Connect with us

Per Lei Combattiamo

19/03/2008 – Behrami segna al 92′ e la Roma saluta lo scudetto. Nel segno di Gabriele…

jacoposimonelli@yahoo.it'

Published

on

 


Mercoledì 19 marzo 2008, c’è il derby. Una stagione strana: mai infatti la stracittadina di campionato si era giocata per due volte in stagione di mercoledì. A rendere il tutto più inusuale, anche il fischio d’inizio (21:15). Il momento più importante si è verificato sicuramente nel prepartita, quando i capitani Rocchi e Totti sono andati sotto la Curva Nord a deporre fiori sotto la gigantografia di Gabriele Sandri, insieme al fratello e padre (che ha visto il primo tempo in Curva Sud) dello sfortunato tifoso laziale. Per quanto riguarda la partita, invece, doveva essere senza storia. Roma in corsa per lo scudetto, Lazio in ripresa dopo un avvio difficile ma sempre a metà classifica. Eppure l’inizio sembra dire altro: gli uomini di Rossi mettono sotto quelli di Spalletti, che più volte rischiano di andare in svantaggio. Ma al 31′, un rinvio di Behrami prende in pieno Taddei, e la palla termina la propria corsa in rete. I giocatori laziali sono scioccati. Soprattutto lo svizzero, che però avrà modo di rifarsi, eccome. Ledesma e compagni riprendono il pallino del gioco e al 44′ vedono ripagati propri sforzi: fraseggio spettacolare tra Behrami, Bianchi e Kolarov, il serbo la mette in mezzo, Doni intercetta ma respinge sui piedi di Pandev, che da pochi passi non perdona. Finisce il primo tempo e alla Lazio il pareggio va stretto. La ripresa si apre con la notizia del finale tra Genoa e Inter, 1-1. La Roma dunque attacca, vuole la vittoria che l’avvicinerebbe sensibilmente agli uomini di Mancini. Ma i biancocelesti hanno un altro passo. Numero di Kolarov sulla sinistra, cross in mezzo e ingenua trattenuta di Juan su Bianchi: calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Rocchi, che non sbaglia. La rimonta è completata. Ma la Roma non molla e poco dopo, su una dormita della difesa laziale, Perrotta sistema le cose. L’ultima mezz’ora vede le squadre cercare il gol del sorpasso ma il pareggio non sembra schiodarsi. Fino al 92′ però. Pandev raccoglie un lancio, difende palla e mette in mezzo un cross tagliato. Mauri riesce ad anticipare la difesa giallorossa, senza tuttavia riuscire ad inquadrare lo specchio della porta. Il suo tiro, però, si trasforma in un cross. La palla attraversa tutta l’area, fino ad arrivare sui piedi di Behrami, che da posizione angolata trafigge Doni e corre subito sotto una Nord in delirio. Un gol da posizione difficile per l’ex numero 85. Rossi imita subito il suo giocatore, raggiungendolo. La Lazio vince il derby. A fine stagione i rimpianti di Totti e compagni per questa partita aumenteranno, visto che con una vittoria avrebbero potuto portare a casa lo scudetto. Ma forse quel tiro è stato guidato sotto l’incrocio proprio da Gabriele…



 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE A | Rimonta dell’Udinese al Bentegodi

Published

on

 


L’ottava giornata di Serie A si chiude con la partita tra l’Hellas Verona e l’Udinese. Al Bentegodi la squadra di Cioffi si porta in vantaggio al minuto 23 con con una bella conclusione al volo di Doig. Nella ripresa arriva il gol del pareggio con Beto, ma nei minuti finali trova la rete Bijol che chiude il match. La partita finisce 1-2.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW