Connect with us

Per Lei Combattiamo

Pioli: “Il record di vittorie sintomo di una mentalità vincente. Allenare la Lazio è un orgoglio”

Published

on

 


Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3, il mister della Lazio Stefano Pioli, fresco di rinnovo, ha parlato della grande annata vissuta a Roma sulla panchina biancoceleste. Una stagione che ha regalato il terzo posto e i preliminari di Champions League.

Ha rinnovato per altri due anni con la Lazio. Un progetto importante?

“Sono molto contento e orgoglioso di essere l’allenatore della Lazio e di far parte di questo progetto. Si va Avanti perchè siamo sicuri di aver gettato delle basi per costruire qualcosa d’importante”.

Cosa le ha sorpreso alla Lazio?

“Ho cercato di buttarmi nel lavoro e di vivere ogni giorno con  grande entusiasmo. Ho avuto da subito grande disponibilità dalla squadra e siamo riusciti ad ottenere dei risultati importanti grazie al lavoro. Sono stato facilitato nel mio lavoro dai tifosi e dalla società che ci ha messo a disposizione delle strutture ottime. Sono rimasto colpito dalla passione e dall’entusiasmo dei tifosi. Ci hanno dato molto”.

Quanto è importante avere un contratto a lungo termine come quello che ha ora?

“Bisogna sempre dimostrare nella vita. Quello che abbiamo fatto nella scorsa stagione rimane, ma dobbiamo continuare a lavorare.  Il lavoro, l’umiltà e le ambizioni sono stati il mix giusto per ottenere risultati”.

Sondaggio fra i tifosi sui migliori della stagione. Il primo è lei.

“Io sono soddisfatto e contento, ma il nostro è stato un lavoro di squadra. Un allenatore da solo non può far nulla. Tutti ci abbiamo messo del nostro e abbiamo imparato molto da questa stagione. Dovremo ripartire con la stessa voglia di rimettersi in discussione e di lottare. Siamo la Lazio ed è giusto che questa squadra provi a vincere tutte le partite”.

Si sono piazzati bene in questo sondaggio anche Lotito e Tare che ha operato bene sul mercato negli ultimi anni.

“I nuovi arrivi hanno dato molto sotto il profilo tecnico e umano. Le stagioni importanti si fanno con gli uomini, mentre con i buoni calciatori puoi vincere qualche partita”.

Record di vittorie (21) e secondo attacco del campionato.

“Abbiamo una mentalità e una filosofia che va rispettata. Noi scendiamo in campo per mettere sotto i nostri avversari e non essere passivi. Crediamo che sia più facile far risultato facendo la partita. Tutte le vittorie ottenute testimoniano lo spirito vincente di questa squadra. L’aspetto sul quale dobbiamo lavorare sono le troppe sconfitte subite davanti ai nostri tifosi all’Olimpico”.

Nella lettera di Klose dopo il rinnovo il tedesco le ha rivolto belle parole.

“Io sono una persona che pretende molto per ottenere il massimo da ogni giocatore perché anche io do tutto a loro. Le parole di Klose mi fanno piacere. Con la squadra c’è stata subito sintonia. Loro avevano molta voglia di fare una grande stagione”.

L’exploit di Felipe Anderson.

“Felipe anderson aveva solo bisogno di capire il calcio italiano e di trovare fiducia. Ci ha risolto più di una partita e sono sicuro che è solo all’inizio del suo processo di crescita. Bisognerà continuare a crescere e maturare perchè nella prossima stagione ci sarà tanto da fare, piena d’impegni”.

Hoedt e Patric hanno grande voglia d’inserirsi nel contesto Lazio.

“Sono due giocatori con buoni atteggiamenti e doti tecniche, questo è importantissimo. Hoedt parla già molto bene italiano e ciò fa capire la professionalità e il carattere del giocatore”.

Gol più bello della stagione?

“Per me quello di Onazi (ride, ndr). Ci sono stati gol stupendi, come quelli fatti da Anderson, Candreva e Parolo, perché ho giocatori con grandi doti tecniche, ma il gol che abbiamo avuto con più passione è quello di Onazi”.

Cosa ha pensato quando Higuain ha sbagliato il rigore?

“Noi abbiamo sempre pensato di meritare di arrivare in alto quindi ci ho sperato perché era ingiusto che una squadra che ha espresso un gioco come la Lazio non arrivasse fra le prime tre. Noi volevamo tornare in Europa, ma non ci siamo mai accontentati perché sapevamo di valere di più del 4-5 posto”.

Il rapporto con i giocatori?

“Quando si parla chiaramente vieni rispettato. Ho a disposizione delle persone intelligenti, che hanno subito capito cosa fare. Il mio è un lavoro fatto di rapporti personali. E cerco di coinvolgere tutti, ognuno è importante per il gruppo. Devo far sentire fiducia, li devo proteggere”.

Avete creato un rapporto molto cordiale e aperto con i giocatori. Qual è il giocatore più simpatico del gruppo?

“Ognuno ha il suo carattere. Già il fatto che si stava bene a Formello tutti insieme è un aspetto importante. Non conoscevo personalmente Parolo, ma è un ragazzo sempre col sorriso e con la battuta pronta. Ho avuto un gruppo con il quale è stato piacevole lavorare, anche se ci siamo allenati duramente”.

La preparazione in vista della prossima stagione.

“Sarà importantissima perché poi avremo tanti impegni. Abbiamo fatto tanto per tornare in Europa quindi non mi sentirete mai lamentarmi delle troppe partite. Sappiamo che avremo avversari impegnativi, serviranno giocatori pronti dal punto di vista fisico e mentale. Cercheremo di essere più competitivi possibili su ogni fronte. Ci vorranno 20-22 titolari il prossimo anno”.


 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

MONDIALI 2022 | Corea del Sud-Portogallo, le formazioni ufficiali

Published

on

 


A pochi minuti dal fischio d’inizio tra Corea del Sud e Portogallo, le due formazioni hanno comunicato le proprie formazioni ufficiali:

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW