Connect with us

Per Lei Combattiamo

HALL OF FAME LAZIO 2000-2015 – La mediana balla il Tango: vince per distacco la coppia argentina Veron-Simeone

Published

on

 


11650802_10205895020808598_904408840_n[1]

Un sondaggio a senso unico quello indetto dalla nostra redazione sulla pagina Facebook di LazioPress.it su quale fosse la coppia che dovesse formare la cerniera del centrocampo laziale nella “Hall of Fame 2000-2015”: Veron-Simeone per distacco. I due argentini hanno lasciato un ricordo indelebile nelle menti dei laziali durante le loro avventure in biancoceleste dove, inoltre, hanno rimpinguato le loro bacheche personali grazie ai numerosi successi ottenuti a cavallo tra secondo e terzo millennio.

Juan Sebastian Veron arrivò a Roma nell’estate del ’99 dal Parma, che incassò dalla sua cessione ben 30 milioni, e vi rimase per due stagioni, prima di passare allo United, dopo aver collezionato con la Lazio ben 72 presenze, condite da 14 gol fra campionato e coppe. El Brujita all’ombra del Colosseo conquistò una Coppa Italia, una Supercoppa italiana, una Supercoppa europea e uno Scudetto. In campo era una bellezza per gli occhi ammirare con quanta classe giocasse il pallone, imbastendo il gioco laziale con rara precisione grazie ad una tecnica sopraffina. Negli occhi dei tifosi non possono non esserci ancora le perle contro la Roma, su punizione, che diede il là alla conquista del campionato o il gol, inutile, contro il Valencia all’Olimpico nel ritorno dei quarti di Champions League nel 2000 con una bomba dai 35 metri, senza poi dimenticare la rete da calcio d’angolo contro il Verona. Del regista argentino fu anche il pregevole assist del gol vittoria di Simeone contro la Juventus al “Delle Alpi”. Quel Diego Pablo Simeone che è stato scelto da voi tifosi per affiancare il regista argentino nella formazione “Hall of Fame 2000-2015”. El Cholo non ha mai brillato con il pallone fra i piedi, ma in campo ha sempre dato tutto, costruendosi una carriera, da calciatore, prima, e allenatore, poi, grazie ad una grinta e una personalità che in pochi possono vantare. Venne acquistato da Cragnotti anch’esso nell’estate ’99, nell’ambito dell’operazione che portò Vieri all’Inter e rimase nella capitale sino al 2003, per poi tornare in Spagna all’Atletico Madrid. In biancoceleste l’argentino conta ben 136 presenze e 18 gol fra coppe e campionato. Inoltre,  può vantare un palmarès di tutto rispetto con una Supercoppa italiana, una Coppa Italia, una Supercoppa europea e uno Scudetto. Memorabile il suo gesto al gol del 2-2 di Castroman allo scadere contro la Roma nel 2001 quando, rivoltosi verso la Sud, mostrò con rabbia gli attributi, irridendo la tifoseria giallorossa. Un grande uomo, sicuramente, che quest’oggi sta dimostrando il suo assoluto e indiscusso valore umano, nonchè la sua enorme conoscenza di calcio, sulla panchina dell’Atletico Madrid, donando grande lustro ai Colchoneros, ormai nell’elite del calcio europeo. Un giorno tornerà a Roma, sulla panchina della Lazio. Lo ha promesso.



 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Massimo Maestrelli e la Curva intitolata a papà Tommaso: “Chiamale se vuoi… Emozioni” | FOTO

Published

on

 


Oltre al successo della Lazio contro lo Spezia per 4-0, la giornata di ieri è entrata di diritto nella storia biancoceleste. Prima del match contro i liguri, è stata intitolata ufficialmente la Curva Sud a Tommaso Maestrelli, allenatore della Lazio vincitrice del primo Scudetto. Al taglio del nastro, oltre al Presidente della Lazio Claudio Lotito, era presente anche il figlio di Tommaso, Massimo Maestrelli, che ha ricevuto un targa commemorativa.

Questa mattina, lo stesso Massimo, ha ricordato la giornata di ieri attraverso Instagram. L’immagine pubblicata è accompagnata dal messaggio in ricordo di papà Tommaso: “E chiamale se vuoi… Emozioni, Babbo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Max (@max_mauri)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW