Connect with us

Per Lei Combattiamo

La Champions in una notte

Published

on

 


Ha suonato la carica, ha difeso la squadra, ha esaltato il campionato della Lazio. Non vuol sentir parlare di stagione negativa, pensa solo al Napoli e all’obiettivo Champions League. Stefano Pioli non teme la pressione, per questa sera è consapevole di avere a disposizione 2 risultati su 3, la trasferta del San Paolo è l’ultima battaglia in programma.
Vincere o pareggiare per centrare la gloria e conquistare l’Europa che conta, il tecnico emiliano lo ha specificato ieri in conferenza stampa: «La partita con il Napoli sarà decisiva, solo al termine tireremo le somme. Di certo nessuno dovrà permettersi di usare i termini flop o delusione per il nostro cammino. Devo difendere il lavoro che abbiamo fatto, ci si dimentica troppo facilmente da dove si è partiti e le cose positive fatte. La nostra classifica – per spese e bilanci – competerebbe ad altre società. Meritavamo un risultato diverso in Coppa Italia, ma giocheremo la Supercoppa. Siamo partiti dal nono posto dell’anno scorso, a quasi 40 punti dalla Juve, 30 dalla Roma e 40 dal Napoli. In ogni caso faremo di tutto per chiudere terzi».
Il ritiro a Formello (ieri il presidente Lotito ha parlato alla squadra) e la voglia di ripartire dopo il derby perso, Pioli non ha dubbi: «È stata una bella botta. Il giorno dopo mi sono confrontato con i miei ragazzi, gli ho detto che eravamo di fronte a una scelta: continuare a essere delusi oppure reagire». La spinta dei tifosi giovedì a Formello, un bagno di folla d’altri tempi: «Sono stati meravigliosi – continua l’allenatore – forse nemmeno loro si rendono contro della carica che ci hanno dato. Poi è scattato il ritiro, con uno scopo ben preciso: stare insieme, mangiare e riposare bene per recuperare le energie dopo 10 giorni vissuti a mille all’ora, sia dal punto di vista fisico che mentale».
Non cambierà la mentalità, sarà la Lazio di sempre: «Noi puntiamo al massimo, ma non da sprovveduti. Dovremo giocare con molta attenzione, consapevoli delle nostre qualità e della pericolosità dell’avversario. Ogni pallone dovrà essere considerato come quello della svolta. I miei giocatori sanno perfettamente chi merita il terzo posto».
Il futuro dice Lazio: «Abbiamo gettato le basi per costruire una squadra che potrà dare tante soddisfazioni – spiega il mister – sono convinto di questo. Ho una rosa importante, con dei valori che andranno consolidati e migliorati. Questo è solamente l’inizio».
Notizie dal campo: l’atteggiamento resterà lo stesso, subirà qualche modifica l’aspetto tattico. Pioli è pronto a riproporre il 3-4-3 visto e ammirato nella finale di Coppa Italia contro la Juventus. In porta ci sarà Marchetti, in difesa spazio a Mauricio, De Vrij e Gentiletti. Mancherà Radu, in settimana si è operato d’ernia, la sua stagione è terminata in anticipo. Sugli esterni si muoveranno Basta e Lulic, in cabina di regia Parolo e Cataldi (ha vinto il ballottaggio con Ledesma. Difficile, se non impossibile, vedere titolare Biglia: l’argentino non ha smaltito completamente la lesione al collaterale del ginocchio destro.
In attacco il tridente è servito da giorni: Candreva, Djordjevic e Felipe Anderson. Solo panchina per Mauri e Klose: il capitano biancoceleste non è al 100%, il suo ingresso a gara in corso potrebbe permettere al tecnico di passare al 4-2-3-1. Il tedesco invece è alle prese con un problema lombare, ieri mattina si è allenato a parte, inizierà dalla panchina.

Iltempo.it 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita per la Pace, il comunicato. Presenti anche Lotito e Immobile alla conferenza stampa

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Domani, giovedì 29 settembre alle 15, si terrà presso la sede di Radio Vaticana a Roma, la conferenza stampa di presentazione della 3a edizione della Partita per la Pace, benedetta da Papa Francesco. La Partita avrà il sostegno delle più grandi stelle del calcio mondiale. La Partita per la Pace si terrà il 14 novembre, allo Stadio Olimpico di Roma, e sarà organizzata come evento interreligioso benefico dal Pontificio Movimento Scholas Occurrentes. Lo slogan della partita sarà “We Play For Peace”. Questa edizione sarà molto speciale e sentita, sia per l’urgenza di un appello per la pace, sia perché sarà l’occasione anche per ricordare e celebrare Diego Armando Maradona, che nelle altre edizioni ha supportato e partecipato all’evento, ed è stato capitano della squadra di Scholas. Durante la conferenza stampa saranno forniti i dettagli dell’evento, relativi alla partita e ai momenti dedicati all’omaggio spettacolare ed innovativo a Diego Armando Maradona. Alla conferenza stampa parteciperanno l’ex calciatore Ciro Ferrara, compagno di squadra di Maradona nel Napoli e testimonial dell’iniziativa, e le squadre della Capitale: la S.S. Lazio sarà presente con il suo Presidente, Claudio Lotito, e il capitano Ciro Immobile; per l’A.S. Roma parteciperà, tra gli altri, il calciatore Marash Kumbulla. Sarà presente anche il Direttore Mondiale di Scholas, José María del Corral.

Comunicato stampa Partita per la Pace

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW