Connect with us

CalcioMercato

CALCIOMERCATO – Il Tempo: Spunta Yilmaz, c’è Borini

Published

on

 


A volte ritornano, giocatori che in ogni sessioni di mercato vengono accostati alla Lazio. Del resto il diesse Tare non ha mai negato di avere una passione calcistica per Fabio Borini che resta uno degli obiettivi principali. Il Liverpool chiede otto milioni ma, nel corso dell’estate, il prezzo potrebbe calare anche perché il contratto dell’attaccante italiano scade tra dodici mesi. Sempre per i corsi e ricorsi storici ecco riapparire la sagoma imponente di Burak Yilmaz. Il procuratore Ali Egesel non si è lasciato in buoni rapporti con Lotito e Tare dopo il fallimento della trattativa di due anni fa, però ora ha chiuso con due agenti della scuderia che gli avevano consigliato di rompere con la Lazio. E così un affare impossibile potrebbe tornare d’attualità visto che il turco, a quasi 30 anni, vuole tentare l’avventura in Italia ed è stato offerto a Lotito così come alla Fiorentina. A conferma del divorzio il Galatasaray ha proposto sei milioni allo Schalke per Huntelaar proprio perché pensa che perderà il suo centravanti. A proposito dell’olandese anche lui può diventare un obiettivo (è stato avvistato a Roma nelle scorse settimane), ma il suo stipendio di oltre tre milioni è un problema insormontabile.
Ma non solo Borini e Yilmaz, sempre per l’attacco ritornano due nomi storici sul taccuino del diesse biancoceleste: Matri e Quagliarella. Il torinista è gestito dallo stesso procuratore di Marchetti, Giuseppe Bozzo che l’altra sera è stato a Villa San Sebastiano per parlare col presidente del rinnovo del portiere (accordo vicino): può essere la volta buona. Per il centrocampo è stato offerto Tino Costa dello Spartak Mosca (in prestito al Genoa fino al 30 giugno), il preferito è sempre Xhaka del Borussia ma costa caro.
La priorità rimane comunque cedere i giocatori in esubero: si sta provando con Ederson, Konko e Gonzalez che hanno stipendi pesanti, dovrebbe essere vicino all’obiettivo per Cana, Pereirinha, Cavanda e Alfaro, si lavora per Perea e Vinicius. Più facile piazzare i tanti giovani da Crecco a Minala, da Tounkara a Lombardi, Filippini e Berardi. Giorni decisivi in attesa del ritorno di Pioli che spera nel fine settimana di riuscire a convincerne qualcuno a cambiare aria: vuole partire per Auronzo solo con giocatori che abbiano sposato il progetto. In bilico il rinnovo di Mauri, difficile quello di Radu che vorrebbe andare via (possibile lo scambio con l’italo-brasiliano Eder, altro vecchio pallino di Tare).
Intanto domani alle 12 ci sarà la conferenza stampa di presentazione del ritiro di Auronzo di Cadore (9-18 luglio). Infine tra mercoledì e giovedì si conosceranno i prezzi degli abbonamenti.

Iltempo.it

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

CalcioMercato

Fabrizio Corsi, il patron dell’Empoli: “Parisi alla Lazio?  A gennaio non se ne parla. Su Vicario…”

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, è intervenuto a Radio Incontro Olympia. Tema centrale è stato l’asse Empoli-Lazio in ambito calciomercato. Queste le sue parole:

“Ascolto domande di mercato intorno ai giocatori dell’Empoli che, oltre a farmi arrabbiare ed a rompermi le scatole, non voglio nemmeno prendere in considerazione perché il mio compito da presidente è proteggere i miei ragazzi ed in generale tutto l’ambiente Empoli che per me è un patrimonio da salvaguardare. Parisi alla Lazio? È una di queste… A gennaio non se ne parla, proprio per il motivo appena spiegato. Vicario? È meritatamente il terzo portiere della nazionale, per noi e per lui la convocazione rappresenta il riconoscimento e l’apprezzamento migliore. Con la Lazio c’era stato un contatto, una telefonata, dopo la quale mi aspettavo un affondo successivo che però non è mai avvenuto perché hanno virato su Maximiano e Provedel che noi conosciamo bene, veramente un ottimo portiere anche lui giustamente chiamato da Mancini.

 

Sarri? Un’icona del calcio italiano. Continua ad essere quel maestro di campo transitato qui in Toscana, Lotito ha scelto il meglio, mentre altri hanno optato per tecnici che anziché il campo stesso preferiscono allenare stampa e tifosi…”.

 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW