Connect with us

Per Lei Combattiamo

Manfredini: “Per la semifinale vedo ancora favorita la Lazio. In campionato punterei al secondo posto”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 p8801-620x350

Serata dal retrogusto amaro per la Lazio. Christian Manfredini, in diretta su Radio IES, accende le speranze di qualificazione per i biancocelesti e la proietta in vetta alla classifica: “Nella fase finale di competizioni così importanti arrivano sempre le squadre più forti quindi una partita come quella di ieri sera che finisce in pareggio è abbastanza preventivabile. Il primo tempo la Lazio è stata padrona del campo e il Napoli ha sofferto, nella ripresa il Napoli ha avuto più occasioni frutto dell’iniziativa e della qualità dei singoli. Nella sfida singola a volte non emergono i valori reali di due squadre, ma nell’ottica dei 180 minuti è più probabile riuscire a far valere la propria forza. Quindi vedo ancora la Lazio favorita. La Lazio ha mostrato di saper esprimere un gioco di squadra migliore rispetto al Napoli. Un concetto di calcio esaltato dalla qualità dei suoi giocatori. Felipe Anderson è in un momento magico. Non mi aspettavo che fosse cosi forte, non credevo che potesse esprimersi a questi livelli. Adesso è fantastico, un giocatore di un’altra categoria. Vediamo se saprà confermarsi. In molti hanno le potenzialità poi però si fermano nel percorso di crescita, rimangono ottimi calciatori ma non diventano i fenomeni che potevano essere con il loro prospetto di potenzialità. Io giocavo con Zarate ma pensate anche a Sanchez, che sembrava potesse diventare uno dei migliori al mondo invece ad oggi è rimasto un ottimo giocatore ma non è esploso definitivamente. Ce lo dirà lui se diventerà un top player. Si parla solo di Felipe Anderson perchè è quello che ha dato più continuità al suo momento straordinario. Decisivo per la sua squadra ogni volta che prende il pallone. La Lazio è una bella squadra, divertente e completa nell organico. Deve puntare al secondo posto l’obiettivo è quello. Manca solo la maturità della grandissima squadra, ma quella non si può comprare si acquisisce con l’esperienza e con la voglia di continuare a rinforzare la rosa. La Lazio e i suoi tifosi vogliono lottare per lo scudetto e per farlo non puoi sbagliare nulla, dal mercato alla costruzione di un percorso che deve avere continuità con i giocatori già presenti e l allenatore. La Lazio adesso sta vivendo un buon momento, ha sistemato anche la sua posizione finanziaria. Adesso deve puntare allo scudetto. Non quest anno ma magari il prossimo. Vincere una Coppa Italia va bene ma poi bisogna crescere c’è bisogno di altri obiettivi non basta più accontentarsi è giusto pensare a migliorarsi anche perchè la Lazio ha tutte le possibilità per pensare in grande. Tare sta facendo un ottimo lavoro. Nella società ci sono tante figure ma alla fine decide tutto Lotito, però tra i tanti meriti che è giusto attribuirgli non c’è quello di poter avere la competenza di scegliere i calciatori, quindi bravo Tare. E’ cresciuto nel suo lavoro. Quando è diventato direttore sportivo siamo rimasti tutti sorpresi perchè è successo tutto all’improvviso dalla mattina alla sera. Io avevo un ottimo rapporto quando era compagno nello spogliatoio poi sono cambiati i ruoli. Lui diventa dirigente e tu resti giocatore. Non è facile perchè cambiano i ruoli e i rapporti inevitabilmente cambiano, ognuno deve fare il suo lavoro e comunicare certe scelte non è semplice perchè da una parte sei visto ancora come un compagno di squadra ma dall’altra hai delle responsabilità diverse e devi assumerti l’onere di comunicare certe decisioni”

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

CalcioMercato

Lazio, fissato l’arrivo di Mario Gila: ecco quando approderà nella Capitale

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Inizierà domani l’avventura alla Lazio di Mario Gila. Il difensore spagnolo classe 2000, centrale di difesa di piede destro, è stato acquistato dal club biancoceleste: nelle casse del Real Madrid andranno 5 milioni di euro. TuttoMercatoWeb

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW