Connect with us

Per Lei Combattiamo

‘Dalla scuola allo stadio’, Istituto Pallavicini – Parla Parolo: ”La Coppa Italia? Faremo di tutto per vincere”

Published

on

 


 

 

image

Ci siamo, tutto pronto per l’ennesima iniziativa ”Dalla scuola allo stadio, il modo giusto per sostenere lo sport”. Oggi, 14 Maggio 2015, alcuni giocatori della Lazio si son recati in visita all’Istituto Pallavicini di Roma per parlare di sport, gol e tanto altro ancora. Presente, come sempre, anche l’aquila Olympia, il simbolo dei biancocelesti.

Marco Parolo è stato il primo a prendere la parola, raccontando l’emozione che si prova quando si segna un gol: ”L’emozione per un gol è la parte più bella, dove la gioia è immensa. C’è un’adrenalina incredibile. Quando si segnano gol agli ultimi minuti è ancora più bello. E’ l’essenza dello sport, quando giochi coi tuoi amici e fai gol è la cosa più bella che c’è”. Poi c’è stato il turno di Cavanda: ”Da bambino giocavo con gli amici – racconta Luis – poi sono andato a provare in un club. A sei anni giocavo per strada, oggi in Serie A. E’ un’emozione bellissima”. E infine di Braafheid, arrivato in estate: ”Il calcio è uno sport emozionante. Le persone tendono a dimenticare che quando si va allo stadio si va per il calcio. Bisogna portare gioia e divertimento senza diventare aggressivi e arrecare violenza”.

Tante, tantissime le domande riguardo il secondo Scudetto laziale, 15 anni oggi. Risponde Parolo: ”Se ripeteremo l’impresa del 2000? Speriamo presto. Quella del 2000 sarà stata una grande festa, avrei tanta voglia di riviverla, nello stesso modo in cui i vostri papà ve l’hanno raccontata. Nel futuro mai dire mai. Non posso promettervi lo scudetto quest’anno, ovviamente, ma la Coppa Italia sì”. La Coppa Italia? Giocheremo per vincere, faremo di tutto per portare a casa il trofeo”. Poi anche un pensiero per il Parma, che come tutti sappiamo non sta vivendo un bel momento: “Lì ho lasciato bei ricordi e belle persone. Dispiace per quello che è successo, ma ora c’è più felicità nel posto in cui mi trovo, e in cosa sto facendo. I ricordi però rimangono, e mi dispiace per loro e per la situazione che stanno vivendo”. Un commento anche da parte di Cavanda: ”La nuova maglia è stata fondamentale, un momento importante per la Lazio. La gente che ha vissuto quel momento ci ha fatto capire il suo valore. Quando la indossiamo siamo in dovere di lottare sempre per la storia che ha

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

Per Lei Combattiamo

L’Italia batte l’Ungheria e si qualifica alle Finals di Nations League

Published

on

 


A Budapest gli Azzurri vincono contro la squadra allenata da Rossi e si aggiudica la qualificazione alle Finals di Nations League. L’Italia sblocca la partita nel primo tempo con Raspadori che sfrutta un errore della difesa ungherese. Nella ripresa Dimarco realizza la rete del 2-0 contro l’Ungheria.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW