Connect with us

 

CalcioMercato

Ostacoli sul rinnovo di Marchetti, primi sondaggi sulle alternative

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Sembrava che l’allarme legato al rinnovo di Marchetti fosse rientrato subito dopo la conquista del terzo posto in classifica. L’euforia per quella qualificazione ai playoff di Champions tanto sognata, i festeggiamenti nella notte dentro il centro sportivo di Formello, l’abbraccio dei tifosi e la confidenza dello stesso portiere ai suoi compagni: “Voglio restare”. Eppure ancora non è stato trovato un accordo per prolungare quel contratto in scadenza nel 2016 e spegnere definitivamente quell’idea dell’estremo difensore di volersi misurare in nuovi palcoscenici e obiettivi. La settimana scorsa, nel primo incontro tra l’agente di Marchetti e Lotito si è parlato di rinnovo, ma non c’è stata la fumata bianca. Si è trattato più che altro di un contatto interlocutorio, per capire esigenze e richieste reciproche. Il portiere azzurro vorrebbe un riconoscimento economico importante dopo la sua ultima stagione, quello che è convinto di trovare l’anno prossimo se dovesse andare a scadenza e fosse libero di scegliersi una squadra. La Lazio è pronta ad andargli incontro pur di confermarlo, ma probabilmente non nel modo in cui si aspetta lo stesso Marchetti.

Intanto si sonda per un nuovo portiere, spunta il nome di Bardi: Le sensazioni restano positive, il club è convinto di poter trovare a breve una soluzione che accontenti tutti. Ma nel frattempo si cautela per non lasciarsi cogliere impreparato: ecco perché nelle ultime ore è stato fatto un sondaggio con l’Inter per Francesco Bardi, portiere titolare dell’Under21, nell’ultima stagione in prestito al Chievo. Sarebbe lui l’erede designato dell’attuale numero 22 della Lazio, nel caso in cui dovesse decidere di non rinnovare e provare così un’esperienza altrove. Magari proprio all’Inter, visto che il rinnovo di Handanovic è tutt’altro che scontato. Un intreccio di mercato con i nerazzurri, insomma, con i quali la Lazio parla anche per quel che riguarda l’eventuale operazione Keita.

Repubblica.it

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Calcio

Verona, il Presidente Setti: “Dovevo tenere Zaccagni, invece ho preso Caprari che ha fatto più gol di lui”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 Intervenuto ai microfoni di TeleArena, il Presidente del Verona Maurizio Setti ha parlato ha parlato del calciomercato, tornando alla cessione di Mattia Zaccagni alla Lazio della scorsa sessione estiva.

Queste le sue parole:

Con Tudor sono stato chiaro: non so se la squadra verrà ridimensionata, sicuramente verrà cambiata. Per un imprenditore come me è fondamentale fare delle cessioni. Per come sono fatto io, credo che sia corretto promettere solo quello che si può fare. E devo fare un calcio che si auto sostiene. E quando arriva un’offerta importante per un giocatore, è il giocatore stesso a… vedere l’offerta. Certo, puntiamo sempre a migliorare. E i risultati si sono visti. Tieni Simeone? Tieni Barak? Tieni questo e quello? No, non lo possiamo fare. Ma poi: dovevo tenere Zaccagni. E, invece, ho preso Caprari che ha fatto più gol di Zac ed è stato chiamato in Nazionale. Non dobbiamo fossilizzarci. La società va messa al centro”. 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW