Connect with us

Per Lei Combattiamo

La Lazio sul velluto col Crotone e mette la freccia sulla Roma

Published

on

 


lazio primavera

La Lazio di Mister Inzaghi si sbarazza senza problemi del Crotone. Un 3-1 che non ammette replica e che permette alla Primavera laziale di salire a quota 41 in classifica e di poter scavalcare, in attesa di Empoli-Roma in programma quest’oggi alle ore 14:30, i rivali giallorossi fermi a 40.

LA PARTITA. La prima mezzora del match non vive di particolari emozioni, fino ad arrivare al momento clou che indirizza le sorti della parti inevitabilmente a favore della Lazio: al 28′ rigore per i biancocelesti e conseguente espulsione del portiere del Crotone Lewandowski. Dagli undici metri Oikonomidis non sbaglia e si va sull’1-0. Sullo scadere della prima frazione di gioco, però, arriva a sorpresa il pareggio della formazione calabrese con una conclusione di rara potenza dal limite dell’area di De Marco, sulla quale Guerrieri è costretto ad arrendersi. Pronti, via e nel secondo tempo la Lazio parte subito col piede premuto sull’acceleratore e trova il gol del nuovo sorpasso ancora con Oikonomidis che, con grande merito di Palombi che gli serve un assist d’oro, batte Calandra, subentrato a Lewandowski. Gli uomini di Inzaghi troveranno al 67′ anche il gol che chiude la partita con Pace che incastona il pallone all’incrocio.

IL TABELLINO:

Marcatori: 30′ Oikonomidis (L) rig., 42′ De Marco (C), 46′ Oikonomidis (L), 67′ Pace (L)

Lazio (4-3-3): Guerrieri; Pollace, Mattia, Prce, Germoni (51′ Dovidio); Murgia (64′ Rokavec), Pace, Verkaj; Palombi, Fiore (68′ Borecki), Oikonomidis.

A disposizione: De Angelis, Cotticelli, Antonucci, Quaglia, Condemi, Milani, Rossi, Capuano, Collarino. All. S. Inzaghi

 Crotone (3-5-2): Lewandowski; Assisi (35′ Colacchio), Riggio, Serleti, Nicoletti; Faiello, De Marco, Pupa (30′ Calandra), Cava; Otranto (64′ Morabito), Foresta.

A disposizione: Carveli, Moriggi, Drago, Moio. All. Tortora

Arbitro: Pasquale Boggi (sez. Salerno)

Assistenti: De Filippis; D’Alberto

Note: Espulsi Lewandowski (C). Ammoniti Germoni (L), Otranto (C), Foresta (C), Mattia (L), Nicoletti (C)

Recupero: 2′ pt; 3′ st


 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW