Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Basta e Djordjevic: “Faremo il nostro meglio per andare in Champions”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Compagni di squadra in Nazionale oltre che nella Lazio, Dusan Basta e Filip Djordjevic hanno rilasciato un lunga intervista ad alcuni media serbi dove analizzano la loro stagione e parlano dell’amore verso la città di Roma. “La mia è stata una stagione positiva – dice Djordjevic – soprattutto nella prima parte, mentre non posso dire la stessa cosa per la seconda a causa dell’infortunio. Basta mi ha aiutato molto nell’ambientarmi alla vita nella nuova città e a un nuovo tipo di calcio, anche se è stato facile anche grazie all’atmosfera di tutto lo spogliatoio che è davvero ottima e i risultati lo confermano. Manca poco alla fine della stagione e vogliamo chiuderla in bellezza e, anche se le partite che ci restano contro Sampdoria, Roma e Napoli sono dure, dobbiamo dare il massimo. Il nostro obbiettivo a inizio stagione era tornare in Europa, poi le aspettative sono aumentate e speriamo di mantenere la posizione attuale”. L’attaccante serbo chiude parlando di Roma e della concorrenza con Miroslav Klose. “Roma è perfetta, assomiglia molto a Belgrado, ma purtroppo non mi capita spesso di andare in giro perchè sono molto concentrato sul mio lavoro. Avendo molti anni di contratto comunque, sono sicuro che troverò il tempo di farlo. Klose è un ragazzo d’oro, ha sempre una parola per tutti nei momenti difficili e la nostra concorrenza non è mai diventata gelosia. Sono molto orgoglioso di avere un compagno come lui, prima di arrivare alla Lazio non avevo mai avuto un concorrente così in attacco”.

Prende la parola Basta, il terzino racconta la propria esperienza biancoceleste iniziata nell’estate scorsa.Il mio inizio a Roma non è stato facile anche se venivo da sei anni in Italia. Ho dovuto pensare prima di tutto alla mia famiglia: prendere una nuova casa e scegliere la scuola giusta per i miei tre figli. Per quanto riguarda la squadra, l’infortunio che mi ha tenuto fuori due mesi all’inizio non mi ha aiutato, ma da quando sono tornato tutto è andato per il verso giusto”. Il biondo terzino con il numero otto che a tanti tifosi ricorda Luciano Re Cecconi continua parlando del finale di stagione e del fascino della città eterna. “Faremo del nostro meglio in queste ultime tre partite, l’obiettivo iniziale era il quinto posto e il ritorno in Europa League, ma adesso che siamo ad un solo punto dal secondo posto è normale pensare in grande, anche se il terzo posto sarebbe comunque un gran risultato. La città di Roma ha una storia incredibile e sono rimasto sorpreso perchè c’è tanto verde. La scuola dei miei figli è molto vicino a casa nostra e questo vale anche per il campo di allenamento. Si vive meglio che al nord perchè l’aria è anche più pulita. Poi non si può non amare una città dove ci sono monumenti come il Colosseo o il Vaticano. Purtroppo spesso non ho il tempo di visitare tutto ciò, solo quando abbiamo degli ospiti c’è l’occasione, ma prima o poi scopriremo tutto”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

MOVIOLA | Lazio-Verona: bravo Colombo nella gestione dei cartellini. Sul 3-3 possibile fallo su Kamenovic

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

E’ l’arbitro Andrea Colombo, sezione di Como, a dirigere l’ultima partita della Lazio in stagione. Il 32enne gestisce bene la gara, soprattutto per quanto riguarda i cartellini gialli che vengono sventolati ogni qualvolta serva. Ecco la moviola di Lazio-Verona, finita 3-3:

Al 10′ un replay mostra una forte e continua trattenuta ai danni di Luiz Felipe nel corso della punizione calciata da Cataldi dalla destra. Mentre il pallone percorre rapidamente tutta l’area di rigore, l’italiano viene trattenuto vistosamente. L’arbitro non vede, il VAR non interviene.

Dubbi sul gol del 3-3 del Verona: Hongla colpisce Kamenovic in scivolata dopo che il difensore della Lazio ha preso il pallone che beffa l’uscita di Strakosha.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW