volta, non salta mai il diretto avversario, e soffre in fase di copertura, lasciando spesso solo Ghoulam.

Higuain 6: sbaglia un goal facilissimo per  le sue qualità, in chiusura di primo tempo non trova l’angolo giusto. Con un suo tiro, mal calibrato, propizia la rete di Gabbiadini.

Benitez 6: nel confronto diretto con Pioli, perde la sfida sul piano tattico. Il risultato, però, lo premia, anche considerando la gara di ritorno al San Paolo

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, Evacuo: “Cancellieri giocatore molto forte con un futuro roseo davanti. Sarri esalta gli esterni, è un buon innesto”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

L’ex calciatore biancoceleste Felice Evacuo è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel per parlare di Lazio. Più nello specifico, l’ex attaccante, si è soffermato sul nuovo arrivato Matteo Cancellieri, sul prossimo campionato di Serie A e su due singoli biancocelesti, Francesco Acerbi e Ciro Immobile. Queste le sue parole: “Cancellieri è un giocatore molto forte con un futuro roseo davanti. Sarà un banco importante di prova per lui. È un giovane di prospettiva, potrà affrontare al meglio questo salto della sua carriera.

Sarà importanti avere molte alternative in una stagione come la prossima, Sarri poi è un allenatore che esalta gli esterni e quindi Cancellieri è un buon innesto.

Acerbi ha dimostrato di essere un buon difensore, se la Lazio decidesse di trattenerlo non sbaglierebbe. I biancocelesti avranno tutte le carte in regole per giocarsela con le altre concorrenti, poi la Serie A è un campionato particolare.

Immobile è un calciatore che si mantiene sempre in ottima forma, fin quando sarà così farà la differenza nella Lazio”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW