Connect with us

Per Lei Combattiamo

FOCUS – 4 giocatori in doppia cifra, come Real e City. In Italia non succedeva dal 2005/2006…

jacoposimonelli@yahoo.it'

Published

on

 


Una stagione perfetta. La Lazio dopo 8 anni torna in Champions League. Poco importa delle sfortunate sconfitte in Coppa Italia contro la Juventus e nel derby contro la Roma. L’anno dei biancocelesti è stato meraviglioso, ha regalato gol e magie. I capitolini hanno chiuso il campionato con 71 gol, solamente uno in meno della Juventus campione d’Italia. Hanno dato spettacolo in quasi ogni partita, l’artefice di questa impresa è stato sicuramente l’allenatore Stefano Pioli, capace di dare un gioco offensivo che ha riavvicinato i tifosi alla squadra. Così attaccanti e centrocampisti ringraziano. La Lazio ha infatti chiuso la stagione con ben 4 giocatori in doppia cifra. Klose (13), Candreva, Felipe Anderson e Parolo (10). Non ci sono riusciti per poco Mauri (9) e Djordjevic (8). Numeri pazzeschi, in Europa solamente Real Madrid e Manchester City hanno fatto lo stesso. Le Merengues hanno mandato in rete Cristiano Ronaldo (48 reti), Benzema (15), Bale e James (13). I Citizens Aguero (26), Silva (12), Bony (11, solamente 2 con il club di Pellegrini) e Touré (10). Nessun altro ci è riuscito, nemmeno il Barcellona di Messi. In Serie A non accadeva invece dal lontano 2005/2006. Ci riuscì il Milan di Carlo Ancelotti, che mandò in doppia cifra Schevchenko (19 reti), Gilardino (17), Kakà (14) e Inzaghi (12). Statistiche che impreziosiscono ancora di più il lavoro di Pioli.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

CONFERENZA SARRI: “Siamo stati ordinati, in questo momento fatichiamo a trovare la giocata giusta. Su Pellegrini…”

Published

on

 


Al termine della sfida in casa della Juventus, persa dalla sua Lazio per 1-0, l’allenatore biancoceleste, Maurizio Sarri, è intervenuto anche in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni, riportate dal sito ufficiale biancoceleste, al termine del match di Coppa Italia:

“La partita è stata interpretata in modo serio, siamo stati ordinati. Siamo in un momento in cui fatichiamo a trovare la giocata giusta in brillantezza nei metri decisivi del campo. Questa sera non abbiamo trovato spazi, sarebbe servita una giocata decisiva negli uno contro uno. L’errore sul gol della Juventus è stato di squadra, non di linea, è arrivato su una terza palla.

Non era facile perché la Juventus ci aspettava bassa, purtroppo il gol preso alla fine del primo tempo ha indirizzato la partita. Pellegrini? Vedremo, purtroppo a Torino abbiamo lavorato poco insieme. Luca è un terzino sinistro di buon piede, i tempi di inserimento dipenderanno da quanto tempo impiegherà a capire la nostra linea difensiva.

Marcos Antonio è un calciatore particolare, lo abbiamo preso quando c’erano idee tattiche diverse. Noi giochiamo con due interni offensivi e lui per caratteristiche non può coprire tanto campo, per questo lo possiamo sfruttare solo quando c’è chi può supportarlo. Maximiano finora è stato sfortunato, in passato una borsite gli ha impedito di allenarsi bene. Adesso sta meglio, vedremo se nelle prossime partite continueremo la sua alternanza con Provedel”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW