Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA – Erica Hernanes: “Vedere Hernanes che gioca contro la Lazio mi fa un po’ strano. Chi scelgo tra Roma e Milano?”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Domenica sera andrà in scena all’Olimpico un po’ di amarcord per i laziali. Lazio-Inter vuol dire Mancini e Hernanes. La redazione di LazioPress.it ha contatto in esclusiva Erica Hernanes, moglie del profeta:

Buongiorno, domenica sera verrà all’Olimpico a vedere Lazio-Inter?

“Domenica non verrò all’Olimpico. Prima di tutto perché dopo la nascita dell’ultima bimba non sono più andata neanche a San Siro. Venire a Roma con 4 bambini sarebbe davvero difficile per me. E poi  Lazio-Inter non è una partita normale. Sarebbe sbagliato parlare di  tristezza, però vedere Hernanes che gioca contro la Lazio, mi fa un po’ strano ed è meglio vederla da casa”.

Più di un anno che vi siete trasferiti. Si sta meglio a Roma o a Milano?

“Come casalinga devo dire che sto meglio a Milano, perché qui per fare la spesa, portare i bimbi a scuola, per portarli al parco è un po’ meno caotico perché la città è più piccolina. A Roma però stavo benissimo perché sia il mare che la montagna so o soltanto ad un’oretta di macchina. I bambini però ora si sono abituati. Anche se Ezequiel mi chiede spesso della scuola calcio della Lazio e gli piacerebbe ritornare a giocare con i suoi amici a Roma”.

Vedendo il momento della Lazio e quello dell’Inter, Hernanes ha mai pensato di aver fatto la scelta sbagliata?

“Posso dire che Hernanes è uno molto fedele, e in questo momento lo è nei confronti dell’Inter. Non lo sentirete mai dire che si è pentito o che ha sbagliato scelta. Però è uno che pensa anche molto al futuro. Credo che ancora non si sia mai posto questa domanda. Io sono molto felice di questo momento che la Lazio sta passando e si vede che i calciatori sono molto uniti. Felipe Anderson sta vivendo un bel momento e sono molto felice di questo. Sarò ancora più felice se la Lazio arriverà al secondo posto, prima della Roma. Così sarà perfetto”.

I giocatori sono un esempio per i bambini sia fuori che dentro al campo, Hernanes, Felipe Anderson o per esempio Kaka sono la parte sana di questo calcio. Cosa pensa invece, senza fare nomi, di quei calciatori che si lasciano andare a comportamenti scorretti in campo o hanno un look un po’ troppo eccentrico? Sono da cattivo esempio?

“Si. I calciatori che si comportano male e sono un po’ eccentrici penso che diano il cattivo esempio ai bambini di oggi. Hanno già questa fama di soldi, gioielli, macchine e poi il calcio è molto veloce e passa in fretta e rimane l’essere umano. Se uno non è attento la sua immagine verrà ricordata in maniera sbagliata. Di sicuro portano un cattivo esempio ai bambini di oggi ma in generale vale anche per i grandi”. 

Il Profeta all'Expo2015

Il Profeta all’Expo2015

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | L’ex Bologna Castellini: “Sarri mi piace, la Lazio darà fastidio. Il Bologna ha bisogno di Mihajlovic”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Fra qualche giorno Lazio e Bologna daranno il via al loro campionato, sfidandosi sul campo dell’Olimpico domenica 14 agosto per accaparrarsi i primi tre punti della stagione. Per l’occasione, abbiamo raggiunto Marcello Castellini, ex difensore del Bologna, per una breve intervista.

Finalmente ricomincia il campionato e la Lazio affronterà il Bologna, sua ex squadra. Cosa si aspetta da questo match?

E’ l’inizio del campionato, quindi sicuramente saranno partite non attendibilissime, nel senso che le squadre purtroppo ancora non sono complete. Il mercato sarà aperto fino alla quarta giornata e sarà così per tutte le squadre, quindi diciamo che sarà un inizio difficoltoso e altalenante per tutti, come abbiamo visto in Coppa Italia, dove molte squadre di Serie A hanno faticato. Sarà una partita complicata sotto tutti i punti di vista sia per la Lazio che per il Bologna.

Per quanto riguarda il Bologna, pensa che il progetto della società avrà continuità?

E’ chiaro che ad oggi la condizione fisica di Mihajlovic sta falsificando un pochino quello che è il percorso del Bologna. Speriamo che il mister come abbia superato il primo step superi anche il secondo, che è il più importante, e riprenda in mano una squadra che ha bisogno di lui sia come persona che come allenatore. Credo che il Bologna abbia bisogno di una figura importante come lui, speriamo torni il prima possibile.

Come pensa che si piazzerà il Bologna in questa stagione?

Sono un po’ di anni che si parla di questo famoso decimo posto. Reputo questo campionato ancora più difficile di quello dell’anno scorso, specialmente con il mercato che sta facendo la società: al momento ha venduto giocatori molto forti e ancora non ha preso giocatori perlomeno conosciuti. Magari quei due/tre ragazzi saranno una sorpresa, ma c’è bisogno di qualcosa di più importante. Ad oggi non vedo la squadra da decimo posto, la vedo leggermente indebolita rispetto allo scorso anno. 

Nella sua carriera ha militato anche nella Sampdoria, che affronterà la Lazio alla quarta giornata. Come vede il percorso dei biancocelesti nelle prime cinque partite, in cui incontreranno anche big come Inter e Napoli?

La cosa più interessante della Lazio è che è al secondo anno di Sarri, quindi sarà più facile seguirlo rispetto allo scorso anno. Sono stati acquistati giocatori interessanti e, anche se la Lazio non parte fra le favorite per piazzarsi lì davanti, penso che nel corso della stagione potrà dare molto fastidio. E’ una squadra interessante e a me Sarri piace molto, si vedrà molto di più la sua mano quest’anno. 

Pensa che la Lazio potrà migliorare la posizione in classifica della scorsa stagione?

Migliorare non saprei, altre squadre hanno fatto una campagna acquisti interessante e si sono rinforzate, vedi la Roma o la Fiorentina. Secondo me, però, con un anno di maturazione in più migliorerà decisamente la qualità in campo.

L’anno scorso la squadra ha avuto problemi nel reparto arretrato. Lei ha giocato come difensore centrale, come giudica i nuovi acquisti in difesa? 

Romagnoli è un giocatore di esperienza, non è semplice giocare nel campionato italiano, specialmente dietro. E’ il ruolo più difficile da ricoprire, ma la Lazio ha preso dei giocatori interessanti e secondo me si vedranno dei miglioramenti.

Un’ultima domanda sulla stagione che sarà. Quest’anno ci sarà una lunga sosta invernale per via dei Mondiali, che piega pensa che prenderà il campionato italiano?

Sarà una novità. La preparazione delle squadre è chiaramente diversa da quella degli altri anni e nel periodo di sosta si potrà fare un ricarico di lavoro con i presenti. E’ un percorso che tutti affronteranno per la prima volta, è anche difficile farsi un’opinione in merito.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW