Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

L’ex Garlini: “Pioli è l’uomo cardine della Lazio. Mercato? Servono giocatori di esperienza”

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Tra pochi giorni la Lazio partirà per il ritiro ad Auronzo di Cadore, per preparare una stagione molto importante, a partire dai preliminari di Champions League a metà agosto, decisivi per il proseguo della stagione. Per parlare del tipo di preparazione da effettuare, e del mercato, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, 89,3, l’ex attaccante biancoceleste, Oliviero Garlini. Ecco le sue parole:

Bisognerà cambiare il ritmo di preparazione in vista dei prossimi impegni, che sono molto importanti. Sicuramente questi cambi di ritmo si pagheranno durante l’arco dell’anno, ma la possibilità di entrare in Champions è una cosa molto importante. La Lazio ha questa carta da giocarsi e tutti meritano di crederci fino alla fine. Da questa Lazio non mi aspetto nulla è già grande così, basta guardare quello che ha fatto quest’anno. Con la voglia e il lavoro di tutti, questa squadra può solo che migliorare e fare quanto fatto fino ad ora se non di più. All’inizio potranno capitare delle sorprese, ma sono cose che succedono nel calcio, bisognerà rimanere vicini alla squadra. Lo sappiamo benissimo quale è il lavoro che Pioli ha svolto fino ad ora. Sta alla società poi, al direttore sportivo e al presidente prendere decisioni, parlando sempre con l’allenatore che, in queste situazioni, è l’uomo cardine. Secondo me, ci vuole un attaccante e poi due pedine in fase difensiva e uno a centrocampo. Giocatori importanti, collaudati già con delle esperienze europee. I due uomini per ruolo ti consentono di avere 22 titolari per affrontare le competizioni in vista. Non è facile, ma chi deve lavorare e cercare è il direttore sportivo che, a mio avviso, fino ad ora ha fatto sempre delle cose buonissime. Bisogna attendere e dare fiducia a lui. L’attuale momento del calcio italiano lo abbiamo visto agli Europei. Si deve cercare, al momento giusto, di mettere ko l’avversario. In tutta Europa succedono certe cose, bisogna essere sempre più preparati e cercare di battere l’avversario. Alla fine nel calcio conta vincere, puoi giocare bene, ma se non sei andato in semifinale o dove devi andare, il tuo gioco conta fino ad un certo punto”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Toma Basic presente alla finale di Coppa di Croazia per seguire il suo ex club

edo9923@hotmail.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Toma Basic era oggi presente al Poljud di Spalato, dove è andata in scena la finale di Coppa di Croazia tra il Rijeka e l’Hajduk Spalato terminata 1-3, a testimoniarlo una storia pubblicata su Instagram dal calciatore biancoceleste stesso. L’Hajduk Spalato che ha oggi conquistato la finale, è una ex squadra del centrocampista croato, nella quale egli ha militato dal 2015 al 2018, prima di trasferirsi in Francia al Bordeaux.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW