Connect with us

Per Lei Combattiamo

Pioli finalmente può scegliere: con la Juve rosa quasi al completo

Published

on

 


Allenamento top secret per la Lazio, lontano da occhi indiscreti. Pretattica legittima a due giorni dalla finale di Coppa Italia con la Juventus. Pioli preferisce giocare a carte coperte, non intende concedere alcun vantaggio all’avversario e vuole prendersi questi giorni di prove tattiche per valutare bene il da farsi. Anche perché dopo mesi di rosa risicata all’osso, adesso l’allenatore può “addirittura” ragionare su alcuni dubbi di formazione.

DA MAURI AL MODULO, I DUBBI DI PIOLI PER LA JUVE – Primo fra tutti quello di Mauri, che si avvia verso la seconda panchina consecutiva, senza considerare che la sua ultima da titolare (contro l’Inter) è durata appena 27 minuti, per colpa del cartellino rosso a Mauricio che ha costretto Pioli a modificare i piani in corsa. Non sarebbe un’esclusione da decidere a cuor leggero, insomma, quella del capitano biancoceleste. Ma sarà con molta probabilità lui il sacrificato, se come sembra Pioli opterà per un 4-3-3 che garantisca un po’ più di copertura e parità numerica con la mediana juventina. Parolo, Ledesma (o Cataldi) e Lulic, contro Pogba, Pirlo e Vidal, con Candreva, Klose e Felipe Anderson liberi di attaccare. È proprio in riferimento al modulo, il secondo grande dubbio di Pioli: perché non è escluso che alla fine scelga per il 4-2-3-1, presentabile comunque con gli stessi uomini, ma con Lulic avanzato sulla trequarti e Felipe Anderson più accentrato. Con questo assetto tornerebbe fortemente in ballo anche la candidatura di Mauri, ma sempre in lieve svantaggio rispetto altri compagni di reparto.

TENTAZIONE GENTILETTI, MA MAURICIO È IN VANTAGGIO – Più che dubbi, in difesa Pioli ha delle tentazioni. Ossia mandare in campo la coppia di centrali titolare (vista solo in una partita e mezzo in questa stagione) De Vrij e Gentiletti. L’argentino sta dando ottime risposte, anche dal punto di vista della tenuta atletica nonostante il lungo stop: “Non ha avuto risentimenti particolari – spiega il medico sociale Bianchini – e quel po’ di affaticamento al termine della gara con la Samp era ovvio e giusto che lo avesse. Il ragazzo sta benissimo e ha confermato le ottime notizie. Anche lo scampolo di partita che ha fatto De Vrij ci tranquillizza e ci rassicura. È un problema che possiamo ritenere superato”. Al momento Mauricio resta in vantaggio per affiancare l’olandese, ma non sono da escludere colpi di scena. Piccolo incidente per Marchetti, che durante l’allenamento è stato colpito da una pallonata sul naso fratturato un mese fa: fortunatamente non ci sono state conseguenze, ma contro i bianconeri tra i pali ci sarà comunque Berisha, per tutta la stagione il portiere di Coppa.

KLOSE: “ARRIVARE IN CHAMPIONS SAREBBE UN TRAGUARDO STRAORDINARIO” – Davanti ci sarà Klose, pronto a sfidare ancora una volta la Juve, per poi proiettarsi al derby “spareggio Champions”. Sfide a cui il tedesco tiene particolarmente: “Arrivare in Champions League – racconta a Eurosport – sarebbe un traguardo straordinario per tutti i tifosi e per tutta la gente che lavora nel club. Non c’è niente di meglio che giocare in quella competizione, io l’ho fatto per molti anni ed è sempre stupendo competere con club meravigliosi in giro per l’Europa”. Nonostante le 36 primavere (37 tra poco meno di un mese) ha l’entusiasmo di un ragazzino. Ed è proprio questo il segreto della sua longevità calcistica: “Io vivo calcio praticamente 24 ore a giorno, penso sempre alla prossima partita e al prossimo allenamento. Quando esco di casa penso solo al calcio, ad allenarmi bene per non avere infortuni”. Un professionista modello, ma anche un grande bomber. Pioli spera che possa confermarsi tale anche in questo finale di stagione.

(La Repubblica)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Sampdoria, l’annuncio di Ferrero: “Ho venduto la Società, l’ho fatto per…”

Published

on

 


Intervenuto ai microfoni di Telenord, il Presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha fatto un importante annuncio, comunicando di aver venduto la Società.

Queste le sue parole:

“Questa storia doveva finire. La #Sampdoria l’ho venduta, ho deciso con il cuore e l’ho fatto per la sua gente.” 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW