Connect with us

Extra Lazio

EXTRA LAZIO – Tanti auguri a Leo Messi: la gioia del calcio

Published

on

 


Avete presente la leggenda del calabrone? No? E allora dai, eccola qui: scientificamente parlando non potrebbe volare a causa della forma e del peso del suo corpo in rapporto alla superficie alare. Chiaro no? Perfetto. Il punto è che lui lo ignora e vola lo stesso. Cosa c’entra col calcio? Semplicemente perché in questo mondo c’è un calciatore atipico: troppo gracile, timido, quasi un bambino. Basso, senza un filo di barba, più piccolo degli altri. Reduce da un’infanzia travagliata dove gli ormoni della crescita neanche bastavano per farlo crescere davvero. Rimaneva piccolo mentre gli altri si allungavano. Triste sì, struggente. A guardarlo adesso sembrerebbe improbabile che possa giocare a calcio. Figuratevi essere un campione. Invece no. Quel ragazzino è diventato entrambe le cose. Come il calabrone, ignorava tutto ciò che accadeva intorno a lui. Continuando a migliorarsi. Ed è proprio per questo che è diventato il più forte di sempre.

Oggi Lionel Messi compie 28 anni. Ma non è soltanto la persona a festeggiare, bensì l’intero calcio. Non ti può non venire in mente Messi quando pensi a questo sport (con concorso di Cristiano Ronaldo, chiaro). Perché è Messi è gioia, gioia pura: è l’Alegria do Povo di Garrincha e la classe di Zidane, è l’eleganza della finta di Cruijff unita ai piedi d’artista di Rivera. Leggenda. Messi è una crasi calcistica alla massima potenza, prende il meglio di tutti e lo ripropone in una giocata, un gol, un colpo dei suoi. E’ un’iperbole trapiantata in un contesto quasi perfetto a tinte blaugrana. Che giocatore Leo Messi, fantastico. Ha infranto ogni record, ha scalato ogni vetta: il K2 come il Pallone d’Oro (4 volte in cima eh?), il Nanga Parbat come la Liga, l’Annapurna come la Champions. Ogni stadio come terra di conquista, il suo impero ormai non ha più confini. Bandiera col 10 in ogni dove. Manca l’Everest però, la sua rincorsa alla vittoria in Nazionale. Maradona è lassù che lo guarda, lo chiama a gran voce ma sono anni che Leo è fermo allo stesso punto. Sente soltanto l’eco. ”Diegoooo…” Una voce, un nome, un paragone.

Ad Atlante fu lasciato il mondo, a Messi l’eterno confronto con Maradona. Fardello difficile da portare. Anche frustrante, perché la vetta è a pochi metri ma la via è bloccata. La Copa America è lì, pronta a sbloccarla. Argentino di Rosario, pacato, cuore generoso. Refrattario alle interviste non per arroganza bensì per timidezza, tipico di chi è cresciuto sulla strada tra ginocchia sbucciate e porte tra i cancelli. Messi continua ad incantare il mondo, oggi come ieri. Come sempre. Gol segnati? Non si contano più, basta la magia di ogni singolo tocco. 28 anni di genio, 28 anni di fantasia, 28 anni di Messi. 28 sì. E speriamo che sia lì anche per i prossimi 28. Tanti auguri Leo.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Extra Lazio

Addio a Bruno Arena, il comico dei Fichi d’India

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


È morto Bruno Arena, il comico dei Fichi d’India, aveva 65 anni. L’attore era lontano dal mondo dello spettacolo ormai da tanti anni, a seguito di un aneurisma che lo colpì nel 2013 dopo la registrazione di una delle puntate del celebre programma televisivo di genere comico, Zelig. Il 17 gennaio 2013 venne operato d’urgenza al San Raffaele di Milano, al quale seguì un periodo di coma e poi le dimissioni di Arena. A dare notizia della sua morte è stato il figlio Gianluca, sui social: “Non ero pronto, ma tanto non lo sarei mai stato. Buon viaggio papà… lasci un vuoto immenso”.

Il Messaggero 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW