Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Triplete dei giovani sfuma ai rigori

Published

on

 


I duri hanno due cuori, ma a volte non basta. La Lazio Primavera sfiora l’impresa, poi s’arrende al fato e ai calci di rigore. Il Triplete se ne va, lo scudetto è del Torino, a tinte granata l’ultimo atto delle Final Eight. Nella bacheca biancoceleste una Coppa Italia e una Supercoppa in stagione, peccato per la ciliegina sulla torta sfumata all’ultimo respiro. E per quella vendetta mancata, un anno fa fu sempre il Torino a far male e a eliminare la Lazio in semifinale.

Dalla tribuna dello stadio comunale di Chiavari, anche il presidente Lotito fa il tifo per lo scudetto della Lazio di Inzaghi. Che ha ancora da esprimere il terzo desiderio, eppure il genio della lampada sembra ciccare il colpo. Otto minuti per mettere in disordine i desideri, il tandem Procopio-Zenuni orchestra e poi al volo spara l’acuto Rosso. Allora i biancocelesti subito a rincorrere, due limpide occasioni per rimettere i conti in regola, miracoloso il portiere Zaccagno su Tounkara: devia il suo colpo di testa poi in volo plastico ferma un tiro a giro. Fronte opposto, Guerrieri non ci pensa neanche a essere da meno: monumentale l’estremo difensore a salvare la Lazio. I ragazzi di Inzaghi però dimostrano ancora una volta che i duri hanno due cuori, alla mezzora riaccendono la fiamma, Murgia pennella il calcio d’angolo e Prce di testa firma l’1-1.

A vincere ora non vuole rinunciare nessuno, anche stavolta ecco i tempi supplementari: la Lazio fa l’en plein in queste Final Eight, dopo i 120 minuti con Inter e Roma. Invece l’affaire scudetto pretende i calci di rigori per essere deciso. Per il Torino sbaglia Debelijuh, per i biancocelesti prima bomber Palombi poi – beffa del destino – capitan Pollace. È granata il tricolore di categoria, dopo 23 anni. L’unico trofeo che manca a mister Inzaghi sulla panchina della Lazio: «Sono orgoglioso di aver allenato un gruppo così, di aver lottato per un traguardo all’inizio impossibile. Sono amareggiato soprattutto per i ragazzi, avremmo meritato questo scudetto». Vincerlo significava anche qualificazione diretta alla prossima Youth League, la Champions della Primavera. Ora invece i baby biancocelesti, per sognare l’avventura europea, dovranno incrociare le dita e sperare che la Lazio di Pioli superi il turno preliminare.

Fonte: Il Tempo

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio-Fiorentina, ecco il primo gol di Casale in maglia biancoceleste

Published

on

 


Dopo un’ottima prima parte della stagione, ecco che Nicolò Casale mette a segno la sua prima rete in maglia biancoceleste. L’ex Verona, infatti, ha segnato la rete del vantaggio contro la Fiorentina all’8’ minuto del primo tempo.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW