Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Le probabili formazioni di Cile-Argentina – Biglia sfida ancora Vidal

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Questa sera alle 22 andrà in scena la finalissima di Copa America tra Cile e Argentina allo Estadio Nacional. I padroni di casa, che non hanno mai vinto la competizione, hanno una grande occasione contro l’Albiceleste che invece in Copa America ha trionfato ben 14 volte e vuole raggiungere l’Uruguay a quota 15. L’ultimo successo però risale a ben 22 anni fa e l’Argentina è chiamata a tornare a vincere soprattutto dopo la finale mondiale persa proprio un anno fa. Nonostante appena un gol segnato su rigore, Leo Messi è stato ancora una volta il grande protagonista e dopo essersi ripreso l’Europa con il Triplete firmato Barcellona, è pronto a riprendersi la sua nazionale e il Sudamerica. Uno dei grandi classici sudamericani, si ripresenta esattamente un secolo dopo la fondazione della Copa America, che allora si chiamava campionato sudamericano e vide trionfare l’Argentina proprio contro il Cile nel 1916 con il netto risultato di 6-1. Un altro motivo per la squadra di Sampaoli di credere nella rivincita e nel grande sogno di trionfare davanti ai propri tifosi. La gara che vedrà Arturo Vidal ancora una volta avversario di Messi, proprio come nella finale di Champions League di Berlino tra Juventus e Barcellona un mese fa, sarà arbitrato dal fischietto colombiano Wilmar Roldàn che sarà coadiuvato dagli assistenti Guzman e De La Cruz e dal quarto uomo Argote.

COME ARRIVA IL CILE – Il Cile è arrivato in finale dopo aver chiuso il proprio girone al primo posto, aver battuto l’Uruguay ai quarti di finale e il Perù in semifinale dopo un percorso netto ma probabilmente facilitato da alcune decisioni arbitrali come le espulsioni di Cavani e Zambrano. Tuttavia la nazionale di Sampaoli, autentica macchina da gol con 15 reti segnate, è stata una delle squadre che ha espresso il miglior calcio della competizione meritando di arrivare fino in fondo. Il ct cileno dovrà fare a meno di Jara squalificato dopo la vicenda Cavani e spera di poter fare affidamento su Alexis Sanchez, in dubbio per alcuni problemi fisici che si sta trascinando dall’ultima parte di Premier League. In porta giocherà il portiere del Barcellona, Claudio Bravo, in difesa invece Rojas affiancherà Medel in mezzo, mentre Isla e Mena giocheranno sulle corsie laterali. A centrocampo ci saranno Aranguiz, Diaz e Arturo Vidal mentre il mago Valdivia agirà alle spalle di Sanchez, che alla fine comunque dovrebbe farcela, ed Edu Vargas.

COME ARRIVA L’ARGENTINA – L’Argentina è arrivata all’atto finale dopo aver chiuso come prima il proprio girone, aver battuto la Colombia ai calci di rigore ai quarti di finale e strapazzato il Paraguay con sei reti in semifinale. L’Albiceleste ha incontrato diverse difficoltà durante il suo percorso ma in semifinale contro il Paraguay ha preso grande fiducia grazie alla qualità espressa dai singoli e gli assist di Messi. Il grande dubbio del Tata Martino è Garay, alle prese con un infortunio e nel caso non dovesse farcela sarà sostituito da Demichelis. Solito ballottaggio in attacco tra Aguero e Higuain con l’attaccante del Manchester City ancora favorito. Dunque in porta giocherà Romero, difesa a quattro con Zabaleta, Garay, Otamendi e Rojo; in mezzo al campo agiranno Pastore, Mascherano e Biglia mentre in attacco Messi e Angel Di Maria, uno dei giocatori più in forma, accompagneranno El Khun Aguero.

LE PROBABILI FORMAZIONI:

CILE (4-3-1-2) – Bravo; Isla, Medel, Rojas, Mena; Aranguiz, Diaz, Vidal; Valdivia; Sanchez, Edu Vargas. Allenatore: Jorge Sampaoli.

ARGENTINA (4-3-3) – Romero; Zabaleta, Garay, Otamendi, Rojo; Pastore, Mascherano, Biglia; Messi, Aguero, Di Maria. Allenatore: Gerardo Martino.

Tuttomercatoweb.com

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

MOVIOLA | Lazio-Verona: bravo Colombo nella gestione dei cartellini. Sul 3-3 possibile fallo su Kamenovic

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

E’ l’arbitro Andrea Colombo, sezione di Como, a dirigere l’ultima partita della Lazio in stagione. Il 32enne gestisce bene la gara, soprattutto per quanto riguarda i cartellini gialli che vengono sventolati ogni qualvolta serva. Ecco la moviola di Lazio-Verona, finita 3-3:

Al 10′ un replay mostra una forte e continua trattenuta ai danni di Luiz Felipe nel corso della punizione calciata da Cataldi dalla destra. Mentre il pallone percorre rapidamente tutta l’area di rigore, l’italiano viene trattenuto vistosamente. L’arbitro non vede, il VAR non interviene.

Dubbi sul gol del 3-3 del Verona: Hongla colpisce Kamenovic in scivolata dopo che il difensore della Lazio ha preso il pallone che beffa l’uscita di Strakosha.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW