Connect with us

Per Lei Combattiamo

Cataldi: “Il Napoli sarà fino alla fine del campionato il nostro avversario. Io capitano?Ci spero, in futuro.. “

Published

on

 


Su di lui la Lazio ci ha puntato fortemente già in estate, decidendo di tenerlo in rosa. Poi il lungo infortunio e a gennaio,finalmente, l’esordio in serie A. Ora è titolare inamovibile del centrocampo di Pioli. L’ex primavera laziale è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio. Queste le sue parole:

Sulla gara contro il Napoli in Coppa Italia:“Contro il Napoli ho fatto una buona gara, forse sono un po’ calato nel tempo. Ho sperato fino all’ultimo che segnassimo il secondo gol, ma siamo tranquilli. Andremo a Napoli per prenderci la finale. Sia in Coppa che in campionato abbiamo dimostrato di giocare alla pari con la squadra di Benitez.  Il Napoli sarà fino alla fine il nostro avversario. Con  loro ci giocheremo l’accesso in Champions e la finale di Coppa.”

Sul passaggio perfetto di Parolo davanti alla porta avversaria: “Ho sperato che mi arrivasse il pallone ma purtroppo non è passata c’era il difensore del Napoli”. Su tiro allo scadere del secondo tempo: “La palla è rimasta lì e siccome era lenta c’ ho provato ma ero troppo stanco. Non ho avuto la lucidità di stoppare il pallone e andare avanti”.

Sul centrocampo della Lazio: “Biglia è un grande campione e gli avversari cercano in tutti i modi di bloccarlo. A turno io e Parolo cercavamo di prendere la palla bassa per dare un aiuto nell’impostare. Senza dubbio la mano del mister è evidente. La nostra proposta di gioco non cambia a seconda dell’avversario o se giochiamo all’Olimpico o no. Abbiamo una nostra identità ed in ciò è stato bravo Pioli.

Sulla prossima gara contro la Fiorentina: Sarà una  partita difficile, loro sono nel  miglior momento della stagione. Verranno qui a giocare la partita a viso aperto. Gli acquisti invernali  li hanno aiutati molto. Soprattutto con Salah. Noi giochiamo davanti al nostro pubblico e vogliamo assolutamente i tre punti, anche per la classifica”. 

Sui giovani in rosa e sulla fase difensiva della squadra: Il mister non è uno che si sofferma molto sulla carta d’identità. Se un ragazzo è bravo, ha le opportunità di giocare. Sono dell’idea che, alla resa dei conti, sia sempre il campo a parlare. Il nostro primo difensore è il centravanti, quando la fase difensiva funziona è davvero merito di tutti. Klose è un campione in tutto e per tutto, non c’è molto da dire sulla sua levatura”.

Il primo gol in serie A: “Non ci penso, è meglio così “.

Sulla possibilità di diventare capitano in futuro: “Speriamo sarebbe bellissimo, ma  è difficile! Sono solo all’inizio della mia carriera ma ci spero in futuro . Piano piano magari potrò raggiungere anche questo obiettivo”.

Sulla Nazionale: “Per il momento la mia rappresentativa nazionale è l’Under 21, con cui voglio vincere l’Europeo questa  estate. La Nazionale maggiore  è lo step successivo, non bisogna forzare troppo  il passo”.

Infine sul rapporto con i tifosi“Credo che il rapporto tra tifosi e la squadra sia fondamentale, soprattutto a Roma e per noi laziali. Con loro abbiamo instaurato un bellissimo rapporto anche perchè hanno capito  tutto quello che diamo sul campo, tutta la nostra rabbia. Oltre a vincere dobbiamo sempre onorare questa maglia”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Tempo| Lazio, vicini a quota 35.000 spettatori per domenica. Possibile chance dal 1′ per Cancellieri

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


L’abbraccio della squadra a Luis Alberto che ieri ha spento 30 candeline a Formello: «Festeggio con la mia seconda famiglia» a confermare che il mago è sereno dopo un’estate tormentata. Nel frattempo oggi prevista la risonanza alla coscia di Immobile per capire se ci siano margini per un recupero in extremis, il capitano vorrebbe prendere parte al match di domenica a tutti i costi. Nel frattempo si scalda Cancellieri, Sarri potrebbe optare per l’ex Verona per non rischiare Ciro, anche in vista dei prossimi impegni che la Lazio si troverà ad affrontare in pochi giorni.

Nell’allenamento di ieri Lazzari ancora a parte ma già nella seduta odierna dovrebbe agreggarsi al gruppo. Da verificare anche le condizioni dei nazionali (Marusic, Hysaj, Gila, Vecino e Milinkovic). L’Olimpico si appresta a vivere un’altra grande giornata,  sono già poco meno di 35.000 gli spettatori per la sfida di domenica. Oltre ai 26.193 abbonati, quasi ottomila tifosi hanno comprato il biglietto. Oggi il presidente Lotito, alla prima uscita ufficiale da senatore e Immobile saranno presenti in Vaticano alla presentazione della «Partita della Pace».

Il Tempo

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW