Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Parma, la FIGC rischia il commissario

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 manenti_333

Potrebbe essere il venerdì nero della Figc quello di questa settimana, quando intorno allo stesso tavolo si riuniranno i presidenti delle squadre di Serie A per discutere della situazione del Parma. La crisi debitoria (88 milioni di euro) e le due partite di campionato saltate potrebbero finire per coinvolgere anche la Federcalcio di Carlo Tavecchio che rischia addirittura il commissariamento. Che le cose si stessero mettendo male per la Figc si era capito quando il presidente del Coni, Giovanni Malagò, aveva detto: “Sul Parma aspettiamo l’assemblea di Lega, poi mi confronterò con il sottosegretario Graziano Delrio (con delega allo Sport): se nessuno si prende le responsabilità, allora saranno le istituzioni a individuare di chi è la colpa”. Si teme quindi che il passo successivo, sia proprio il commissariamento della Figc che, oltre dirigere e organizzare l’attività della Nazionale, ha anche il compito di controllo sulle società.

A regolamentare la situazione potrebbe intervenire l’articolo 23 dello statuto del Coni che, al punto 3, recita: “La Giunta Nazionale vigila sul corretto funzionamento delle Federazioni sportive nazionali. In caso di accertate gravi irregolarità nella gestione o di gravi violazioni dell’ordi – namento sportivo da parte degli organi federali, o nel caso che non sia garantito il regolare avvio e svolgimento delle competizioni sportive, ovvero in caso di constatata impossibilità di funzionamento dei medesimi, propone al Consiglio Nazionale la nomina di un commissario”. Con il Parma che non scende in campo da due partite, manca quel regolare svolgimento del campionato, come cita l’articolo dello statuto del Coni. La possibilità di un commissariamento fa paura a molti al punto che intorno al tavolo della Lega Calcio, venerdì prossimo, ci sarà – come ha annunciato lui stesso –anche Carlo Tavecchio. Presenza necessaria per prendere una decisione “dal basso” e evitare l’inter – vento del Coni e del governo poi, che ha già monitorato (e come ogni monito è rimasto tale) dopo che il Fatto aveva raccontato la storia dei libri scritti da Tavecchio acquistati dalla Figc e anche dalla Lnd, seppurin momenti diversi.

Venerdì prossimo, per evitare l’arrivo di un commissario, si farà di tutto per trovare soluzioni diverse: saldare il debito del Parma con i soldi della Lega oppure definire il crac della squadra con tanto di dimissioni. Il 19 marzo prossimo poi sarà il tribunale di Parma a decidere sull’istanza di fallimento. Intanto si aspetta il risultato di venerdì, anche se l’idea di un commissariamento sembra lontana ai più: nessuno perde senza combattere il proprio potere, figuriamoci nel calcio.

(Il fatto quotidiano) 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio-Verona, ecco la designazione arbitrale

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Lazio-Verona sarà uno dei primi anticipi dell’ultima giornata di Serie A e si giocherà sabato sera alle 20.45. Ad arbitrare la gara sarà Colombo, coadiuvato da Palermo e Bercigli. Il quarto uomo sarà Volpi e al Var e all’Avar ci saranno rispettivamente Dionisi e Serra.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW