Connect with us

Per Lei Combattiamo

Fonte, preparatore atletico: “Klose alla sua età è ancora il più veloce della squadra nei 10 metri…”

Published

on

 


Un terzo posto conquistato con merito, grazie al bel gioco e ad una buona condizione atletica. A tal proposito il preparatore atletico biancoceleste, Alessandro Fonte, ha parlato in una lunga intervista del lavoro svolto, ai microfoni di maidirecalcio.com:

La preparazione può dipendere dal tipo di gioco che l’allenatore vuole vedere in campo dai suoi uomini? Quanto influisce il numero di competizioni da affrontare sul tipo di preparazione pianificata in estate?

Assolutamente si, la tipologia di gioco influisce tantissimo sulla preparazione. L’allenatore richiede prestazioni e caratteristiche diverse dai giocatori a seconda del modulo e dal genere di calcio che vuole vedere, basta anche solo pensare al tipo di corsa che devono avere gli uomini in campo. Preferire il pressing alto piuttosto che basso, chiedere alla squadra di stare corta, impostare il gioco sul rapido contropiede: ovviamente serve un tipo di lavoro differente per ciò che il tecnico richiede.

Quanto è stato d’aiuto per voi preparatori lo sviluppo tecnologico in questo settore? Quali sono gli strumenti più utilizzati ed in che modo riescono a migliorare il vostro lavoro?

La tecnologia è importante ma senza operatore non serve. Bisogna sapere con precisione cosa vogliamo e sapere cosa analizzare. Accertato questo, entrano in gioco gli strumenti per poter migliorare la valutazione, il controllo, e l’osservazione dei parametri che vengono in precedenza prefissati. Lo strumento più utilizzato in tal senso è il gps, mentre i mezzi di supporto a terapie come la criosauna sono utili per migliorare la fase di recupero dei calciatori.

Spesso e volentieri tifosi e giornalisti si lanciano in sentenze quali “questo giocatore non è in forma”, oppure “quest’altro non corre” dopo aver visto soltanto pochi minuti di partita. Può accennare che tipo di lavoro e di monitoraggio avviene quotidianamente da parte di uno staff nel suggerire effettivamente all’allenatore l’undici con la tenuta fisica e atletica migliore?

E’ una cosa che succede un po’ ovunque: da quando il preparatore ha acquistato ruolo importante è  ormai bersaglio più di critiche che di elogi. E’ il primo soggetto ad essere attaccato quando i risultati non arrivano e non solo da parte di giornalisti e tifosi, ma soprattutto dai dirigenti. Il monitoraggio costante, effettuato periodicamente e non ogni tre o quattro mesi,  crea un bagaglio di dati che è utile allo staff non solo per individuare eventuali flessioni fisiche di determinati giocatori, ma è uno strumento fondamentale per informare staff e dirigenti del lavoro svolto. Il nostro compito è di rendere conto a loro, non a coloro che sono esterni alla società.

Che tipo di comunicazione avviene tra un preparatore atletico e lo staff medico, in particolare in casi di recupero da infortuni o allenamenti differenziati per problemi fisici?

Tra i due staff avviene uno scambio di informazioni molto fitto, non soltanto al campo di allenamento e non soltanto quando si palesa qualche problema in alcuni giocatori. Noi abbiamo creato una chat comune dove poter condividere qualsiasi tipo di informazione 24 ore su 24. Essere costantemente informati è la base per poter cooperare al meglio.

Spesso si dice che la Serie A non sia un posto per giovani, principalmente perchè a fare la differenza è ancora la “vecchia scuola”: Totti, Klose, Di Natale, Toni, Pellissier. Esiste un trattamento particolare per tutelare il rendimento di giocatori in età avanzata e poterne così sfruttare al massimo il talento? Esiste un’età limite entro cui determinati sforzi richiesti dal calcio di oggi non sono più tollerabili fisicamente oppure dipende al 100% dalle reazioni del singolo?

In realtà non esiste un’età limite dopo di cui è impossibile riuscire a fare determinate cose. Pensate solo a Klose che alla sua età è ancora il più veloce della squadra nei 10 metri. Ovviamente l’età si fa sentire, c’è chi perde integrità anche perchè si è maggiormente esposti a diversi tipi i infortunio. Si cerca quindi di preservare questi giocatori nel lavoro il meglio possibile, specialmente nel recupero tra una partita e l’altra, che è la chiave per mantenerne alto il rendimento.

Quanto è importante l’alimentazione per un’ottimale preparazione fisica e atletica? Come ha influito sul vostro metodo di preparare le partite anche dal punto di vista dell’alimentazione il giocare ad orari “strani” come ad esempio le 12.30?

L’alimentazione conta moltissimo. Pensate che mister Pioli ha posto l’obbligo alla squadra di pranzare insieme a Formello tutti i giorni, regola che è stata accettata di buon grado da tutti. In questo modo non solo si intensifica  la forza de gruppo, ma si controlla meticolosamente il pasto più vicino all’orario dell’allenamento. Questo tipo di controllo è utile specialmente per i giocatori stranieri, che magari sono di culture diverse e sono abituati ad un tipo differente di dieta.  Ovviamente per questi motivi la partita alle 12.30 può essere un problema, che noi abbiamo provato ad aggirare con un pasto alle 10.00 oppure con una colazione a base di pasta alle 8.30, ma fortunatamente abbiamo giocato a quell’ora soltanto in un paio di occasioni.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Formello

FORMELLO – Prosegue la preparazione biancoceleste: tre assenti

Published

on

 


Continua la preparazione del gruppo biancoceleste a Formello. In attesa del ritorno in gruppo di Milinkovic-Savic e Vecino, la lista degli assenti odierna comprende i nomi di Gila, Basic e Zaccagni, con Romagnoli che è invece regolarmente in gruppo. Dalla primavera invece aggregati Troise, Coulibaly e Bigonzoni. Dopo una parte iniziale incentrata sul riscaldamento atletico, la seduta è proseguita con delle esercitazioni improntate sulla rapidità, seguite da un’ampia fase tattica, con l’allenamento che si è concluso con la consueta partitella.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW