Connect with us

Per Lei Combattiamo

Parla Candreva: “Derby? È una partita a parte, ma se arriviamo con questa classifica…”Poi su Cataldi, Anderson e Keita

jacoposimonelli@yahoo.it'

Published

on

 


Dopo la Lazio ha conquistato anche l’Italia. Antonio Candreva non vuole fermarsi, vuole arrivare sempre più in alto. Nelle ultime partite è tornato regolarmente al gol, ora vuole ripetersi anche nel 3-5-2 di Conte, dopo quello alla Croazia. A confermarlo è lo stesso numero 87 laziale in conferenza stampa a Coverciano.

Ancora una volta sei stato provato da interno, come ti trovi?

“E’ un ruolo diverso da quello che ricopro nella Lazio. Con la Croazia ho provato a giocarci, piano piano farò meglio. Sto lavorando per migliorarmi, così come tutta la squadra che vuole battere la Bulgaria”.

Il miglior Candreva gioca esterno senza compiti difensivi?

“Anche nella Lazio faccio entrambe le fasi. E’ un ruolo che mi piace e cerco di farlo al meglio”

Capitolo oriundi, cosa ne pensi?

“Penso siano valori aggiunti, stanno facendo un grandissimo campionato. Eder si sta riconfermando, anche negli anni passati ha fatto bene. Noi li abbiamo messi nelle condizioni di dimostrare le loro qualità”.

La Lazio ha raggiunto già il suo picco?

“Forse la soste viene nel momento sbagliato, abbiamo fatto  6 vittorie consecutive, potevamo dare continuità Finiremo con 4 scontri diretti ma ci faremo trovare pronti”.

Qual è l’obiettivo della Lazio?

“Tornare in Europa. Ce lo meritiamo e vogliamo arrivare fino in fondo”.

Cosa ne pensi di Lotito?

“Con noi ha un bellissimo rapporto, anche se lo vediamo poco. Ha tante cose da fare. In questi anni ha fatto un lavoro enorme, di qualità . Ha portato la Lazio a vincere tre trofei, ha fatto un ottimo lavoro”.

Prima di arrivare alla Lazio, hai giocato in diverse squadre senza riuscire a dimostrare le tue qualità. perchè?

“La mia colpa è di non essere stato continuo. Quando sono arrivato alla Lazio ho cominciato ad essere continuo, per me è stato importantissimo”.

Poi su Felipe Anderson ?

“Che potesse raggiungere uno stato di grazia del genere non ce lo aspettavamo, ci ha spiazzato. Ma che aveva qualità importanti lo sapevamo. Durante la settimana era devastante, lo scorso anno non ha avuto modo di mettere in evidenza le sue doti. Quest’anno, invece, è stato spesso determinante”. 

La Lazio è ad un punto dalla Roma. Sarà decisivo il derby alla penultima giornata?

“Il derby a Roma è una gara a se. Sono match particolari, si sta avvicinando e stiamo lì. Mancano ancora delle partite, dobbiamo fare risultati importanti prima di incontrare la Roma. Se arriviamo al derby con questa classifica sarà una gara ancora più importante”.  

Le differenze tra Pioli e Conte?

“Sono allenatori simili, preparano le partite con cura maniacale, sia la fase offensiva che difensiva. I giocatori vanno in campo e sanno cosa fare, sia in fase di possesso che senza palla. Sono due grandissimi allenatori”. 

Attualmente, in cosa la Lazio è  superiore alla Roma e cosa invece hanno in più i giallorossi?

“Per quello che riguarda la Roma non so, non conosco i loro problemi. Alla Lazio ci vogliamo bene, stiamo vivendo una grande annata, corriamo l’uno per l’altro. In più abbiamo l’umiltà, lo spirito di sacricifio e la voglia di vincerle tutte. Stiamo attraversando un momento ottimo, speriamo che arrivino questi risultati fino alla fine”. 

Da tempo la Lazio non aveva così tanti giocatori in Nazionale, anche più della Roma in Nazionale. In Under 21 c’è anche Danilo Cataldi…

“Cataldi si è inserito alla grande, è uno dei giovani più interessanti della Serie A. Sta facendo un’annata di alto livello, non è facile giocare in una squadra che è terza e sostituire i titolari”. 

A Roma si respira un clima come il 26 maggio?

“Ancora no. Ho visto il pubblico che domenica sera è venuto a sostenerci, tifosi e squadra sono una cosa sola. C’è un ambiente sereno, lavoriamo al massimo per far sì che i tifosi ci sostengano in tutte le partite”. 

A Roma è davvero così difficile  fare calcio?

“Io ho vissuto sia momenti brutti che belli, nelle difficoltà è facile escano discorsi simili. Roma è una piazza difficile, ma parla solo il campo. Se hai la voglia e la fame, certe cose passano in secondo piano”. 

Ancora sugli oriundi, Balde Keita può far comodo a Conte?

“Penso di sì, è un altro grandissimo talento. Parliamo di un ’95 al secondo anno in Serie A. Quindi perché no?”.

Cosa ne pensi di Valdifiori?

“Come prima cosa gli auguro in bocca al lupo, la Nazionale è il sogno di tutti. Valdifiori sta facendo una grande annata come tutto l’Empoli, è bello vederli giocare con quell’attenzione”. 

Quanto tempo Conte dedica all’avversario?

“Facciamo delle analisi-video sia incentrate su noi che sugli avversari. Oggi per esempio abbiamo analizzato i punti deboli della Bulgaria”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdS| La difesa perde pezzi: Casale out

Published

on

 


foto Fraioli

La sosta per le Nazionali ha lasciato in casa Lazio un problema non indifferente: una difesa smembrata con mancanza di alternative. Infatti, gli unici difensori con cui ha potuto lavorare Sarri in questa settimana sono stati Romagnoli, Kamenovic e Radu. Gli altri divisi tra le Nazionali e chi è ai box. A questi ultimi si è aggiunto anche Casale, che ne avrà per circa 20 giorni dopo il problema all’adduttore confermato dalla società con un comunicato. La sostituzione arrivata al 57esimo contro la Cremonese causa infortunio è dunque spiegata: potrebbe rientrare dopo la trasferta contro lo Sturm Graz, ma è ancora tutto da vedere.

 

foto Fraioli

 

Tra gli infortunati anche Patric, il quale è stato sostituito da Gila al 78esimo contro la Cremonese e per tutta la settimana ha svolto lavoro in palestra. Presente nella sgambata di venerdì, non dovrebbe essere a rischio per la prossima giornata. Lazzari sta inoltre recuperando da uno stiramento e dovrebbe farcela per la trasferta contro la Fiorentina del prossimo 10 ottobre. Sarri ha concesso 48 ore di riposo: si tornerà in campo a Formello martedì in attesa del ritorno dei nazionali.

 

Il Corriere dello Sport 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW