Connect with us

Per Lei Combattiamo

Sconcerti a 1900TV: “Chinaglia il giocatore che mi ha emozionato di più”

Published

on

 


Mancano ormai solamente gli ultimi brividi, poi il campionato sarà finito. Soli 90′ minuti attendono i ragazzi di Pioli, impegnati nello “spareggio Champions” con il Napoli di Benitez. Intervistato a 1900Tv, Mario Sconcerti ha detto la sua:

“La partita di domenica sarà difficilissima, la squadra di Pioli ha fatto un grandissimo campionato, anche se è partita tardi rispetto alle concorrenti (Roma e Napoli). Adesso è costretta a giocarsi il tutto per tutto in soli 90’ minuti. Andare in Champions per la Lazio sarebbe una conquista, ma visto come si è messa la stagione sarebbe anche un peccato non riuscirci. Se il futuro di Benitez potrebbe destabilizzare il Napoli? Mi colpisce di più il ritorno di Ancelotti e Ibrahimovic. Non mi colpisce che vada al Real Madrid, ma non mi stupisce nemmeno la tempistica, i giocatori e gli allenatori sono tutti professionisti.

Le parole del manager di Mediaset sulla Lazio? Non ho sentito l’intervista, però pensare che la Lazio possa essere danneggiata ora mi sembra strano. Lotito del resto è un personaggio molto influente. Il Napoli è l’unica grande città italiana che ha una città sola, dal punto di vista dei numeri è chiaro che ci siano delle differenze contro le altre. C’è una differenza tra il vero e il giusto, quello che disse Lotito sul Carpi era vero ma non giusto.

Il giocatore che più mi ha emozionato nella storia del calcio italiano? Chinaglia, sembra che lo faccio a posta perché parlo con dei laziali, ma è la verità. Non c’è riscontro nella storia di un attaccante sepolto nella tomba del proprio allenatore, mette i brividi. Da qualunque parte si guardi il calcio, è qualcosa che sta al di sopra della comprensione logica”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, Immobile oggi ci prova. Senza di lui in campionato solo 6 vittorie su 20 gare

Published

on

 


Ieri sera, dopo l’impegno con l’Adidas e la presentazione al Vaticano della Partita della pace, Immobile si è sottoposto alla risonanza decisiva al bicipite femorale della coscia destra, dove prima di Italia-Inghilterra si era formato un edema. L’esito è stato confortevole, le speranze sono aumentate tanto che oggi è atteso addirittura in campo: forzerà, ma non troppo.

Inutile dire quanto Sarri speri nel recupero del proprio capitano, i numeri testimoniano il motivo. Senza Ciro, i numeri della Lazio registrano una flessione. Considerando tutte le competizioni, il centravanti azzurro ha saltato 33 partite dal 2016: 13 sconfitte, 10 pareggi, 10 vittorie il bilancio, che diventa più negativo se si tiene conto solo della Serie A (20 assenze, solo 6 vittorie).

Ma a Formello vogliono andarci con i piedi di piombo. L’idea è non rischiare Immobile nella prima gara di un lungo tour de force che porterà al mondiale (12 partite in poco più di un mese). Se non dovesse farcela, ecco Pedro o Felipe Anderson come finti centravanti, con Cancellieri pronto a subentrare. Ciro però non molla, come ha sempre fatto.

Tuttomercatoweb.com.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW