Connect with us

Per Lei Combattiamo

De Martino: “I tifosi sono come un Top Player”

Published

on

 


Una delle novità più belle della stagione laziale è aver ritrovato il suo pubblico, vera e propria spinta in più. A dirlo sono i giocatori, mister Pioli, ma non solo. Stefano De Martino, responsabile comunicazione della squadra biancoceleste, ha infatti sottolineato quanto l’Olimpico pieno sia fondamentale per la squara: “L’avevamo detto di quanto sia importante l’aspetto dell’unione. Questo è un concetto a me molto caro, ho sempre pigiato su questo tasto. L’unione fra squadra e tifosi è importante come quel campione in più che non puoi comprare nella sessione di mercato o quei punti in più che ti arrivano grazie ad un incoraggiamento. La partita con la Juventus ci ha visto sconfitti, ma è stato un vero peccato. Sono arrivati due gol da due distrazioni, ma la Juve è la squadra più forte del campionato. E’ arrivata alle semifinali di Champions League, noi siamo andati a Torino, ma non siamo riusciti a portare a casa nemmeno un punto, peccato. L’appuntamento con il Chievo di domenica sarà difficile. I gialloblù, nonostante la salvezza raggiunta, faranno la partita. E’ una gara che può diventare una trappola. Ci saranno assenze importanti, come Biglia che dovrà stare fermo tre settimane. Sono convinto che Lucas tenterà di recuperare il prima possibile, perché è un guerriero. Ci vorrà la massima affluenza contro il Chievo e il Parma per ottenere il massimo dei punti disponibili prima del finale di campionato, che sarà molto difficile. E’ importante arrivare allo stadio e pensare solo a quelle 11 maglie che giocano. La retorica – prosegue De Martino – la lascio agli altri, il dodicesimo uomo in campo è una metafora riduttiva. La Lazio sta facendo bene fin dall’inizio perché ha trovato la spinta del suo pubblico. Domani c’è una finale, ci saranno due derby. Sarà sicuramente teso fino a lunedì, per me saranno tre giorni di passione. Per il derby Primavera so che ci sarà la Curva Nord, bene così. E’ un trofeo che ti giochi, è molto importante sostenere la Primavera, soprattutto perché i giovani sono il nostro futuro. L’anno prossimo qualcuno di loro finirà in prima squadra. E’ un bene avere la possibilità di giocarsi queste finali, sia quella Primavera che quella contro la Juventus. Poi all’inizio della stagione nuova volerai a Shangai per giocarti la Supercoppa Italiana. Dobbiamo trasmettere tutti la voglia di vincere che abbiamo addosso alla squadra. Quando vedi questa Lazio giocare con la maglia bandiera ti emozioni. Una magia quest’aquila ce l’ha, io ho visto qualcosa negli occhi dei giocatori quando giravamo il cortometraggio, si è acceso una sorta di fuoco sacro. A Lazio-Empoli ho rivisto tante famiglie allo stadio, questa è la nostra forza, il nostro stile”.  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW