Connect with us

Per Lei Combattiamo

Una Lazio piazza affari

Published

on

 


lazio_fiorentina_13_28522_immagine_obig

IL SOGNO. La Champions nobilita la Lazio. La rincorsa della squadra di Pioli all’Europa che conta esalta non solo il lavoro dello staff tecnico e dei giocatori, ma anche quello che viene svolto dietro le quinte della società. Un metodo e una strategia che partono da lontano, cercando di sfruttare più le idee che le ricchezze economiche a cui possono attingere più facilmente corazzate come Juventus, Milan, Inter e Roma, ma anche Napoli se si aggiungono pure i soldi derivanti dalle televisioni. Entrare in Champions dà prestigio, denaro e possibilità di allestire una squadra ancora più competitiva. Non solo. L’ingresso nella competizione europea più importante darebbe la certezza di poter confermare i più bravi, anche perché sarebbero loro stessi a volersi giocare questa chance. E tutto ciò nonostante la rosa laziale cresca di valore ogni giornata di campionato che passa. Basti pensare che gioielli del calibro di Biglia, Candreva, de Vrij e Felipe Anderson non hanno la minima intenzione di lasciare la Capitale. Lotito potrebbe essere costretto a cedere qualche giocatore di livello solo nel caso in cui la Lazio non dovesse entrare nemmeno in Europa League oppure se arrivassero proposte davvero indecenti. E anche in questo caso non sarebbe detta l’ultima parola: basta vedere quanto è accaduto con l’arrivo del Real Madrid per Biglia, rimandato a casa con 18 milioni di euro più 2 di bonus.

IL METODO E LA STRATEGIA. Chi pensa che la Lazio sia una favola d’altri tempi o una squadra che all’improvviso sia sbocciata dal nulla, si sbaglia di grosso. Dietro a tutto c’è un progetto e un lavoro ben preciso, portato avanti dal duo Lotito-Tare, soprattutto negli ultimi due anni, inserendo pure l’arrivo di Candreva tre anni fa a circa un milione di euro poi riscattato a 10. Il diesse albanese è uno che studia e conosce il mercato e i giocatori che ne fanno parte meglio di quanto si pensi; il presidente entra nella fase finale di ogni trattativa e, nonostante qualche difficoltà caratteriale o altro, la porta avanti e la conclude. La base è partita l’anno scorso con l’arrivo di Biglia a 8,5 milioni di euro e Felipe Anderson a 9. Due affari estenuanti, quasi derisi, soprattutto quello del brasiliano, ora però l’argentino ne vale da 30 in su, almeno pare sia questa la cifra fatta al suo procuratore; mentre l’altro, al momento, ne vale 40, ma è una quotazione destinata a salire. E comunque, l’ex talento del Santos è incedibile, tanto che a breve il suo contratto verrà rivisto e il giocatore blindato ancora di più rispetto ad adesso. Per tornare a quest’anno, invece, la Lazio ha speso poco meno di 15 milioni: de Vrij 6,5, Parolo 5,5, Gentiletti 800.000 euro, Basta 500.000 euro (il riscatto è di 5,5 per giugno), con Djordjevic e Braafheid arrivati a zero. Decisamente meno della metà dei cinquanta e passa investiti dalla Roma, o dei quasi 40 della Juve e così via.

PREMI. Lungimirante è stato Claudio Lotito che sin da ottobre ha cominciato a parlare con i rappresentanti della squadra per stabilire i premi collettivi, primo fra tutti quello per la qualificazione in Champions League. Un montepremi di oltre 2 milioni di euro, quasi 100.000 euro a giocatore in caso di secondo posto, quindi accesso diretto all’Europa di prestigio, un po’ meno se la Lazio arriverà terza e via via a scendere fino all’ultimo posto utile per un piazzamento europeo. Da aggiungere c’è pure la coppa Italia. In caso di vittoria, i soldi potrebbero essere ancora di più. Per una volta tanto il patron sarà felicissimo di aprire il salvadanaio e prendersi così una bella rivincita.

(Il Messaggero) 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Lazio Women

10° SERIE B | Chievo Verona-Lazio Women 2-2 (7′ Proietti, 24′ Ferrato, 42′ Mascanzoni, 53′ Chatzinikolaou)

Published

on

 


🇮🇹 10° Serie B Femminile | ⚽ Chievo Verona-Lazio Women | 🗓️ 04/12/2022 |⌚ 14:30 | 🏟 Stadio Olivieri |📍 Verona | 📺 Eleven Sport | ⚖️ Santinelli | 🌥 10°


1′ PARTITI!

1′ Chievo Verona subito pericoloso in attacco

4′ Occasione per il Chievo Verona Women: Guidi nega il gol alle avversarie

7′ GOL LAZIO WOMEN: tiro a giro di Proietti che buca la rete

13′ Calcio di rigore per la Lazio Women: fallo in attacco su Noemi Visentin

14′ Errore dal dischetto da parte di Chatzinikolaou

17′ Traversa di Puglisi

24′ GOL CHIEVO VERONA: rete di Ferrato

31′ Fuorigioco di Chatzinikolaou

42′ GOL CHIEVO VERONA: rete di Mascanzoni

45′ Traversa di Castiello

45′ Tre minuti di recupero concessi dall’arbitro

45+3′ Termina qui il primo tempo

46′ Si riparte

53′ GOL LAZIO WOMEN: il pallonetto di Chatzinikolaou riporta la parità

62′ Doppio cambio Chievo Verona: Alborgetti e Puglisi, dentro Scuratti e Salaorni

68′ Cambio Lazio: fuori Proietti, dentro Fuhlendorff

70′ Cambio Chievo Verona: dentro Willis, fuori Massa

72′ Cambio Lazio Women: fuori Visentin, dentro Toniolo

77′ Doppio cambio Lazio: dentro Jansen e Vivirito, fuori Eriksen e Chatzinikolaou

80′ Cambio Chievo Verona: dentro Caneo, fuori Tardini

90′ Triplice fischio: termina qui la partita 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW