Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

La Lazio colpisce tre volte: le biancocelesti vincono 3-0 con la Ternana e portano la serie scudetto a gara-3

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La finale scudetto femminile si deciderà a gara-3. Questo il verdetto al palazzetto dello sport di Fiano Romano, dove le campionesse d’Italia in carica della Lazio si impongono 3-0 annullando così il match point della Ternana IBL Banca. Senza Lucileia, uscita tra le lacrime per un infortunio al ginocchio, la squadra biancoceleste vince con le reti di VanessaGayardo e Siclari. Mercoledì (ore 20.30, diretta RaiSport 2) di nuovo in campo a Fiano Romano per l’ultimo atto: sarà un altro pienone, come stasera.

I primi minuti di gioco sono una sfida tra Lucileia eTardelli. La prima occasione capita dopo pochi secondi: Presto ruba palla ad Exana, manda in porta la brasiliana che però eccede nel dribbling sola davanti a Tardelli. Più tardi, il portiere è provvidenziale sul destro della giocatrice biancoceleste, che poi prende il palo esterno con un tiro di destro. Al 3′, Lù prende una storta, esce per 4′ e rientra in campo, ma si accascia di nuovo e – tra le lacrime – termina anzitempo la partita. Il primo squillo della Ternana è di Bisognin, che col sinistro impegna Ana Catarina. Ma è la Lazio la squadra più viva: Gayardo buca centralmente la difesa rossoverde e serve Siclari, ma ancora una volta Tardelli gli dice di no. L’occasione sprecata al 12′ è clamorosa: Violi fa partire il tre contro uno, scarica per Vanessa il cui passaggio per Ceci è mal calibrato. Più tardi, Tardelli compie il miracolo su Gayardo, partita da sola in contropiede, ma nulla può sul gol del vantaggio siglato al 13’59” da Vanessa, che ruba palla a Pascual nei pressi del calcio d’angolo, ubriaca la difesa avversaria e deposita la palla in rete col piatto. La reazione della Ternana è nei piedi diBlanco, che va a rimorchio su Neka e con la punta non inquadra la porta di poco. Si va al riposo con il risultato inchiodato sull’1-0.

Nella ripresa, le Ferelle hanno una grande chance di pareggiare con Neka e poi con Bisognin, che – in contropiede – preferisce calciare anziché servire sul secondo palo Blanco. Gol mangiato, gol subito: al 4’48”, la puntata dalla distanza di Gayardo buca le mani a Tardelli, tutt’altro che incolpevole. C’è solo una squadra in campo, ed è quella biancoceleste: Vanessa colpisce la traversa su punizione, Siclari sigla il 3-0 con un piattone dopo l’assist di Gayardo che aveva approfittato dell’errore di Exana. Dopo aver accusato il colpo, la Ternana esce di nuovo allo scoperto ma il risultato non cambia fino al termine della gara.

LAZIO-TERNANA IBL BANCA 3-0 (1-0 p.t.) 
LAZIOAna Catarina, Presto, Siclari, Gayardo, Luciléia, Schirò, Ceci, Violi, Vanessa, Corio, De Angelis, Giustiniani. All. Petricca

TERNANATardelli, Pascual, Neka, Exana, Bisognin, Coppari, Uveges, Donati, Blanco, Torelli, Bennardo, Cordaro. All. Shindler

MARCATRICI: 13’59” p.t. Vanessa (L), 4’48” s.t. Gayardo (L), 7’39” Siclari (L)

AMMONITE: Exana (T), De Angelis (L)

ARBITRI: Simonetta Romanello (Padova), Giuseppe Di Gregorio (Enna) CRONO: Simone Micciulla (Roma 2)

divisionecalcioa5.it 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

MOVIOLA | Lazio-Verona: bravo Colombo nella gestione dei cartellini. Sul 3-3 possibile fallo su Kamenovic

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

E’ l’arbitro Andrea Colombo, sezione di Como, a dirigere l’ultima partita della Lazio in stagione. Il 32enne gestisce bene la gara, soprattutto per quanto riguarda i cartellini gialli che vengono sventolati ogni qualvolta serva. Ecco la moviola di Lazio-Verona, finita 3-3:

Al 10′ un replay mostra una forte e continua trattenuta ai danni di Luiz Felipe nel corso della punizione calciata da Cataldi dalla destra. Mentre il pallone percorre rapidamente tutta l’area di rigore, l’italiano viene trattenuto vistosamente. L’arbitro non vede, il VAR non interviene.

Dubbi sul gol del 3-3 del Verona: Hongla colpisce Kamenovic in scivolata dopo che il difensore della Lazio ha preso il pallone che beffa l’uscita di Strakosha.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW