Connect with us

 

CalcioMercato

Cana conferma l’addio: “Alla Lazio grande esperienza, ma ora è tempo di nuove sfide”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Lorik Cana dice addio alla Lazio. In una lunga intervista ai microfoni di Procesin Sportiv, il difensore albanese, direttamente dal ritiro della sua nazionale, ha parlato del suo futuro, che sarà, come da lui ammesso, lontano da Roma: “Il mio desiderio è quello di giocare in un altro campionato, la mia carriera non è finita. Probabilmente potrei andare a giocare in Europa o all’estero. La Germania è un campionato che mi attira molto, ma ci sono altri paesi, come gli Stati Uniti, dove recentemente sono passati tanti grandi giocatori. Per me non sono importanti i soldi, ma affrontare una nuova esperienza. Ho una gran voglia di giocare Champions League”. L’ex Marsiglia ci ha tenuto a spendere due parole anche per il suo amico Igli Tare: “Prima di essere il diretto sportivo, Igli è un mio grande amico. Ho giocato con lui un paio di anni in Nazionale e posso dire che è una persona con dei valori eccezionali. E’ stato il motivo principale per cui sono andato alla Lazio. Quest’anno ho intenzione di lasciare il club se trovo qualcosa di interessante. Ho parlato prima della fine del campionato con Igli e parlerò di nuovo anche con l’allenatore. Accetterò un consigli, come amico e uomo d’esperienza. Deciderò il mio futuro, credo troveremo una soluzione con il club”. Cana, da capiano dell’Albania, parla anche della prestigiosa vittoria sulla Francia di pochi giorni fa: “E’ stata una grande partita, siamo contenti per il livello del gioco e il consolidamento del gruppo . Ora siamo a caccia di una certa continuità di risultati positivi. Ci sentiamo tutti parte di questa Nazionale e credo sia questa la forza più grande dell’Albania”. Il sogno di indossare quella fascia ai prossimi Europei è ancora vivo nella testa di Cana: “Date le partite difficili che abbiamo davanti non ci possiamo permettere di eccedere in euforia. Dobbiamo prendere solo il lato positivo di essa. La gente non deve pensare che siamo qualificati, non è assolutamente vero. Giocando così possiamo fare risultato ovunque”. Il successo di questa squadra ha un nome e un cognome, Gianni De Biasi, tecnico dei rossoneri dal 2011: “Sin dal primo momento del suo arrivo ho visto l’impegno e il desiderio di realizzare un progetto ambizioso. Credo che De Biasi ami l’Albania. Lo fa sinceramente, non tutti sono in grado di realizzare qualcosa di simile”. Immancabile, in chiusura, una dedica alla sua dolce metà: “Monica, mia moglie, è una persona che mi ha sempre sostenuto ed è stata importante per la mia carriera. Abbiamo un percorso comune, ho la fortuna di avere una persona che mi rende la vita più facile dandomi grande forza”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Calcio

Verona, il Presidente Setti: “Dovevo tenere Zaccagni, invece ho preso Caprari che ha fatto più gol di lui”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 Intervenuto ai microfoni di TeleArena, il Presidente del Verona Maurizio Setti ha parlato ha parlato del calciomercato, tornando alla cessione di Mattia Zaccagni alla Lazio della scorsa sessione estiva.

Queste le sue parole:

Con Tudor sono stato chiaro: non so se la squadra verrà ridimensionata, sicuramente verrà cambiata. Per un imprenditore come me è fondamentale fare delle cessioni. Per come sono fatto io, credo che sia corretto promettere solo quello che si può fare. E devo fare un calcio che si auto sostiene. E quando arriva un’offerta importante per un giocatore, è il giocatore stesso a… vedere l’offerta. Certo, puntiamo sempre a migliorare. E i risultati si sono visti. Tieni Simeone? Tieni Barak? Tieni questo e quello? No, non lo possiamo fare. Ma poi: dovevo tenere Zaccagni. E, invece, ho preso Caprari che ha fatto più gol di Zac ed è stato chiamato in Nazionale. Non dobbiamo fossilizzarci. La società va messa al centro”. 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW