Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA – Il doppio ex Corradi sul fallimento del Parma: “Non sarà neanche l’ultimo club ad avere questi problemi”

Published

on

 


Due anni al Parma con 62 presenze e 15 gol in gialloblu. Bernardo Corradi è uno di quegli ex che non hanno dimenticato nè la città nè tanto meno i tifosi di una delle squadre italiane più titolate a livello europeo. La redazione di LazioPress.it lo ha intervistato in esclusiva a proposito della notizia del giorno: il fallimento e la successiva ripartenza dalla categoria dilettantistica del PARMA FC.

Lei ha giocato due anni con i gialloblu, cosa vuol dire per uno come lei che ha avuto l’onore di giocare per una società storica come questa, vederla fallire dopo anni di vittorie anche a livello europeo?

“Purtroppo il Parma non sarà ne la prima ne l’ultima società che andrà incontro a queste cose. Dico ‘purtroppo’ perché il nostro sistema calcio è molto indietro rispetto agli altri paesi europei in termini di pressioni fiscali e di controlli. Non siamo decisamente un paese all’avanguardia e, per questo, può capitare che di punto in bianco le società, anche con un passato importantissimo come quello del Parma, si ritrovino con delle spade di Damocle di debiti sportivi che portano al successivo fallimento. Credo sia stato fatto molto per riuscire a salvare la società ma alla fine l’impresa non è riuscita”.

Per lei chi è il colpevole principale dell’accaduto?

“Credo che, nella valutazione complessiva, le colpe siano da dividere. Se è vero che il presidente possa aver fatto degli investimenti sbagliati, è anche vero che c’è stato qualcuno che lo ha permesso. Questa situazione l’ho vissuta anche a Siena, che è la mia città. Era una società che giocava in Serie A ormai da dieci anni, raggiunta dopo aver fatto tanti sacrifici. Il Parma deve avere la forza di rialzarsi subito partendo dai dilettanti e lottare per riprendersi quelle categorie che gli spettano”.

Cosa si aspetta dai tifosi del Parma?

“I tifosi del Parma si sono sempre distinti da tanti altri tifosi per l’affetto che ogni domenica trasmettevano alla squadra, esattamente come il Siena. Questo è uno dei tanti punti in comune tra le due società, chiaramente i gialloblu hanno un passato diverso. Però vedendo il Siena Calcio che è ripartito dalla Serie D con 4500 abbonati e vincere il campionato, quando raggiungi questo numero di tifosi c’è sempre quella spinta in più che le altre squadre non possono permettersi. Sono sicuro che la città di Parma risponderà presente”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW