Connect with us

Per Lei Combattiamo

Giovanissimi nazionali, Siviglia: “Domenica sarà derby, servirà mente lucida e cuore caldo”

Published

on

 


Dopo una settimana di stop, i Giovanissimi Nazionali di Sebastiano Siviglia sono pronti per tornare in campo ed affrontare una delle tre finali che li attende. Gli aquilotti classe 2000 domenica sono impegnati nel derby contro la Roma di Muzzi. Mister Siviglia, intervenuto sulle frequenze di Lazio Style Radio, ci presenta il match:
“In questa settimana di sosta abbiamo lavorato sul carico e scarico, ci siamo dilungati sugli aspetti tecnico-tattici e fisici, senza pensare alle gare. Abbiamo giocato una partita amichevole in famiglia, è stata positiva per mantenere alti i giri del motore, senza fermarci in modo tale da dare continuità ai ragazzi. Adesso aspettiamo quella che è una delle partite più belle: il derby. Non c’è bisogno di caricare i ragazzi, è una partita che si prepara da sé. È una gara nella quale tutto può succedere, che può giocare qualche brutto scherzo, ma ti lascia sempre qualcosa di positivo. È LA partita. Queste sono emozioni che ti fanno maturare e crescere. Da giocatore la sentivo molto questa rivalità, adesso ho un ruolo ben differente, sui ragazzi ho cercato di far leva sull’aspetto emotivo. Io ero un giocatore che mi esaltavo, non vedevo l’ora di giocarla, avevo voglia, alzavo tutti i livelli, mi stuzzicava parecchio”.
Dalla partita con il Pescara è iniziata una preparazione maggiore per queste ultime tre sfide di campionato:
“Abbiamo incontrato un Pescara in forma, è un’ottima squadra, ben strutturata: sotto l’aspetto fisico sono ben dotati, ma c’è stata una buona prestazione da parte della mia squadra. Da quel pareggio abbiamo cercato di lavorare sotto l’aspetto difensivo perchè avevamo sbagliato qualcosa e abbiamo ripercorso i nostri movimenti. Il pareggio è stato il giusto risultato, adesso pensiamo partita dopo partita, ma c’è la voglia di recuperare il Latina, per quella corsa al secondo posto. Queste ultime tre gare saranno di alto livello, sono tutte partite difficili da affrontarle con la massima attenzione e concentrazione, il secondo posto sarebbe un traguardo importante. Dobbiamo crescere nella fase realizzativa, dobbiamo essere più determinati nella ricerca del gol, abbiamo un atteggiamento conservativo nella nostra porta infatti subiamo poco, ma dobbiamo essere più liberi e determinati nel cercare la rete”.
Domenica sarà derby per i Giovanissimi Nazionali di mister Siviglia:
“Cercheremo di interpretare il derby nel miglior modo possibile, con mente lucida e cuore caldo. Dobbiamo avere uno spirito battagliero perché si rischia di rimanere in balia dell’avversario. All’andata abbiamo pareggiato 0-0 ribattendo colpo su colpo. Anche in questa gara di ritorno dovremo cercare di fare il massimo, non dobbiamo rinunciare a giocare anche se di fronte ci troviamo la prima della classe, noi vogliamo fare la nostra partita”.

S.S. Lazio

Tastiera
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE A – L’AVVERSARIO | Tutto quello che c’è da sapere sulla Fiorentina

Published

on

 


Inizia la seconda parte del campionato di Serie A: domenica alle ore 18:00 sarà LazioFiorentina. Allo Stadio Olimpico i biancocelesti ospitano i Viola di Vincenzo Italiano in una sfida fondamentale in ottica Champions, considerando che la vittoria dei capitolini consentirebbe loro di consolidare un’ottima posizione nella zona alta della classifica.

photo Antonio Fraioli

LA FIORENTINA. La squadra di Italiano presenta una situazione diametralmente opposta alla Lazio in termini di risultati: a differenza dei biancocelesti, i Viola vengono da due sconfitte consecutive, tra cui l’ultima proprio in casa contro il Torino. Al momento militano in una zona anonima della classifica: la Fiorentina è a 11 punti dalla zona retrocessione e a 5 punti dal settimo posto che le permetterebbe loro di tornare in Conference League.

LA FORMAZIONE (4-2-3-1) – Terracciano; Dodo, Milenkovic, Igor, Biraghi; Amrabat, Duncan; Ikoné, Bonaventura, Gonzalez; Kouamé.

LA STELLA. Per dare una risposta positiva di ripresa la Fiorentina proverà ad affidarsi a Sofyan Amrabat, ancora non al top della forma. Il centrocampista è chiamato a fare la differenza in campo in questo girone di ritorno, soprattutto dopo la prestazione negativa nella scorsa gara contro il Torino: da una sua apertura sbagliata è scaturito il gol di Miranchuk. In questa seconda parte di campionato Italiano proverà a fare affidamento su di lui e su Mandragora per agevolare la fase offensiva.

IL PRECEDENTE. L’ultimo incontro tra le due squadre si è disputato il 10 ottobre 2022. Un dominio tutto biancoceleste quello che è andato in scena al Franchi, con gli uomini di Sarri che si sono imposti di misura sulla Fiorentina per 4 a 0, grazie alle reti di Vecino, Zaccagni, Luis Alberto e Immobile.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW